Stufa a pirolisi di Nathaniel Mulcahy - Gasificazione

Moderatore: CB900RED

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 6987
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Stufa a pirolisi di Nathaniel Mulcahy - Gasificazione

Messaggioda Arex » 23 dic 2012, 15:30

Lucia Stove è una stufa rivoluzionaria. Brucia biomassa e, invece di produrre CO2, la sequestra intrappolandola nel biochar, un carbone vegetale che può essere usato come concime. Il processo è ottenuto in una camera aperta dalla forma semplice, sfruttando solo la circolazione dell`aria.Nathaniel Mulcahy della WorldStove, azienda tortonese di progettazione e consulenza ingegneristica, ha inventato e brevettato nel 2009 la Lucia Stove, una stufa a bassissimo costo originariamente pensata per i mercati poveri del terzo mondo, in grado di produrre energia pulita partendo da materie prime quali il pellet, o gli scarti di lavorazione dell`agricoltura (biomassa).Il progetto è iniziato 10 anni fa ad Haiti con l`obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle popolazioni rurali dei paesi in via di sviluppo, riducendo nel contempo la deforestazione, causata dall`uso di legna sia per cucinare che per produrre carbone. Il vantaggio, in termini di lotta alla deforestazione, sta nel fatto che la stufa va alimentata con sterpaglie, residui agricoli, rami secchi, anziché con legna grossa.Il meccanismo alla base di questa stufa è la pirolisi: un processo di combustione per gassificazione che si produce in assenza di ossigeno, lo stesso che si usa da sempre per produrre il carbone vegetale.In Lucia Stove però per la prima volta il processo è ottenuto non in una camera di combustione chiusa, ma in una stufa aperta, dalla costruzione semplicissima e che ha un costo dai 30 ai 50 euro in contrapposizione con i 1.000-3.000 € dei pirolizzatori in commercio.Lucia Stove sfrutta un particolare sistema di circolazione dell`aria per ottenere una combustione senza ossigeno che lascia come residuo carbone vegetale, il biochar, nel quale la CO2 resta immagazzinata, anziché venire dispersa in atmosfera e che può essere usato come concime.Una volta accesa, la stufa fa sviluppare alla biomassa un gas sintetico (un mix di idrogeno, metano e monossido di carbonio) che bruciando forma una specie di cappa che consuma l`ossigeno impedendogli di entrare.Ed ecco che una semplice stufa componibile in 5 pezzi riesce a raggiungere un`efficienza di combustione del 93% con emissioni minime (circa del 6% di quelle di una caldaia a metano). Un risultato molto buono se confrontato con il 7-12% di un fuoco aperto ma anche con l`80% di una stufa a pellet, perché mentre in questi due casi il bilancio di CO2 è neutro, si rilascia cioè in atmosfera l`anidride carbonica immagazzinata dalle piante, con Lucia Stove il bilancio delle emissioni è negativo, perché la CO2 resta nel biochar.Ora, oltre a stufe di dimensioni più grandi e a caldaie, si sta lavorando all`applicazione della tecnologia di Lucia Stove a centrali a biomasse da 1,5 a 50 MW e a piccoli impianti di cogenerazione, che usano cioè il calore del processo per generare energia elettrica.Si tratterebbe di un modo di produrre energia economicamente competitivo con il fotovoltaico, particolarmente conveniente per industrie agroalimentari o aziende agricole, che si vedrebbero ripagate dell`investimento per un impianto da un chilowatt in circa 3 mesi. I cogeneratori basati sulla tecnologia di Lucia Stove, infatti, possono essere alimentati con qualsiasi tipo di biomassa purché abbia umidità inferiore al 30%, compresi quindi gli scarti agricoli di ogni genere che le aziende altrimenti dovrebbero pagare per smaltire.Attenzione: i brevetti sono replicabili solo per uso proprio, nel privato e non per scopi commerciali.
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Share This



Avatar utente
forma
Messaggi: 163
Iscritto il: 22 lug 2013, 0:37

Stufa a pirolisi di Nathaniel Mulcahy - Gasificazione

Messaggioda forma » 23 dic 2012, 17:13

Che meraviglia!

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 6987
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Stufa a pirolisi di Nathaniel Mulcahy - Gasificazione

Messaggioda Arex » 24 dic 2012, 1:59

Si questa stufa è una meraviglia ... l'unica cosa che non mi convince e alla quale ancora non ho pensato è al sistema per caricarla/scaricarla autonomamente ... se avete idee son tutt'orecchi
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Avatar utente
Canaletto68
Messaggi: 154
Iscritto il: 22 lug 2013, 0:37

Stufa a pirolisi di Nathaniel Mulcahy - Gasificazione

Messaggioda Canaletto68 » 16 mar 2013, 22:16

Questa è una discussione che mi interessa al pari della pellettatrice, bravo Arex per la delucidazione.

Avatar utente
titone78
Messaggi: 1537
Iscritto il: 1 mag 2013, 13:01
Località: Ferrara
Contatta:

Stufa a pirolisi di Nathaniel Mulcahy - Gasificazione

Messaggioda titone78 » 26 mag 2013, 21:15

Salve a tutti volevo aggiungere un paio di link che parlano di tanti tipi di questi bruciatori........a pirolisi,a gassificazione e rocket........http://stoves.bioenergylists.org/stove_designhttp://stoves.bioenergylists.org/stove_designhttp://fuocoperfetto.altervista.org/http://fuocoperfetto.altervista.org/
Specifico che ogni cosa da me mostrata e costruita e solo per scopo privato e non a scopo di lucro,non mi prendo responsabilità se qualcuno replica le mie costruzioni

Share This


Torna a “Gasificazione”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite