Un motore a vapore

Mezzi, Motori a scoppio o elettrici, alternatori e gruppi elettrogeni, carburanti alternativi, meccanica, ecc.

Moderatore: jpquattro

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1937
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Un motore a vapore

Messaggioda Dolomitico » 2 giu 2011, 11:02

Vi sembrerà una cosa strana ma siccome sappiamo che in inverno il sole manca e fa freddo,un buon sistema per generare energia senza i pannelli è tramite appunto un generatore,ma se non si muove non genera,questo è logico.
Ora un motore stirlig sarebbe una soluzione ma vediamo che è un po difficile tirarne potenza,e quindi per non essere dipendenti da carburanti specifici si potrebbe ricorrere al motore a vapore.
Ho trovato sto tipo,è molto semplice da metter su:
http://digilander.libero.it/calchic/cos ... ire01.html
Lo si potrebbe fare quasi a mano e tramite una caldaia avere un'oggetto che oltre a scaldare casa ti genera anche energia,è un po come andare a ritroso,ma in fondo anche le centrali usano vapore per l'energia.
Se ne volete uno bello guardate qui: http://www.modeltecnica.it/catalog/inde ... d=fmkztuuu
costano un botto,ma poi ci caricate legna carbone o che vi pare e l'energia arriva.

Share This



Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6262
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Ferrobattuto » 2 giu 2011, 13:02

Il tipo di motore a vapore del primo link è paro paro quello che si usava sulle vecchie locomotive a vapore. Il distributore che gli fornisce il vapore si chiama distributore a cassetta, e nelle locomotive stava attaccato ad una biella sulle ruote motrici. E' un motore molto forte, semplice da fare e robusto. Purtroppo è "a tutta perdita" di vapore. Ossia il vapore che ne esce non viene recuperato e l'acqua si perde. Se questo andava bene per la trazione dei treni, dove si faceva rifornimento d'acqua ogni tot stazioni, per il nostro uso forse sarebbe uno spreco. Bisognerebbe aggiungere un radiatore e un sistema di riciclo dell'acqua calda. Questo va bene per il riscaldamento di casa, sicuramente..... :D Anche se complica un po' la faccenda.
Credo però che non abbia un buon rendimento termico, mi spiego: il vapore esce ancora molto caldo (ma il calore si può riutilizzare), per cui parte dell'energia che gli forniamo sotto forma di calore se ne va allo scarico e non viene reso come forza meccanica. Un modo per aumentare il rendimento è quello di usarlo con pistoni piccoli e corse lunghissime, con numero di giri bassissimo. Aumentando i giri non si da il tempo al vapore di espandersi completamente e se ne abbassa il rendimento.
Il tipo di motore a vapore col rendimento massimo è quello a "triplice espansione", ha tre cilindri di diametro crescente, e il vapore passa dall'uno all'altro cilindro con temperature e pressioni decrescenti, partendo dal più piccolo e finendo in quello più grande. Solo che un tale motore è molto difficile da calcolare e mettere a punto.
Per i giri non c'è problema, si possono fare generatori che caricano anche a 30 g/min, però bisogna studiarsi bene il sistema di raffreddamento e recupero dell'acqua, e di recupero del calore per la casa. ;) O per la serra.

Immagine

Immagine

Immagine

Ciao.
Ferro
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1937
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Dolomitico » 2 giu 2011, 13:28

Beh quelli sul Titanic erano credo il massimo,2 quadricilindri a triplice espansione,e alla fine azionava la turbina della pala centrale.
Non so che rendimento abbia,ma di sicuro più alto di uno stirling,e poi era per tirar fuori un po di corrente senza avere diesel o benzina,un po di legna ce l'abbiamo.
Lo sai,io parto dal semplice,poi si può aggiungere semmai,alla fine ne fai uno poi l'altro e poi l'ultimo pistone,li regoli tramite un'attacco sull'albero motore.
Ma appunto per cominciare è meglio una roba semplice.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Un motore a vapore

Messaggioda maxlinux2000 » 2 giu 2011, 19:01

a volte mi chiedo se sia possibile fare dei cilindri e pistoni con le barre di teflon bianco :D

il teflon resiste ad "altissime" temperature vero?
E non ha bisogno di lubrificazione?

A questo punto forse basterebbe una pentola a pressione collegata ad un motore a vapore fatto con il teflon, e l'albero motore collegato ad un piggot o similare.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6262
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Ferrobattuto » 3 giu 2011, 21:44

Non ho detto che la tua idea non fosse buona Dolomitico, era solo per aggiungere qualche notizia. Poi se si abbina un semplice motore a vapore con un sistema di recupero del calore per riscaldare la casa, di sicuro hai rendimenti ottimali comunque. :D
Non so le proprietà del teflon ma credo che per questo basti wikiperia, comunque anche facendo le parti in ferro o alluminio non si dovrebbero trovare eccessive difficoltà, solo che serve un tornio con un minimo di precisione. Tutto sommato quel tipo di motore che hai postato tu potrebbe funzionare anche ad aria compressa.... Anche con pressioni relativamente basse. Avendola, naturalmente. :D
Se si potessero usare pistoni e cilindri di recupero da altre cose sarebbe una favola. A meno di non usare vapore molto surriscaldato i materiali non dovrebbero subire un eccessivo stress.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Un motore a vapore

Messaggioda maxlinux2000 » 3 giu 2011, 22:27

Il teflon resiste fino a 250 gradi, e ha la particolarità di non aver bisogno di lubrificazione,quindil'attrito è veramente basso.
È facile da tornire e molto robusto se si usano spessori adeguati.
http://it.wikipedia.org/wiki/Politetraf ... riet.C3.A0

Del resto se parliamo di fare un generatore per casa che ottiene energia elettrica dalla legna che brucia, dubito che lo vogliamo fare in modo che superi temperature di 250 gradi... sarebbe alquanto pericoloso per le pressioni in gioco.

ma, i cilindri e i pistoni devono per forza essere... cilindrici? :mrgreen:

...no perchè, avendo questo materiale che non ha bisogno di lubrificazione, non credo ci sia bisogno delle fasce elastiche, quindi un "cilindro" quadrato con un pistone sempre quadrato che ci entra a filo è facile da costruire usando delle barre a sezione quadrata e assemblato il tutto con viti passanti.... non so se mi sono spiegato
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1937
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Dolomitico » 4 giu 2011, 9:43

In pratica fanno i pistoni tondi perchè sugli angoli si verificherebbe maggiore usura,e sono più facili tondi che quadri,cmq nulla togli che possono essere fatti anche in versione quadra.
Ovvio che una vrsione casalinga non sarà mai estrema,una cosa semplice che muova un pistone che a sua volta generi corrente.
I pistoni,ci sono gia i compressori dei frigo che hanno bei pistoni all'interno,oppure qualche pistone di qualche moto,la sull'esempio hanno preso un pistone da motosega.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Un motore a vapore

Messaggioda maxlinux2000 » 4 giu 2011, 12:02

OT

Non funzionano le email dal forum. Il problema sembra sia del server che ospita la piattaforma. Ho già avvisato gli amministratori.

ciao
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6262
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Ferrobattuto » 4 giu 2011, 12:37

offgrid2 ha scritto:OT

Non funzionano le email dal forum. Il problema sembra sia del server che ospita la piattaforma. Ho già avvisato gli amministratori.

ciao

O.K. No problem.... :D

Tornando ai pistoni, sugli angoli tenderanno sempre a "spifferare", in quanto si sommano le tolleranze delle due facce adiacenti. Cilindrici invece no, quello che gioca sono le dilatazioni termiche. A questo punto si potrebbe usare il teflon per fare "fasce elastiche" e per il resto usare lo stesso metallo sia per i pistoni che per i cilindri.
In un motore di quel genere fatto in casa non ci sarebbe nessun bisogno di raggiungere temperature estreme, già poco sopra il punto di ebollizione dell'acqua si potrebbero avere diverse atmosfere di pressione, quanto basta per tirar fuori quel KW o poco più che serve a noi e a quella temperatura le guarnizioni di tenuta potrebbero essere anche di cuoio. Poi i pistoni potrebbero essere a "doppio effetto", ossia con iniezione e scarico del vapore tramite il distributore a cassetta sia sopra che sotto al pistone, in questo modo si ha doppia potenza per ogni singolo pistone.
In questo modo si fanno anche grandi motri diesel, per navi ad esempio.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Un motore a vapore

Messaggioda maxlinux2000 » 4 giu 2011, 18:49

ok, le email funzionano di nuovo... almeno a me sono arrivate tutte, e a voi?
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6262
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Ferrobattuto » 4 giu 2011, 20:22

offgrid2 ha scritto:ok, le email funzionano di nuovo... almeno a me sono arrivate tutte, e a voi?

Anche a me ne è arrivata una.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6262
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Ferrobattuto » 4 giu 2011, 21:35

Guarda che ha combinato questo...... :D http://energierinnovabili.forumcommunit ... ry33831868
Il tosaerba a 4 tempi ce l'ho pure io.... Quasi quasi...... Mi spaventa la possibile reazione della mia signora, però.....
Forse si potrebbe provare con un vecchio motore di 500 o di 126 o di panda30, bicilindrici, raffreddati ad aria e perciò alettati. C'è già tutto, pompa di lubrificazione, cilindri, pistoni ecc ecc. Motori più grandi sono raffreddati ad acqua e non credo siano convenienti.
Questo sotto è un motore a vapore monocilindrico a doppio effetto.

Immagine

Bellino, hè? A noi il regolatore di giri a sfere forse non servirebbe neanche.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1937
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Dolomitico » 5 giu 2011, 12:31

Sto cercando su web,ma devo dire che si fatica a trovare un progetto semplice da mettere su.
Qui ne ho trovato uno:
http://membres.multimania.fr/vapeurlanguedoc/plans.htm
Ci sono dei video stupendi su youtube,ma sono modellini,non so se usati per qualche ora reggono lo sforzo
http://www.youtube.com/watch?v=ahhlJS9dYDw

Un amore per gli occhi. :)

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6262
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Ferrobattuto » 6 giu 2011, 12:15

Girando per la rete ho visto che ci sono anche motori a vapore con cilindri basculanti, a doppio effetto, tutto sommato non sarebbero difficili da fare, anche riciclando vecchi pistoni ad aria compressa.
Un motore alternativo a vapore in pratica si avvale di un fluido di tipo "gassoso" che si espande sopra il pistone, in pratica funzionerebbe anche con aria compressa, per cui perché non riciclare roba del genere? :D
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1937
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Dolomitico » 6 giu 2011, 15:19

Io ne ho qualcuno di quei affari ad aria compressa,in effetti hanno una presa sia sopra che sotto,pero dici che resistano in un'utilizzo continuo come un motore?
Non cè una gurnizione di gomma dentro?
http://www.subito.it/annunci-vari/pisto ... 458894.htm
Questi intendi vero?

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6262
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Ferrobattuto » 6 giu 2011, 20:36

Si si, proprio quelli, magari il più adatto come dimensioni sarebbe quello della seconda foto. Non so, di solito sono adatti anche per servizi continui e a volte abbastanza gravosi, che normalmente in fabbrica lavorano a ciclo continuo e serve che non si rovinino troppo facilmente, però non so come possano reagire alla temperatura del vapore...... Stiamo sempre sopra il punto di ebollizione dell'acqua dopotutto. Forse le guarnizioni non sono adatte, che l'aria compressa di solito è "fredda" a causa dell'espansione, mentre il vapore è caldissimo per forza, altrimenti non è vapore..... :D
Stavo pensando: forse un motore qualsiasi a 4 tempi sarebbe adatto, solo che l'albero a camme dovrebbe girare agli stessi giri dell'albero motore, in questo modo si pompa vapore dal condotto di aspirazione e dallo scarico se ne va. Dovrebbe essere una modifica abbastanza facile. Poi c'è già tutto il resto, lubrificazione, fasce elastiche, guarnizioni ecc ecc, e il tutto adatto anche per temperature elevate. Un motore endotermico abituato a lavorare con temperature di combustione dell'ordine delle diverse centinaia di gradi, con 100-150°C si "riposa". :D
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6262
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Ferrobattuto » 7 giu 2011, 19:53

Stavo pensando (me la canto e me la suono da solo.... :D ), ho da parte un vecchio compressore per l'aria, i pistoni e le fasce sono ancora discretamente buoni, sono partite le valvolette a lamella, che ho tentato di sostituire ma non ha ripreso un granché, potrei provare a trasformarlo in un bicilindrico a vapore, però dovrei autocostruirmi il distributore e trovare il modo di collegarlo all'asse.
Un'altra cosa che forse prendiamo un po' sotto gamba è la caldaia, naturalmente a vapore saturo e non surriscaldato, che col surriscaldato si va troppo su di pressione e forse non è alla nostra portata. Se non si costruisce bene non si ha un buon rendimento, e tutto il calore se ne va nel...... Riscaldamento. :lol:
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1937
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Dolomitico » 9 giu 2011, 14:27

Boh tutto fa brodo,un bicilindrico è di sicuro meglio,non dovrebbe essere difficile farci un sistema per l'iniezione del vapore,pero bisgna ricordarsi un modo per farlo uscire.
Stavo accarezzando anche l'idea di una turbina,in effetti la danno per maggiormente efficente,anche se fara un casino della misericordia.
Ho guardato dei pistoni pneumatici,dovrebbero essere ok,ma mi preoccupa il piccolo foro per il passaggio dei gas,è una vera strozzatura per certi versi,finche si fa andare a regimi medio bassi non ci sono problemi,ma poi potrebbero diventarlo.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1937
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Un motore a vapore

Messaggioda Dolomitico » 9 giu 2011, 18:44

Ho fatto un giro sui siti tedeschi,che di sicuro sono più avanti di quelli nostri,in effetti ho trovato :o :o :o un mondo di cose.
Ma cose che qui non ho mai visto.
Vi metto i link,non vi dico di leggere,ma basta scorrere le pagine e guardare le foto:
http://www.modell-dampf-forum.info/foru ... php?t=8219
http://www.modell-dampf-forum.info/foru ... php?t=7200
http://www.modell-dampf-forum.info/foru ... php?t=6731
http://www.modell-dampf-forum.info/foru ... php?t=7628
http://www.modell-dampf-forum.info/foru ... php?t=6712

é un forum di modellismo,quindi si trova una marea di materiale,peccato che essendo tedeschi pensano sempre ai soldi,quindi i piani per costruire questi bei modelli sono a pagamento,ebbene si,si lucra anche qui.
Qui dove vendono i piani di costruzione:
http://www.dampfmodellbauer.de/
so che non li comprerete,è solo per rendere l'idea.
Cmq quello che sono rimasto di stucco è l'alto livello di tecnica delle costruzioni,da un paio di foto ho visto delle chicche su lavorazioni al tornio o alla fresa che non conoscevo.
Guardate questo V12 che roba.
http://www.modell-dampf-forum.info/foru ... 183&page=2

E adesso un bel generatore,in miniatura,ma ben funzionante,Ferro,non ti prudono le mani?
http://www.modell-dampf-forum.info/foru ... 325&page=3

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Un motore a vapore

Messaggioda maxlinux2000 » 9 giu 2011, 19:22

Dolomitico ha scritto:....peccato che essendo tedeschi pensano sempre ai soldi,quindi i piani per costruire questi bei modelli sono a pagamento,ebbene si,si lucra anche qui...


in effetti è capitato anche a me una volta. Un tedesco mi aveva contattato (in inglese) per compilargli sulla suo computer un pacchetto debian di video sorveglianza che non riusciva a sistemare lui stesso. Mi ha dato l'accesso come root al suo computer e poi mi ha mandato 20 marchi via paypal.... ed io allucinado :shock:

stavo pensando una cosa. Quei progetti tedeschi avranno una fonte...no?
Cogito, ergo NO SUV !!

Share This


Torna a “Motori e Carburanti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite