modificare il caminetto del salotto...

Moderatore: CB900RED

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 27 gen 2015, 20:01

Non so da che parte prenderla.... vabbe' provo a spiegarmi.
E' arrivata la bolletta del gas e ovviamente è da paura. Il fatto è che cominciamo ad avere una certa età, io ero freddoloso pure da giovane...

La casa è abbastanza grande, oltre 120 metri, al primo piano e con una modesta soffitta come isolamento dal tetto, il riscaldamento è anche un po' sbilanciato, è praticamente impossibile scaldare la sala e lo studio, che insieme fanno 50 metri quadri...
In sala ho un caminetto abbastanza grande, tradizionale, pressochè inutilizzato. Io non ho tanta pazienza per fare il fuochista i miei... lasciamo perdere...

L'idea che mi era venuta era di trasformare il caminetto in un termocamino ad aria da usarsi come integrazione al riscaldamento, almeno per una parte della casa.

Vorrei bruciare pellets o altro (ma il mio giardino è troppo piccolo per produrre quantitativi significativi di combustibile); avevo pensato ai bruciatori di olio esausto che si vedevano una volta in giro... ma mi sembra che l'approvvigionamento del combustibile sia problematico e soggetto a controlli e regole rigorosi.

Torniamo ai pellets: fare lavorazioni in metallo non mi spaventa, col metallo "ci parlo" abbastanza... Non sono un fabbro rifinito ma fino ad un portone in ferro battuto ci arrivo...
Mi piacerebbe trasformare il camino in una sorta di "camino a camera stagna", alimentato da un serbatoio di pellets posto a fianco.
Dentro metterei uno scambiatore aria-aria per avere aria calda incanalabile e distribuibile nelle stanze dove serve.

Però dei bruciatori a pellets so poco, mi sto documentando, ma per ora ho un po' di confusione in testa.
Quelli che ho visto sono costruzioni con una discreta estensione in verticale, a me serve orizzontale, serve un sistema che scarichi ceneri e residui fuori dal focolare...

L'idea di un sistema a gassificazione non mi dispiace, ma dovrebbe avere un circuito dei gas ripiegato, possibilmente con poca ventilazione forzata... preferisco avere l'aspirazione sullo scarico in modo da avere il braciere in depressione per motivi di sicurezza...

Insomma se qualcuno ha voglia di aiutarmi ad elaborare questo progetto...

Paolo

Share This



Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda maxlinux2000 » 28 gen 2015, 16:53

Non ti posso aiutare cpn la stufa... Ma la prima cosa da fare è isolare per bene la casa. Adesso ci sono isolanti molto sottili ed economici, molto più efficaci di uno strato di 15 cm di lana di roccia per intendersi.

Informati un po' dalle tue parti
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 28 gen 2015, 17:27

maxlinux2000 ha scritto:Non ti posso aiutare cpn la stufa... Ma la prima cosa da fare è isolare per bene la casa. Adesso ci sono isolanti molto sottili ed economici, molto più efficaci di uno strato di 15 cm di lana di roccia per intendersi.


Si lo so che il cappotto è LA soluzione. Ma non è semplice: la casa è una vecchia casa ristrutturata, io ho il primo piano, sotto ci sono due piccoli appartamenti.

Anche facendo il cappotto solo al primo piano mi trovo ad avere una parete che affaccia sul giardino di un vicino poco collaborativo, una sul giardino di uno degli appartamenti sottostanti... Insomma non facile.
Sopratutto un po' fuori budget, perché recentemente abbiamo comprato casa per il figlio... quel che c'era in cassa è finito lì...

Comunque è in programma, ma io ho freddo ora, non fra due anni..

Comunque tendo a essere diffidente riguardo ai prodotti "miracolosi"... forse perché ai miei tempi a scuola la fisica si insegnava ancora con un po' di serietà...

Tornando a bomba: sto provando ad immaginarmi il bruciatore del mio caminetto, partendo da quelli che vedo qui, un po' modificati per ridurre l'estensione verticale e aiutare anche un po' l'estetica...

Un bruciatore gassificatore è composto, se capisco bene, sostanzialmente di due parti:
-la zona di gassificazione dove il pellet viene in parte bruciato (in sostanza a regime si brucia il residuo carbonioso) e in parte gassificato
-la zona dove viene bruciato il gas prodotto

Per ridurre le dimensioni verticali (e aiutare un po' l'estetica, che per avere l'approvazione della moglie è fondamentale) vorrei ripiegare il circuito dei gas, cioè raccogliere il gas prodotto e rialimentarlo intorno alla prima camera (all'esterno), ovviamente addizionato dell'aria secondaria, in modo da nascondere la parte interna con la fiamma del gas.

Quando avrò le idee più chiare farò un disegno, per ora vorrei capire...
Domande:
-è possibile far bruciare il pellet in un sistema che lo muova continuamente (come una coclea) oppure e meglio tenerlo fermo?
-controllando l'aria primaria controllo la temperatura nella prima camera e quindi la qualità dei residui... corretto?
-come faccio a avere uno scarico della cenere senza smontare tutto ma soprattutto senza che la cenere intasi i fori dell'aria primaria? Insomma mandare la cenere nel classico cassetto...

Di domande ne ho ancora tante... vediamo se qualcuno mi risponde...

Paolo

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1819
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda eneo » 29 gen 2015, 9:27

Ciao jpquattro, non hai la possibilita' di riuscire ad allacciarti ai collettori principali dell'acqua di riscaldamento?
Se hai qualche foto del caminetto postale. Ciao
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 29 gen 2015, 9:56

La caldaia sta in uno sgabuzzino e i collettori sono li. Ci posso arrivare passando dalla soffitta...
Il camino... ora sono fuori, posso fare una foto stasera...

Comunque quello è il livello tre del lavoro... prima mettere a punto il bruciatore e l'alimentazione, poi modificare il camino, alla fine integrazione con l'esistente

Paolo

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 3 feb 2015, 11:51

Allora...

Supponiamo di fare il bruciatore-gassificatore per i pellet a forma di campana (chiusa sopra!)... diciamo diametro 140 mm altezza 200-250mm.
Alla base, per "chiudere" la campana la griglia da cui esce la cenere e entra l'aria primaria.
alla sommità della campana facciamo entrare l'alimentazione del pellet e uscire il gas con uno o più tubi in ferro o inox... i tubi girano dietro e sotto, prendono l'aria secondaria (la forma di questo bruciatore e ancora un po' indefinita...) e la combustione del gas avviene davanti alla "campana". In sostanza il bruciatore è ripiegato su se stesso.

Lo scopo sarebbe di accorciare verticalmente il bruciatore e avere la fiamma che un po' maschera il bussolotto metallico dietro....

l'alimentazione dei pellet arriverebbe di lato, dall'alto, forse senza coclea ma solo con uno tubo inclinato (quanto è l'angolo minimo accettabile? qualcuno lo sa?)

La campana la ricaverei tagliando un vecchio estintore, almeno per il prototipo...
Un dubbio è la base, quali accorgimenti per smaltire la cenere senza avere intasamenti, evitare la formazione di residui solidi più o meno compatti?

Debbo trovare un po' di accorgimenti per avere uno smontaggio facile...

Suggerimenti, idee?

Paolo

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda maxlinux2000 » 4 feb 2015, 15:13

non sono affatto un esperto, ma dibito che si possa fare a meno della clochea con il pellet o il cippato.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
CB900RED
Moderatore
Messaggi: 805
Iscritto il: 26 mag 2013, 17:23
Località: ravenna

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda CB900RED » 4 feb 2015, 16:12

ciao jpquattro invece di cercare di trovare dei marchingegni per togliere la cenere per tenere pulito il crogiolo per non far sporcare i fori dell'ingresso aria ecc ...ecc
hai preso in considerazione un'alimentazione dal basso .........
cioe' invece di far cadere il pellet dall'alto ed avere problemi con la cenere e usare solo pellet di buona qualita'
alimentare il crogiolo dalla parte bassa
io mi riferisco un po' al mio TC policombustibile e sinceramente non ho mai avuto problemi di combustione dovuti alla cenere e in piu' al pellet scadente
visto che devi partire da zero e se hai possibilita' di avere anche legna a basso costo sarebbe l'ideale ;)
viewtopic.php?f=64&t=1129
viewtopic.php?f=26&t=1131
un saluto cb900red

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 4 feb 2015, 18:46

La coclea posso farla, non credo sia un grosso problema. La domanda potrebbe essere che diametro e che velocità?

L'alimentazione dal basso mi convince poco, il caminetto esiste già, in muratura con interni in ferro.
E' abbastanza grande ha una bocca di 100x70 profonda circa 60...
Dovrei lavorare sotto il piano di fuoco e lo spazio (più che altro per lavorarci...) sarebbe un problema...

Forse il mio spirito di homo faber che è stuzzicato dai bruciatori a gassificazione...

Se ricomincio con la legna mi ritrovo ad accenderlo solo per natale e capodanno e solo se nevica (qui non nevica mai)...

Io il camino lo vorrei usare come integrazione del riscaldamento, più che come sostituzione.
Quindi non credo mi convenga farci ACS... troppe complicazioni
Vorrei farci un condotto di circolazione d'aria (con tubi da 2", saldati) in modo da distribuire aria calda nelle stanze adiacenti...

Probabilmente dovrò modificare le prese d'aria (ora la bocca è aperta e prende aria dalla stanza) per chiudere la bocca con un vetro ceramico.

Paolo

Avatar utente
CB900RED
Moderatore
Messaggi: 805
Iscritto il: 26 mag 2013, 17:23
Località: ravenna

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda CB900RED » 4 feb 2015, 20:07

ciao come tutti i bruciatori con alimentazione a coclea per pellet e cippature sia alimentati da sopra o da sotto
hanno una centralina che gestisce sia la velocita' della ventola che la velocita della coclea
sempre in base alla temperatura sia dell'aria ..o dell'acqua e anche in base alla temperatura dei fumi
pertanto penso che un bruciatore con alimentazione fissa non abbia una grossa resa
pero'adesso ci sono delle centraline che riescono a gestire anche piccoli bruciatori
la differenza per quello che so tra un'alimentazione per caduta dall'alto oppure da basso come si dice a vulcano
e' che quella a vulcano non ha problemi con la cenere
io lo pulisco una volta ogni 15 giorni
Allegati
23112012482.jpg
23112012482.jpg (355.53 KiB) Visto 1501 volte

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 4 feb 2015, 21:38

La centralina... Ho mangiato pane e calcolatori dal 1973 a oggi... Ho programmato in una dozzina di linguaggi, fra cui il linguaggio assembler di molte macchine diverse (OK, sono un po' arrugginito ora, ma ci metto poco a recuperare...) Mi possono spaventare tante cose ma non programmare un controller per gestire il mio caminetto.

Comunque il caminetto lo debbo ristrutturare, è stato costruito dal precedente proprietario della casa, un costruttore con un po' troppa tendenza ad improvvisare... E' proprio costruito a "membro di segugio"...

Mi piacerebbe provare il bruciatore-gassificatore a flusso ripiegato... ma alimentazione dal basso o dall'alto l'interno deve essere rifatto, tutto, rivestimenti metallici prima di tutto.

Ora faccio una foto al caminetto in questione e la posto...

Paolo

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 4 feb 2015, 22:18

Foto del caminetto:
Immagine

Paolo

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 5 feb 2015, 9:04

CB900, sto riguardando il tuo impianto. Ieri sera il server del forum è andato in sciopero, e non ho potuto finire il discorso.
La tua installazione è molto complessa e in casa mia non sarebbe giustificabile, il mio giardino è piccolo, non ho tutta la tua produzione di potature...
Però il tuo focolare è interessante...
Il tuo caminetto ha due coclee, una verticale sotto il braciere, corretto? come è fatta la trazione della coclea verticale?
Intorno alla coclea verticale c'è una grata per l'aria e per la cenere?
c'è un meccanismo per impedire al fuoco di propagarsi verso la coclea orizzontale?

Paolo

Avatar utente
CB900RED
Moderatore
Messaggi: 805
Iscritto il: 26 mag 2013, 17:23
Località: ravenna

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda CB900RED » 5 feb 2015, 14:24

ciao guarda che il mio braciere e' piu' semplice di quello che sembra ;) ;)
anche io ieri sera ti stavo rispondendo pero' abbiamo avuto un pistop :)
nel mio TC la coclea e' una sola :woot:
come si vede dalla foto la forma della cenere che dal centro va verso l'esterno del braciere
e la cosa piu' bella e' che io posso mettere dei pezzi di legna sopra al braciere e lui come si dice in gergo non gli puo' fregar di meno :D
non si spegne non si sporca e va sempre ;)
ho girato piu' di un anno prima di trovare questo TC con questo sistema
perche' di TC policombustibile ce ne sono di varie tipologie ma questo in particolare non ha bisogno di manutenzioni particolari
e non ha meccanismi vari per pulire il crogiolo e portare la cenere in un cassetto oppure pericoli di incendio del pellet nel serbatoio ;)
comunque penso che un sistema del genere si possa applicare al tuo camino con delle modifiche non stravolgenti
un saluto cb900red

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 5 feb 2015, 18:28

non è che posteresti due disegnini e magari due misure? Dai che mi prude la saldatrice! :lol: :lol:

Paolo

Avatar utente
CB900RED
Moderatore
Messaggi: 805
Iscritto il: 26 mag 2013, 17:23
Località: ravenna

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda CB900RED » 5 feb 2015, 19:08

ciao paolo qui trovi gia' delle dritte
viewtopic.php?f=64&t=1119&p=19585#p19585
poi qualche consiglio non fa mai male ;)
un saluto cb900red

Avatar utente
mastrovetraio
Moderatore
Messaggi: 2599
Iscritto il: 25 nov 2012, 14:01
Località: provincia di Ferrara
Contatta:

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda mastrovetraio » 5 feb 2015, 20:58

Per non fare confusione, metto qui la foto di una stufa in ghisa che certamente può fare al caso tuo. Negli sportelli c'è appunto la mica
Allegati
dscf3001.jpg
dscf3001.jpg (143.06 KiB) Visto 1479 volte

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 5 feb 2015, 21:10

...ed è protetta da una rete metallica (lamiera stirata...) comunque non era questo che avevo in mente...

Paolo

Avatar utente
CB900RED
Moderatore
Messaggi: 805
Iscritto il: 26 mag 2013, 17:23
Località: ravenna

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda CB900RED » 5 feb 2015, 21:55

ciao paolo lettura molto interessante :D :D
questi sono i lavori che non ti rendono dipendente da un solo combustibile
e poi come sempre le cose evolvono ;)
un saluto cb900red
Allegati
19102012427.jpg
19102012427.jpg (269.22 KiB) Visto 1474 volte
18102012426.jpg
18102012426.jpg (256.93 KiB) Visto 1474 volte

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 742
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: modificare il caminetto del salotto...

Messaggioda jpquattro » 6 feb 2015, 13:10

In attesa di levare la polvere dal tornio e dalla saldatrice, debbo definire un problema.
Il caminetto in foto, a parte le strutture esterne in muratura "estetica" (de gustibus... non l'ho fatto io!) ha una struttura interna in elementi prefabbricati in conglomerato cementizio, con il focolare rivestito in lastre di ferro.

Io vorrei trasformarlo in una struttura chiusa, senza comunicazione con l'ambiente... mi posso fidare della struttura prefabbricata, magari rifinendo con uno strato di refrattario, una specie di intonaco insomma?
Costruirei le parti necessarie, collegandole al rivestimento in ferro...

Fra la muratura estetica e il prefabbricato ci dovrebbe essere un'intercapedine (non sono sicuro, per scoprirlo debbo spaccare...), che io vorrei sfruttare come "vano tecnico" in cui alloggiare tubi e ventilatori...
Il frontale, che ora è intonacato, dovrebbe essere sostituito con un pannello, possibilmente presentabile, ma cosa? legno no, metallo neanche... il meglio sarebbe un pannello di cartongesso, per ragioni estetiche... ma si può fare un pannello apribile di cartongesso senza fare una schifezza?

Paolo

Share This


Torna a “Stufe e caldaie legna pellet (home made)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite