il mio impianto ibrido offgrid

Moderatore: maxlinux2000

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 987
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Marko » 27 ott 2016, 15:35

Prova a contattare l'assistenza, a me hanno risposto sempre.

Share This



Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1776
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 28 ott 2016, 7:24

Non e' un errore di funzionamento, il valore deve seguire una logica come sotto riportato dal manuale.
a ) Over Voltage Disconnect Voltage>Charging Limit Voltage≥
Equalize Charging Voltage ≥Boost Charging Voltage≥Float
Charging Voltage >Boost Reconnect Charging Voltage;
b ) Over Voltage Disconnect Voltage>Over Voltage Reconnect
Voltage ;
c) Low Voltage Reconnect Voltage>Low Voltage Disconnect Voltage
≥Discharging Limit Voltage;
d ) Under Voltage Warning Reconnect Voltage>Under Voltage
Warning Voltage≥Discharging Limit Voltage;
e ) Boost Reconnect Charging voltage>Low Voltage Disconnect
Voltage
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6111
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Ferrobattuto » 28 ott 2016, 20:47

Mamma mia che complicatooo!!!! :eek:
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1776
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 28 ott 2016, 21:38

Alla fine non e' complicato anche perche' se immetti un valore errato il programma ti dice cosa hai sbagliato e puoi corregerlo.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1776
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 14 nov 2016, 0:59

Batteria nba in corto.....segna 10.6v
Nemmeno 1 anno di vita.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
bodo81
Messaggi: 597
Iscritto il: 23 set 2011, 10:19

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda bodo81 » 14 nov 2016, 8:04

azz :(

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6111
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Ferrobattuto » 14 nov 2016, 13:09

: Cry : :cry:
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1776
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 14 nov 2016, 14:33

Questa mattina ho smontato le batterie e le ho riportate alla SMA di Morcone, la NBA, ditta poco seria, non ha accettato la restituzione anche se ancora in garanzia dicendo che le avevo scaricate troppo, fortunatamente la SMA che me le ha vendute se le riprese indietro e in sostituzione ho preso due mac C da 240Ah in c20 e 190Ah in c5. Pesano un botto.
Una delle due nba ieri sera aveva una cella in corto, non era la prima volta che succedeva, dei microcorti che ogni tanto si presentavano, oggi invece segnava 12.6v. Sono rimasto proprio deluso da questo marchio, anche se trattate meglio delle sma, hanno avuto parecchi problemi, uno dei quali era lo sbilanciamento, che poi ho saputo che provenivano da due lotti di produzione diversi. Mentre queste mac C come costruzione sono identiche alle ut240 ma in versione 12v.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 987
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Marko » 14 nov 2016, 14:54

Anche x le batterie, come le auto, bisogna avere un po di fortuna. Comunque le mie sma stanno andando bene. A Bodo per es, le sma, si son gonfiate subito e le ha sostituite proprio con le NBA....che dire ci vuole un po di fondoschiena...
Eneo, l'ePsolar eroga non oltre 30A come di targa. Peccato che non ne facciano uguale più potente. L'ho sostituito con uno da 40A non epsolar, e oggi avevo 38A di carica, mai raggiunto prima . Mi sa che prenderò più in là, un mppt ePsolar, anche se è meglio il pwm.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1901
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 14 nov 2016, 20:40

Peccato,vuoi dire che delle tubolari della nba sono peggio delle piastre piane della sma?
Non avrei mai detto,anche un'anno scarso di utilizzo è decisamente poco....secondo te da cosa è dipeso?Non credo dalla fine vita delle positive,si sono deformate?

Avatar utente
bodo81
Messaggi: 597
Iscritto il: 23 set 2011, 10:19

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda bodo81 » 14 nov 2016, 22:08

mah con tutto il rispetto per la SMA, non credo che può essere al di sopra di NBA......
come ha detto anche Marko può essere anche una questione di fortuna/sfortuna, le mie NBA hanno fatto un anno proprio questo mese e per fortuna nessun problema, sempre bilanciate e le piastre in ottima forma (per quello che si può vedere dal tappo)
a me le SMA sono morte dopo 2 mesi, con stesso regolatore di carica (Outback) e con voltaggi consigliati dalla SMA invece le NBA vanno alla grande.......va a capire

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1776
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 14 nov 2016, 23:51

Saro' stato sfortunato con queste batterie, sempre sbilanciate dipeso dal fatto che erano di due lotti differenti o da altri problemi che non sono riuscito a capire, di fatto hanno perso parecchio materiale attivo, con qualche piastra negativa che andava sgretolandosi. Ho ripreso le sma perche' mi sono trovato bene raddoppiando la capacita' quasi con lo stesso prezzo, ma parliamo di due tecnologie diverse piastra piana e tubolari dall'altra, 500 cicli la prima 1200 cicli la seconda, con costi nettamente diversi. Nel piatto della bilancia bisogna mettere il costo della batteria e in quanti anni lo si ammortizza. Almeno sono riuscito a rimettere in sesto il mio impianto e per ora mi accontento.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1901
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 15 nov 2016, 11:14

Sicuramente c'entra il fatto che erano sottodimensionate,e per gli squilibri io resto dell idea che con tensioni basse quel risultato é garantito,a meno di frequenti equalizzazioni.
Le mie hanno 3 anni e mezzo,e adesso che il sole sta arrivando ai minimi e con giornate intere di nuvoloso la carica arriva cmq alla fine.
Neanche un anno è pochino,ieri sera sono andato a rileggetmi cosa diceva Hall delle nba,e se guardate,scriveva proprio che queste batterie se scaricate troppo tendono a sformarsi le positive a causa dell aumento di volume della materia attiva.
Ora non il link a disposizione,devo cercarlo di nuovo...

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1776
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 15 nov 2016, 12:39

Si l'avevo letto ultimamente, anzi mi sono andato a rileggere un po' tutto quello che avevo scritto....Peccato non partecipi piu' chissa' che fine ha fatto. Mi pare di aver letto, ma non da lui, in qualche documento della victron che le piane hanno una efficienza maggiore del 10% in certe condizioni maggiori rispetto alle tubolari, rimanendo al massimo sul 50% di scarica.
Pag. 34
https://www.victronenergy.it/upload/doc ... Hub-IT.pdf
Comunque appena prese queste due nuove batterie il sole e' sparito. ahah
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1901
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 15 nov 2016, 14:56

Sono 2 tipolgie diverse,io mi sono fatto un'idea mia,le tubolari vanno benissimo se sovradimensionate,in maniera che possano lavorare al meglio.
Le piastre piane hanno una superfice maggiore,e quindi supportano scariche anche forti,io con le trojan sono arrivato a scariche anche di 100Ah di picco,e devo dire che fino a 75ah (come poi riporta il manuale) funzionano perfettamente,dai lì in su crollano,ovvero l'efficenza crolla,e le perdite sono più alte,e sono batterie da 240Ah.
Mi pare di aver capito che adesso hai preso quelle da 240ah,ti accorgerai subito della differenza,sia in ricarica,che in scarica...

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1901
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 15 nov 2016, 16:02

Ma le Mac C non sono da avviamento?
Ho trovato questa: http://www.batteriesma.it/ecommerce/ind ... cts_id=242

A vedere lo spessore delle piastre che è 3.1mm pare un buon prodotto resistente............. ........ :D ........... posting.php?mode=smilies&f=68# angel_not.gif ..........intendi usare sempre i voltaggi bassi?........:D

Tornando un secondo a ragionarci su...ho trovato i Pdf delle 2 tipologie....

La UT 240 http://www.batteriesma.it/home/catalogo ... %20240.pdf

La MAC C http://www.batteriesma.it/home/catalogo ... 5%20DX.pdf

In pratica l'unica differenza è lo spessore da 3.1mm a 3.4mm per la UT e la dimensione delle pistre,che ovviamente passano da 11 della Mac C alle 7 della UT che sono lo standard per le batterie da golf car.
Ci sono anche tutte le misure....
Cmq alla fine.....non cè differenza apparente...ora mi chiedo,cosa è che determina la differenza fra batteria servizi e batteria da avviamento,a parte il numero di piastre,non cè differenza,stesso materiale...piombo antimonio....e non si può dire che lo spessore della piastra sia il motovo,un 0.3mm è praticamente...nulla... :o:
Le UT hanno piastre 161,5x190 mm,che sono belle grandine,mentre le altre sono 145x135mm
Ci scommetto che hanno 2 tipi di stampi,per griglie alte e per griglie basse,e in base al modello assemblano più o meno piastre,tutto lì....

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1776
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 15 nov 2016, 16:55

Dolomitico ha scritto:Le piastre piane hanno una superfice maggiore,e quindi supportano scariche anche forti............
Mi pare di aver capito che adesso hai preso quelle da 240ah,ti accorgerai subito della differenza,sia in ricarica,che in scarica...

E' un ragionamento valido e la penso pure io come te, per alcune applicazioni in cui il pacco batteria e' sottodimensionato meglio le piane.
Con 240ah e' tutta un'altra storia, meglio ancora con 480ah, gia' ieri sera con gli stessi carichi che ho attaccato, di solito in questi giorni verso le 19 l'impianto bypassa su enel, alle 23 ancora segnavano 24.5v. Raddoppiare la capacita' significa che non si raddoppia la durata ma molto di piu'.
Le mie sono queste ma non sono da avviamento sono da trazione leggera.
http://www.batteriesma.it/home/catalogo ... 0%20SX.pdf
Per le tensioni di carica devo vedere con il sole com'e' l'andamento e naturalmente fare dei cambiamenti, per ora mi sono limitato a modificare solo la soglia di stacco ora sta a 24.2v sotto carico per poi portarsi a 24.8v a riposo.
Domani attendo un po' di sole per una bella ricarica completa compresa una equalizzazione visto che erano ferme un paio di mesi al deposito.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 987
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Marko » 15 nov 2016, 17:59

Sto da aprile scorso, totalmente off-grid, e dopo 5 anni che ho le UT240, due serie in parallelo con diodi, in questi giorni di magra luce e giornate brevi, queste batterie mi hanno sorpreso. Ho avuto tre giorni di nuvole e poca luce, pensavo di stare al buio. Invece non ho avuto problemi. Poi fortunatamente è tornato il sole. Ma una carica ben completa non l'ho ancora fatta. Oggi il soc victron è arrivato al 96%. Il minimo raggiunto è 78%. Di riserva ho due tubolari da 12V 157Ah in serie, acquistate da qualche settimana, ma non ancora utilizzate.

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1776
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda eneo » 15 nov 2016, 19:15

Bello e' costoso il bmv della victron....qualcosa di meno costoso e altrettanto valido cosa offre il mercato?
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1901
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: il mio impianto ibrido offgrid

Messaggioda Dolomitico » 15 nov 2016, 20:02

eneo ha scritto:.....Con 240ah e' tutta un'altra storia, meglio ancora con 480ah, gia' ieri sera con gli stessi carichi che ho attaccato, di solito in questi giorni verso le 19 l'impianto bypassa su enel, alle 23 ancora segnavano 24.5v. Raddoppiare la capacita' significa che non si raddoppia la durata ma molto di piu'.....


Beh,sicuramente,io vedo quando le giornate sono belle o cmq con ricarica sufficente ho buona parte della casa che va continuamente collegata,il problema si propone in caso di più di 2 giorni di brutto tempo,l'autonomia si fa subito sentire,cmq vedrai che già adesso è tutto un'altra cosa.
Adesso non dovresti quasi neanche switchare quasi più,non so che carichi tu abbia collegati,ma l'inverter è pienamente supportato.....
Se le Sma di Marko sono arrivate a 5 anni,sono equivalenti alle Trojan allora,e a prezzi nettamente inferiori....l'unica pecca che posso trovare è che sono la teglia più grande che fanno,ok,che si possono paralelare,e visto il costo quasi quasi conviene,ma una versione da 350ah ci stava,una L16....
Io adesso sto sperimentando un nuovo assetto del mio impianto,siccome in autunno/inverno il sole si abbassa,e il tetto non è tanto inclinato,mi ritrovo un ovvio calo di potenza dai pannelli,ma dopo averne montato ancora 4 da 100w con mppt ivt mi ritrovo una curva di ricarica più veloce nel primo settore fino a 14.4v,e poi l'mppt si esclude e il tristar piano piano le porta fino a fine carica,ma non arriva quasi mai a finire il ciclo perchè il sole si abbassa e sparisce alle 2 e mezza,e porta le batterie a 30 v e oltre lo stesso con una corva ben più bassa e lenta come ampere....
Si può affermare che si ricaricano ugualmente,in maniera più soft,quasi senza regolatore,fin qui reggono bene cmq,bastano 2 giorni di sole cmq per ripristinare tutto in maniera ottimale,ma ultimamente è sempre nuvoloso....la stagione più dura per le batterie...avevo pensato a batterie di scorta,ma se sono sempre al piombo poi bisogna ricaricarla,servirebbero chimiche che non soffrono la scarica,come le nimh,o nicd....ma sono fuori portata di costi....conviene fare come hai fatto tu Eneo,surplus di pannelli per limitare la scarica...

Share This


Torna a “Solare fotovoltaico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti