il mio impianto ibrido offgrid

Moderatore: maxlinux2000

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1917
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 6 ott 2016, 13:23

Si,vero,ma per 65€ sono accettabili,con 260€ hai 600w,io prendo quelli da 100w 12v per motivi...diciamo....LOGISTICI.... :)
e lo pago nuovi 109€ l'uno....quindi se i tuoi erogano 150w,sono si rovinati,ma possono andare,sopratutto se hai spazio da metterli....
Ma cosa succede a quelle celle?Si rovinano dal caldo o dalla troppa corrente?

Share This



Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1819
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 6 ott 2016, 17:10

Io li ho pagati 70 euro, li ho testati tutti e hanno i valori di targa dichiarati. Più che altro è il discorso delle stringhe, questi pannelli provengono da grossi impianti con stringhe formate da tanti pannelli in serie, i pannelli possono sembrare uguali ma nonostante l'automazione nel processo produttivo i pannelli non saranno mai uguali. Per questo con il tempo, sporcizia poi, le stringhe inizieranno a sbilanciarsi, qualche pannello o cella inizierà a riscaldarsi più del dovuto e cosi via. La temperatura che di conseguenza viene, da questi problemi, è il fattore che ne determina l'invecchiamento, un conto sono i nostri pannelli accuditi e controllati, un conto quelli dei mega impianti. L'aria calda che si forma sotto il pannello deve poter uscire per favorire il raffreddamento naturale. Basta vedere dietro il pannello se la plastica bianca e' un po' raggrinzita o ondulata vuol dire che ha subito molto calore. Poi ci sono i lotti di produzione di serie b e qui siamo in italia che per risparmiare e guadagnare facciamo di tutto a dispetto di una buona installazione e duratura dell' impuanto. Il discorso poi ricade sempre sull'eterna lotta tra pwm e mppt, che in questo caso nei nostri impianti casalinghi, sia ancora un punto a favore, anche un mppt taglia la carica come un pwm....vi pare?
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 997
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Marko » 6 ott 2016, 22:41

Io li ho presi due da 200w 65 euro, per montarli verticalmente fronte mare, e fronte tramonto, dopo le 14, si illumina parecchio come si vede nel video:
http://www.videosprout.com/video?id=341 ... d6c9bab951

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1819
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 6 ott 2016, 23:24

A quanto sembrano stanno messi bene, mica hanno segni visivi sulle celle,tipo annerimento, hotspot o bolle?

Questa mattina presto ho trovato una batteria a 11.4v e il led rosso sul epsolar segno di batteria scarica, visto il tempo brutto mi sono deciso di staccare l'impianto almeno per oggi e vedere cosa sara' successo, anche perche' le due batterie erano ormai diseallineate da parecchio tempo, tensioni troppo differenti tra di loro. Rabboccate tutte e due di livello, ho caricato prima la batteria piu' scarica per un paio di ore, poi le ho messe in parallelo e caricate a 15.2v per un paio di ore. Ho aggiunto il sensore di voltaggio per una carica ottimale, con il cavo da 35mmq la differenza di tensione era solo di 0.08v. Fortuna che ogni tanto e' uscito il sole, comunque ho visto punte su 18A sul epsolar quando caricavo la prima e 32A sul tristar quando caricavo tutte e due, di piu' non cacciavano perche' poi andavano in modulazione. Staccato il tutto e lasciate riposare fino a questa sera la differenza di tensione e' rimasta sui 0.15v, controllata sia con il tester, sia con l'epsolar e sia con il tristar. Ho rimontato il tutto pero' ho invertito le batterie. Vediamo ora come vanno- C'e' da dire che facendo un controllo visivo sulle piastre la batteria scarica ha le piastre negative leggermente spugnose mentre l'altra ha le piastre perfette. Che siano di due lotti differenti?
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 997
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Marko » 7 ott 2016, 9:10

Che batterie sono?
I pannelli che ho preso, hanno piccoli difetti, ma vedo che producono bene, e già questo, è ok x me, tanto lavorano da ottobre ad aprile/maggio per alcune ore dal pomeriggio...e d'estate solo al tramonto... :wacko:
1.jpeg
1.jpeg (344.33 KiB) Visto 1371 volte

1.jpeg
1.jpeg (344.33 KiB) Visto 1371 volte

4.jpg
4.jpg (165.31 KiB) Visto 1371 volte
Allegati
2.jpeg
2.jpeg (196.15 KiB) Visto 1371 volte

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1819
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 7 ott 2016, 11:01

L'importante che funzionino, tranquillamente dovrebbero durare almeno altri 10 anni se non di piu'.
Le mie batterie sono della NBA, oggi in carica sui 29.6v lo squilibrio era di 0.2v, in float praticamente uguali. C'e' da dire che ieri ho approfittato anche a cambiare i morsetti vecchi con altri nuovi. Ho sempre notato che il consumo di acqua e' maggiore sulla batteria con il polo negativo libero, cambiare di posizione le batterie a rotazione penso che sia giusto per farle durare piuì a lungo.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 997
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Marko » 7 ott 2016, 11:41

NBA tubolari? Ne ho una 6V 240ah associata alle piane SMA e si sta comportando bene, rimane ben allineata alle altre. Quando però si equalizza, la nba arriva a 7,8V e le altre stanno un po più basse, ma male non gli fa...man mano che le piane schiattano, le sostituisco con una tubolare...money permettendo...
Anche se avevo in mente di rifare pian piano, una serie di banchi da 24v nba 2x12v 80ah, sino ad arrivare a 300ah circa.Eventuale sostituzione per fine vita, il ricambio è meno doloroso di una da 6v240ah....vedremo...sono ultra OT alla grande...sorry

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1917
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 7 ott 2016, 14:18

Ma sei sicuro Eneo che non sia una qualche anomalia?
Sbaglio o anche le altre batterie che avevi....SMA se non ricordo male avevi problemi con le negative spugnose?
Non è che il banco è piccolino e gli tiri troppa corrente?Ho appena letto su un manuale che una possibilità è l'eccesso di ricarica..
recita cosi:
constatazioni:
Consistenza molle,colore grigio pallido,materia attiva caduta
diagnosi:
solfatazione eccessiva o disgregazione nell'acido troppo concentrato
cause:
o aggiunta di acido (non credo il tuo caso)
oppure elevazione di temperatura per sovracarico.

In pratica,il banco è un pò piccolo e la ricarica avviene in maniera troppo rapida.(ma non mi fulminare,non voglio mettere il coltello nella piaga,voglio solo cercare di aiutarti a capire se possibile)

Da quello che vedo sui grafici dei libri le piombo si possono caricare a 20%,il grafico riporta una ricarica di 5h senza problemi,ma forse non si può andare troppo oltre.
Questo forza le piastre e tendono a rovinarsi....che ne pensi?

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1819
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 7 ott 2016, 16:39

Dolomitico hai centrato il punto almeno sull'utlima parte, ho sempre detto che la carica continua sulle mie batterie le hanno rovinate, non andavano mai in float. Altro che 5 ore le mie ci stavano il doppio, ecco perche' la soglia di carica la tenevo sui 29.2v proprio per preservarle. Piu' di qualcuno mi diceva che tenevo la soglia bassa....non facciamo nomi. :lol: :lol: Se potessi tornare indietro comprerei subito il cavetto, a saperlo per pochi euro le avrei fatte durare altre due anni, ma queste almeno per ora le ho salvate dalla troppa carica. Ho tenuto d'occhio la fase di carica e tolti i carichi sull'inverter le batterie non assorbono piu' di 12A, pertanto sto sui c10. Scaricandole poco la sera, la mattina successiva, con assorbimento sui 29.6v entro le 10.30 - 11.00 vanno in mantenimento. Direi perfetto almeno per ora.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 997
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Marko » 7 ott 2016, 18:22

Probabile che anche le mie batterie le ho caricate x troppo tempo senza float, non ricordo mai che il tristar sia mai andato , stava sempre in 29,4v per moooolte ore. Poi ho usato banali regolatori che del float nemmeno erano in programma, ma visto il regolatore precedente stavo tranquillo. Con l'ep solar e con uno cinese simile, mi son reso conto che le batterie le avevo tirato il collo inutilmente... dopo due ore di bulk si posizionano in float...
VABÈ dopo 5 anni siamo ancora qui con le SMA....però forse starebbero meglio.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1917
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 7 ott 2016, 18:57

Allora siamo in 3.... :huh: ^_^
Anche le mie non hanno fatto nulla di diverso,il float l'hanno trovato solo ultimamente,e in effetti problemi con perdita di materiale non ne ho visto,però si sono gonfiate un pò,hanno le pance.....
Purtroppo cè poco da fare,è esperienza....
Però per adesso funzionano ancora,e finchè durano tanto vale insistere...
Purtroppo lo giudico una pecca del tristar,uno fa affidamento totale e sbaglia,io ricordo in passato di averlo visto in float,ma era cosa ben rara,si faceva parecchie ore a 15.4v e poi quando ho visto che si gonfiavano ho desistito,solo recentemente ho ritentato con le soglie via pc,assicurandomi che andasse in float xo...
Mi facevi stare in pensiero,sono indeciso se un prossimo banco replico le trojan...che sono cmq fenomenali,oppure tentare sulle nba,che essendo tubolari sono sicuramente più indicate,però non sotto i 240Ah,anzi ho visto su ebay un bel banco da 350Ah che giudico il minimo per adare un pò tranquillo.....
Ma intanto sfrutto ciò che ho....

Allora si può affermare che il tristar un pò ci ha fregato...... :cry:

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1819
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 7 ott 2016, 19:52

Purtroppo sia il tristar che l'epsolar e pure lo steca, tutti i regolatori in generale, sono settati su batterie ad uso tampone, per un uso ciclico devono essere per forza modificati. Sulle sma devo ricredermi non sono male ottimo rapporto qualita' prezzo, meglio ancora la serie ut240 con separatori e piastre piu' per uso ciclico come quelle di marko. 2nba 120ah 300 euro contro 2 sma 150Ah 230 euro. Prima o poi prendero' anche io 400ah di capacita' in modo da riuscire a farci tutta la notte.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1917
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 8 ott 2016, 8:22

Hai preso in considerazione di fare un banco da combattimento,magari con batterie usate comprate dai demolitori?
Io anni fa avevo preso delle varta,che ormai le ho smaltite,ma adesso mi pento perchè non sapevo la storia della ricarica alta...
E le avevo pagate poco,15/20 euro la batteria da 45/50ah.
Non so i prezzi adesso,ma da parallelare durante il giorno sarebbero un'idea,oppure fai come osmotico e te le fai,le magie purtroppo non si fanno.....
Sai che ho letto quello che hai scritto,e mi sembrava una stortura,ma in realtà trovo che potresti aver ragione?
Non proprio un'uso tampone,ma i regolatori cmq non sono programmati per una ricarica completa.

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1819
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 10 ott 2016, 11:32

Il tristar con un impianto usato quotidianamente non va' mai in float causa del dutycicle al 30% e altri settaggi troppo alti, tramite i grafici andava soltanto quando nei fine settimana ero assente, lo steca nemmeno a parlarne, per ora nel camper va benissimo come uso tampone, forse l'epsolar tra i tre sarebbe quello che ha i settaggi di fabbrica migliori, anche se ha 13.2v come ritorno in fase di absorption. Per ora i settaggi sul mio impianto funzionano da oggi, ho dovuto calibrare un po' il landstar con le temperature basse e con il cielo nuvoloso. Fase di assorbimento sui 29.6v sul tristar con tempo 1ora e 45 minuti, sul cinese 29.3v e tempo 70 minuti.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 997
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Marko » 10 ott 2016, 12:39

70 minuti sul ep solar? con la discesa delle temperature l'ho impostato a 120 minuti( 29,3V). Che dici son troppi?

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1819
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 10 ott 2016, 13:13

Li ho messi cosi perché i due lavorano insieme, è un compromesso per far andare in float prima il landstar. Non saprei dipende quanto dura la fase di bulk prima.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1917
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 11 ott 2016, 11:13

Secondo me sarebbe da lasciare il pc collegato per vedere come si comporta la curva di carica,io c'ho perso 3 giorni a fare prove,ma si può stabilire da soli il tempo utile per la ricarica,si vede benissimo come inalzando il voltaggio di fine carica il tempo necessario alla ricarica completa decresce in maniera proporzionale,se a 29.3v ci mette un tot,a voltaggi più alti è molto più rapido,basta passare in modalità equalizzazione che il voltaggio è sui 30.6V e si vede come le cose accellerano di più.
Lindemann diceva che si ottiene molto di più con mezz'ora a voltaggio alto che non con intere giornate a 14.4v circa
Cmq sia solo monitorando il proprio impianto si può farsi un'idea sui parametri da impostare...

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1819
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 11 ott 2016, 11:26

Dolomitico mi hanno fatto un prezzaccio sullo steca pi1100 ma purtroppo causa imprevisti non posso acquistarlo. Fondi di magazzino sono venduti quasi al 50% di sconto. :angry: :angry: :cry:
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1917
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 11 ott 2016, 12:11

A si?
Ma sono reperibili anche sul web?o sono rivenditori a negozio o magazzino.
Io non lo so,per adesso sarei anche a posto,con 2700w continui sono abbastanza coperto....
Caspita,mi spiace ma un 50% di sconto è veramente parecchio....non riesci minimamente?

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1819
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 11 ott 2016, 13:14

Proprio no, e' un periodaccio, oggi mi sono consolato accendendo la stufa a pellets con il fotovoltaico nonostante il tempo nuvoloso va alla grande con tutti gli altri carichi connessi, sono rimasti fuori dall'impianto solo lavatrice, lavastoviglie e forno.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Share This


Torna a “Solare fotovoltaico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti