Batterie AGM

accumulatori, batterie, regolatori solari/eolici e inverter

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 997
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Batterie AGM

Messaggioda Marko » 4 nov 2012, 16:54

Leggevo i pro e contro delle varie batterie per mantenimento della carica e uso ciclico per le utenze come camper ecct.
Escludendo le batterie al gel, quelle agm sembrerebbero raccomandate maggiormente perchè resistenti a + cicli di carica e scarica, minore solfatazione e hanno bisogno di poca manutenzione.
http://www.batterievarta.it/blog/il-con ... eggio.html
Perchè le agm le sconsigliate?
Ciao.

Share This



Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6241
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Batterie AGM

Messaggioda Ferrobattuto » 4 nov 2012, 22:45

Bhè, intanto chi ha scritto l'articolo non è una persona tecnicamente preparata a trattare l'argomento accumulatori, in quanto già parla di "forti tensioni di scarica", mentre dovrebbe parlare di "correnti di scarica". Non è un errore da poco. Nessuno che abbia dimestichezza coi termini di correnti e tensioni potrebbe farlo, e questo già smentisce il titolo dell'articolo: "Il consiglio dell'esperto". Immagino che si sia informato sulla rete o sugli opuscoli informativi delle varie marche e ne abbia fatto una specie di riassunto. Poi ovviamente non parla di uso stazionario, ma solo di batterie per camper e per campeggio. E' ovvio che quelle sigillate, di qualsiasi tipo siano per un uso del genere siano più consigliate, in quanto soggette facilmente a scossoni o urti involontari, e una rottura con le acido libero darebbe luogo ad una fuoriuscita di acido solforico, che anche se diluito è comunque pericoloso. E poi è piuttosto difficile che chi se ne va in giro con il camper sia anche un esperto di batterie, o sappia BENE come trattarle, per cui quelle sigillate AGM sono adattissime, niente gas, niente odori, niente manutenzioni ecc ecc..... Non cita il fatto che per alcuni usi durano di meno, che anche se te le danno per "scarica profonda" in realtà non conviene scaricarle profondamente come qualsiasi altro accumulatore al piombo. Che se si solfatano è MOLTO più difficile che si riesca a desolfatarle di quelle ad acido libero. Che hanno comunque una resistenza interna più alta di quelle ad acido libero a causa dell'assorbimento da parte della lana di vetro interna tra le piastre dell'elettrolita. Hanno una resistenza interna minore di quella delle GEL, ma maggiore di quelle ad acido libero. Ovviamente non ti dicono che costano anche un bel po' di più.....
Quì noi trattiamo principalmente l'argomento "fai-da-te" applicato ai sistemi ad isola, e non ultimo il fatto di poter intervenire in qualche modo sulle batterie in caso di guasti e malfunzionamento. Con le batterie ad acido libero si possono fare una serie di interventi che con le AGM non si può: controllare la densità dell'acido in base allo stato di carica, all'usura degli elementi, all'età, alle differenze di temperatura ambientali, e fare eventuali correzioni necessarie ad assicurarne la maggior durata o il miglior funzionamento. Possibilità di desofatare elementi parzialmente o totalmente solfatati per guasti o inattività. Intervenire su guasti e corrosioni, con un po' di buonsenso e manualità. Le acido libero possono sopportare temporanei regimi di scarica (o di carica) veloce senza altro intervento che rabboccare un po' acqua.
Con le AGM tutto questo NON si può fare. Stanno lì, monolitiche, le carichi e le scarichi col "si-bemolle" per paura di romperle, hanno bisogno di caricabatterie particolari, se si solfatano le butti, non puoi stabilire se e quando ti lasceranno a piedi di colpo. E non si possono "caricare completamente e mettere via per l'anno successivo", come dice il sedicente esperto, in quanto dopo un anno di inattività saranno solfatate come tutte le alte.
Questo almeno è quello che so e che penso io, naturalmente vedi anche ciò che ti dicono gli altri.....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7164
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Batterie AGM

Messaggioda maxlinux2000 » 5 nov 2012, 9:05

perfettamente daccordo con ermete :)

come sempre... le AGM sono le migliori batterie esistenti dal punto di vista mobile. Molte atomobili fuoristrada usano le Optima (AGM) con prestazioni entusiasmanti... ma stiamo parlando di batterie usa e getta, senza possibilitá di controllo e manutenzione... ne recuperare il piombo :)
Per uso stazionario dipende... se si tratta di sistemi ups, tipo le centeraline telefoniche in paese, che sono alimentate normalmente dall'enel, possono essere ottime, in quanto reggono fortissimi regimi di scarica, ma si danneggiano come le altre.... se la corrente manca poche ore, i ripetutori riescono a funzionare... ma le manca corrente per 24 ore... buona notte!

Se infatti andiamo in alta montagna in ripetitori veramente offline che dipendono interamente da un sistema fotovoltaico ed eolico per la loro ricarica, ecco che invece troviamo le opzs o al massimo le topzs... tubolari con acido libero con elementi da 2V.
Li troviamo dei banchi batterie enormi capaci di alimentare il ripetitore per una settimana.... ma di agm, neppure l'ombra.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 997
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: Batterie AGM

Messaggioda Marko » 6 nov 2012, 9:29

Non avevo certo dubbi sulla superiorità delle batterie ad acido libero, non a caso ne ho in arrivo altre da240Ah dalla SMA, che per il costo/q. le reputo imbattibili...
Ma visionando sul web e alcuni mini forum, e "occasioni usato" :devil: , può un profano + profano di me, potrebbe anche convincersi del contrario.
Certo le AGM vanno bene come sopra è ben descritto, ma ho letto da qualche parte che mai solfatano e che sono elettricamente indistruttibili anche se scaricate al 100%. (woot) (woot)
Cosa non si scrive per poter vendere....

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1917
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Batterie AGM

Messaggioda Dolomitico » 6 nov 2012, 18:48

Marko ha scritto:Non avevo certo dubbi sulla superiorità delle batterie ad acido libero, non a caso ne ho in arrivo altre da240Ah dalla SMA, che per il costo/q. le reputo imbattibili...
Ma visionando sul web e alcuni mini forum, e "occasioni usato" :devil: , può un profano + profano di me, potrebbe anche convincersi del contrario.
Certo le AGM vanno bene come sopra è ben descritto, ma ho letto da qualche parte che mai solfatano e che sono elettricamente indistruttibili anche se scaricate al 100%. (woot) (woot)
Cosa non si scrive per poter vendere....


Oltre alle scariche la cosa peggiore che gli succede è che si asciugano,lentamente ma innesorabilmente,sulla carta dovrebbero essere più tenaci ai corti,ma se poi si asciugano e non si può rabboccare acqua distillata siamo sempre li.
Dipende dall'uso come hanno bene spiegato sopra,io per il mio svita/avvita uso una agm da 12 volt,e fra un po converto la mia minielettrosega dal nicd al pb/agm,come si vede dipende l'uso

Avatar utente
Hal9000
Messaggi: 588
Iscritto il: 14 lug 2011, 11:52

Re: Batterie AGM

Messaggioda Hal9000 » 21 nov 2012, 21:24

Concordo al 100% su tuttoquello che ha detto Ferro, non poteva esporre meglio di così quante idiozie taluni sedicenti esperti diffondono in giro, io ho visto tanti venditori di svariate marche esaltare le a dir poco magiche caratteristiche delle batterie sigillate, niente di più falso e tendenzioso tratto dalle innumerevoli controprove nella pratica di anni (:)

Avatar utente
calcola
Messaggi: 557
Iscritto il: 18 ott 2012, 8:51

Re: Batterie AGM

Messaggioda calcola » 23 nov 2012, 10:00

In molti impianti in cui potrebbero esserci gas liberi usano le AGM solo per evitare il rischio di esplosioni, ma sono ben consapevoli che quelle ad acido libero funzionano meglio.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6241
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Batterie AGM

Messaggioda Ferrobattuto » 23 nov 2012, 13:44

calcola ha scritto:In molti impianti in cui potrebbero esserci gas liberi usano le AGM solo per evitare il rischio di esplosioni, ma sono ben consapevoli che quelle ad acido libero funzionano meglio.

A meno che non stiano chiuse in un sommergibile o in un'astronave ( :barf: ) i "gas" possono essere smaltiti comunque. Se si sta parlando di una sola batteria o al massimo due puoi tenerle anche in soggiorno, si fa per dire, in un contenitore aperto qualsiasi, specialmente se la ricarica e il mantenimento si fanno a correnti molto basse. Ad esempio ho quì sotto al desk una batteria auto da 60Ah piazzata vicino all'UPS, posata sopra ad un vassoio di polistirolo espanso di quelli per le verdure o la carne del supermercato. All'aria libera. NON emana nessun odore. La ricarica dell'UPS è molto lenta e leggera, i gas sicuramente saranno pochissimi, tranquillamente smaltiti dall'ambiente circostante. Ovviamente ogni tanto controllo e pulisco....

Immagine

Attraverso il piano di vetro.

Immagine

Se poi si parla di un banco di una certa consistenza, allora è ovvio e necessario che stia in un locale apposito, che NON dovrà contenere apparecchiature elettriche e che avrà apposite prese di aereazione verso l'esterno. Sono veramente molto POCHI i casi in cui necessitano le AGM, credimi.
I gas che si sviluppano durante il funzionamento degli accumulatori al piombo sono essenzialmennte i soliti due: ossigeno e idrogeno. Se le correnti di carica e scarica sono contenute lo sviluppo è molto limitato. L'ossigeno naturalmente può essere liberato nell'ambiente senza problemi, molto diifficilmente andrà ad inerferire con quanto c'è attorno, visto che nell'aria ce n'è già una grossa percentuale e non crea problemi. L'idrogeno è estremamente leggero e volatile, talmente sottile che passa attraverso qualsiasi membrana o minima porosità, per cui se ne va "in alto" e con le quantità esigue che si sviluppano sicuramente trafileranno anche attraverso solai di cemento o coperture di altro genere. Per cui una normale presa d'aria posta in alto scongiura qualsiasi probabilità di accumuli. Immagino che possano assicurartelo tranquillamente Hal9000 e Bridge, che hanno entrambi qualche migliaio di Ah di accumulo sotto casa.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
calcola
Messaggi: 557
Iscritto il: 18 ott 2012, 8:51

Re: Batterie AGM

Messaggioda calcola » 23 nov 2012, 17:34

Mi riferivo agli impianti in cui vi sono apparecchiature di controllo per la distribuzione di sostanze infiammabili, in quei locali le batterie a vaso aperto non le installano mettono solo AGM, credo (non ne sono sicuro) che vi sia una normativa di sicurezza. Se ti interessa posso chiedere informazioni ad una persona che ci lavora. Poi è chiaro che a casa propria difficilmente qualcuno verrà a controllare.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6241
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Batterie AGM

Messaggioda Ferrobattuto » 23 nov 2012, 21:14

calcola ha scritto:....Se ti interessa posso chiedere informazioni......

Ti ringrazio, ma a me personalmente non serve.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 88
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Batterie AGM

Messaggioda PiomboFuso » 8 gen 2017, 18:22

Per una batteria AGM ho fatto alcuni conti , vorrei sapere se sono giusti , teorici , da tabelle del costruttore .
La batteria è una FIAMM da 100ah siglata FG-2A007
Allegati
fiamm-r.jpg
fiamm-r.jpg (27.38 KiB) Visto 307 volte

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 88
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Batterie AGM

Messaggioda PiomboFuso » 8 gen 2017, 18:24

Avrei necessità di alcune conferme da parte vostra . Ho recuperato una tabellina per questa batteria (vedi allegato) e ipotizzando una scarica costante in 10h per capire la quantità di energia che ne contiene ho fatto questo conto : 111w x 10h = 1110w = 1,1kWh ,,, può essere ?
Allegati
FG-2A007_TAB1.jpg
FG-2A007_TAB1.jpg (55.54 KiB) Visto 306 volte

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 88
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Batterie AGM

Messaggioda PiomboFuso » 8 gen 2017, 18:26

Da questa altra tabella , ho fatto un altro conto , teorico , sempre ipotizzando un scarica costante in 10 ore , tensione nominale 12v ,,, 9,6a x 12v = 115,2 w (in 1 ora) per 10ore 115,2x10=1152watt ,,, sopra 1110watt , torna quasi uguale .
Allegati
FG-2A007_TAB2.jpg
FG-2A007_TAB2.jpg (130.17 KiB) Visto 305 volte

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1917
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Batterie AGM

Messaggioda Dolomitico » 8 gen 2017, 20:00

Beh,si...alla fine misura in Ampere,o misura in Watt non cambia nulla.
Le batterie al piombo sono famose per fornire una capacità che è in proporzione al carico,la prima voce della prima tabella ti dice chiaro che se assorbi 744w dopo un'ora la batteria è scarica ma ha fornito 400w in meno circa,mentre se assorbi molto meno come 61.2w arrivi a tirare 1224w,quasi il doppio,poi ovviamente influisce anche la temperatura,ma questi sono tutti dati che funzionano da banco,difficilmente su un'impianto fotovoltaico fai scariche simili,e i carichi sono molto variabili,con picchi di assorbimento sia leggeri che pesanti...
Quindi il calcolo viene sfasato parecchio,sarebbe utile programmare i carichi pesanti durante il giorno quando sono i pannelli a fare il grosso del lavoro preservando le batterie.
Sul perchè che succede questo fenomeno è per via della velocità delle reazioni chimiche interne,con che velocità l'eletrolita fornisce acido per le reazioni,e più questa è veolce e più le perdite aumentano,se noi riduciamo l'assorbimento oppure aumentiamo la capacità del banco di accumulo abbiamo per magia più capacità in proporzione di prima,perchè diminuendo la velocità delle reazioni queste sono più efficenti,e diminuiscono le perdite.

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 88
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Batterie AGM

Messaggioda PiomboFuso » 8 gen 2017, 21:26

:D Grazie Dolomitico ,,, non sono elettrotecnico-elettronico , ho bisogno di queste semplici conferme.
Ti rispondo ad una tua osservazione. Per i carichi pesanti avevo notato il problema. Ho risolto mettendo mano al quadro principale di casa. Ho separato con possibilità di selezione manuale, forno, lavatrice, lavastoviglie, quello che consuma 2kW in modo da decidere io quando collegarmi al Sole . :D Semplice ma efficace , e non serve essere ingegneri
Allegati
Quadro_1.jpg
Quadro_1.jpg (32.7 KiB) Visto 294 volte

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 88
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Batterie AGM

Messaggioda PiomboFuso » 8 gen 2017, 21:35

Tornando alle Batterie AGM ,,, ne ho messe 4 in serie , la tensione nominale del impianto solare è chiaramente 48vdc .
Volevo adesso sapere , se 1 batteria scaricando C10 in teoria contiene 1110watt ,,, quindi con 4 sono 4440watt ? oppure sono sempre 1110watt perché sono in serie ? La capacità è sempre 100ah oppure 400ah ? non ci ho mai capito ... :unsure:

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6241
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Batterie AGM

Messaggioda Ferrobattuto » 8 gen 2017, 21:54

La potenza in Watt è il prodotto dei Volt moltiplicati per gli ampere. (W = V x A).
Per cui se hai 12V per 10A hai 120W. Se invece hai 48V per 10A hai 480W.
Mettendo in parallelo le batterie (tutti i + insieme e tutti i - insieme) si sommano le capacità, ovvero gli Amperora. Per cui se hai quattro batterie da 100Ah in parallelo hai 400Ah. Però la tensione rimane sempre di 12V. Mentre se le metti in serie (+ e -, + e -, + e -, +e -) si sommano le tensioni ma la capacità rimane quella di una batteria singola. Perciò nel tuo caso hai 48V con 100Ah.
La potenza accumulata (i KWh insomma) rimangono gli stessi, solo che nel primo caso puoi prelevare 40A a 12V, mentre nel secondo caso 10A a 48V.
Essendo la potenza il prodotto dei volt per gli ampere, saranno comunque 480W per 10 ore consecutive, ossia 4800Wh (4,8KWh).
Tanto per esplicare meglio: i Wh (wattora) sono il prodotto dei Watt erogati moltiplicato le ore di tempo di erogazione. Così in teoria potresti avere 480W per 10 ore oppure 4800W per 1 ora (anche se non ti conviene perché spompi le batterie e le rovini).
Questo scaricando completamente le batterie, cosa che non conviene fare se non se ne vuole accorciare la vita.
Una batteria da 12V è completamente scarica quando la tensione ai suoi morsetti sotto carico scende a 10.5V. Scendere ulteriormente significa buttarla in breve tempo.
Spero di essere stato chiaro ed esaustivo.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 88
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Batterie AGM

Messaggioda PiomboFuso » 17 gen 2017, 22:08

Salve ragazzi ,, sono sempre alla ricerca, di batterie AGM . Ho trovato questa . Se qualcuno di voi conosce il costruttore e vuole fare qualche osservazione , darmi delle indicazioni. Se sono gratis le accetto :) . il prezzo più o meno , di quelle che già uso. In allegato c'è un PDF con le caratteristiche . grazie
Allegati
HAZE HZB12-100 AGM.pdf
(278.65 KiB) Scaricato 19 volte
HAZE.jpg
HAZE.jpg (8.21 KiB) Visto 247 volte

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1917
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Batterie AGM

Messaggioda Dolomitico » 19 gen 2017, 11:01

La haze non l'ho mai sentita,ma sono più o meno come le fiamm che hai,se vuoi restare sulle agm,non ti conviene puntare su dei modelli come queste?
http://www.ebay.it/itm/BATTERIA-STAZION ... 1857281862
Ci sono anche quelle da 400Ah:
http://www.ebay.it/itm/BATTERIA-STAZION ... 1857283125

Se invece vuoi una batteria Trojan:
http://www.ebay.it/itm/6V-AGM-Trojan-Ba ... Sw-0xYXAR5

Io se dovessi scegliere punterei sui monoblocchi da 2V,eviti paralleli,puoi monitorarei voltaggi più facilmente,e ha batterie che sono uno scalino sopra le altre.
I contenitori a celle multiple,da 6v,12v sono concepiti per la mobilità,ma ovviamente ricorrono a compromessi,mentre le celle grandi sono di solito strutturalmente più robuste,quindi di solito pesano anche di più.
Tieni conto che paghi di più..24 di queste Agm ti costeranno circa...3336€
mentre se ne prendi queste a liquido che sono in pratica delle OPZ che sono fra il top:
http://www.ebay.it/itm/BANCO-BATTERIA-O ... SweW5VVf5J
Io totale è di 2500€
836€ in meno e batterie che con tutta probabilità dureranno di più.
I miei sono degli esempi comparativi con quello che ho trovato adesso facendo una ricerca veloce,poi sta a te vedere come regolarti..

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 88
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Batterie AGM

Messaggioda PiomboFuso » 19 gen 2017, 13:42

Ciao Dolomitico , grazie per la risposta e l'aiuto. Ho letto un poco nel forum, mi sono fatto un'idea. Concordo che, batteria Deep Cycle in acido libero sia la migliore cosa da fare, anche per rapporto qualità prezzo . Purtroppo , ho alcuni paletti che mi obbligano a fare delle scelte, almeno per i prossimi 5 anni , diciamo fino al 2021. 1° è che ho già 6 batterie prese nuove nel 2016 , me ne mancano 2 per completare la seconda serie 2x4 , se arrivare a 12 ci penserò. 2° per il posto dove metto le batterie (locale batterie) è un piccolo sottoscala, con poca aereazione, ci si lavora male, non posso fare operazioni di controllo, densimetro e rabbocchi, non ho altri spazi disponibili (almeno per ora nell'immediato). Quindi , dovendo mettere quelle provavo a vedere di trovare qualcosa di un poco più economico, ma pazienza. Quello che ho trovato , siamo più o meno sullo stesso prezzo 12v 100ah 200euro , Haze, Fiamm, Ultracell, Zenith, Trojan uno stonfo 300e , le meno sono le SKB che mi pare intorno a 175euro . Devo decidermi , ho 1 mese ancora di tempo , perché? Perché da come visto gli anni passati dal 20 febbraio comincia a produrre una buona quantità di corrente, la situazione accumulo deve essere portata a termine.

Share This


Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite