Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

accumulatori, batterie, regolatori solari/eolici e inverter

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1985
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda Dolomitico » 13 dic 2016, 20:24

sandroz84 ha scritto:....Ho notato inoltre un'altra cosa, l'elettrolita all'interno è diventata torbida marroncina su 5 delle 6 celle, una infatti risulta più limpida e sembrerebbe "bollire" meno ma può essere una mia impressione.
Che vorrà dire?


Io ribadisco che questa pratica è errata....
La ricarica a 16v o 15.6v sono in pratica delle sovracariche,se protratte per 2 ore o più sono equalizzazioni,oltre questo limite si rovinano le piastre per elettrolisi.
Un conto è tenere una tensione a 16v per un pò di tempo con una batteria dura,pesantemente solfatata,nel caso di batterie in condizioni medie o decenti è opportuno optare per ricariche a fondo con spinte fino a 16v per non più di 1 ora.
Però ripetute,in maniera di far lavorare la batteria,se il liquido diventa marroncino è finita,significa che la positiva si sta sbriciolando sotto la spinta dei gas.....
Per questo un sistemino fotovoltaico programmato per il caso,porta una volta al giorno la batteria alla tensione corretta e poi a riposo,cosi da non sforzare,stiamo parlando di chimica,la forza bruta qui fa più danni che benefici.

Share This



Avatar utente
giuseppe
Messaggi: 308
Iscritto il: 5 ago 2013, 0:15
Località: arsie belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda giuseppe » 13 dic 2016, 20:54

Dolomitico ha scritto:Ma non hai provato con il voltaggio di ricarica più alto?
Purtroppo l'inverter a 32 v va in protezione (con 12 gradi temperatura soffitta con il caldo anche meno di 31) :huh:

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1985
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda Dolomitico » 14 dic 2016, 17:41

Anche il mio suona a 15.5v circa,e ho impostato il regolatore a 15.4v,insomma,arrivo proprio al limite,ma funziona tutto,e poi ci sta solo per 1 ora scarsa....quindi.
L'importante è arrivare oltre i 15.0V quello è il limite....minimo....
Da li in su più in alto arriva il voltaggio e meno ci si mette a ricaricare...

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 89
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda PiomboFuso » 5 gen 2017, 21:27

Salve a tutti ,, sono nuovo del forum . Stò provando a recuperare batterie AGM usando il megapulse , ma senza risultati significativi. Posterò poi delle foto se riesco. La batteria è una Fiamm FG-2A007 da 100ah AGM . Ho provato mesi fa ma niente . Ho aperto la batteria facendo saltare il sigillo ed aggiunto acqua distillata , mi parevano a secco. Abbiate pazienza ma non ho ancora letto tutto dall'inizio . Vorrei comunque fare 1 domanda : Quanto tempo deve stare il Megapulse collegato alla batteria con caricabatteria secondo voi ? giorni ? grazie

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1985
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda Dolomitico » 5 gen 2017, 23:17

Ciao PiomboFuso e benvenuto.
Bene se hai messo acqua,quello è il primo passaggio su una agm già usata e con probabili celle secche.
Di solito si nota dal fatto che il voltaggio cè ,ovvero segna 12v ma appena si applica un carico la tensione crolla subito.
Se colleghi il megapulse accosta un'orecchio sulla scatoletta,e potresti sentire un fischio leggero,non è detto,ma è indice di buon funzionamento,i miei lo fanno,ma ho sentito di quelli che non lo fanno.
Ti faccio notare questo perchè il megapulse non gradisce tensioni elevate oltre i 15v,io ne ho 2 pure su 2 agm e fino a 14.7/15v tengono botta.
I risultati si presentano dopo un paio di ore,ovvero dopo averla collegata a un caricabatteria nel giro di 2/3 ore dovresti vedere l'amperometro che comincia a ballare sulla scala,e dopo un pò passa all'assorbimento di parecchi ampere,per poi dopo aver assorbito la corrente che gli serve ritorna a pochi ampere,segno che il solfato più facile si è staccato,e resta quello più duro,in genere potrebbe servire una settimana intera 24h su 24,ma cmq i primi effetti li vedi subito dopo qualche ora al massimo.
Controlla con un carico (una lampadina) se la tesnione crolla come prima o se cè segno che tenga la tensione alta

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 89
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda PiomboFuso » 6 gen 2017, 21:53

Ciao Dolomitico , e grazie per la risposta. Potrei mettere qualche foto, ma al momento non sò fare. Per quello che ho letto nelle faq , non l'ho mai fatto così . Di solito in altri forum è tipo come ho fatto per l'avatar , cioè carica un file dal tuo computer. Vabbè vedremo. Comunque per dartì l'idea della situazione. Ho un impianto solare ad isola, tensione nominale 48vdc , inverter 4000-48 della steca e batterie collegate a gruppi di 4 , al momento ne ho operative 8 . La situazione standard è comunque composta da 12 batterie . Come quella che ho mensionato. Questo numero scelta è frutto dei vari anni in cui ho provato ed ho visto che era il numero ideale . Ne poche ne troppe. Solo che adesso le stavo sostituendo perchè ho visto che , non sono rotte , ma il problema che non riescono più ad immagazzinare energia (si scaricano dopo poco tempo) . Per questo motivo stavo cercando di vedere di recuperare qualcosa. Le batterie hanno lavorato un pò , sono del anno 2009 - 2010 . Le ho sempre trattate bene . Ho messo degli amperometri sulle batterie ed in scarica non ho mai superato i 20 ampere . Anche perchè se fai il conto 20+20+20 = 60amp x 48 sono 2880watt è già un bel numero. Tornando alle batterie al momento ne ho 2 sotto carica con il megapulse vediamo che succede. Ci risentiamo . Saluto anche Ferrobattuto che come te si da un sacco da fare. Grazie

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6311
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda Ferrobattuto » 6 gen 2017, 22:12

Ti ringrazio per i saluti, che ricambio volentieri.
Comunque qui ci diamo tutti un po' da fare, anche se ognuno per il suo campo specifico.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1985
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda Dolomitico » 6 gen 2017, 22:20

Ne ho anch'io 2 di quel tipo,solo che sono da recupero,le ho rabboccate e collegate al mio impianto da 12v con un commutatore da barca.
Se ti hanno durato tutto questo tempo,sono 6 anni,forse hanno fatto il loro lavoro,di solito le agm le danno per 200 cicli pieni,e potrebbero essere effettivamente arrivate alla fine delle piastre.
Cmq tentare non nuoce,se hai rilevato una mancanza di capacità la prima cosa da fare è sicuramente l'acqua e poi la desolfatazione,a dire il vero la desolfatazione andrebbe fatta fin da subito,hai tempi di ricarica ridotti,maggiore superfice sulle piastre e quindi meno stress meccanico.
6 anni non sono male come traguardo,intendi ripristinare i paralleli cosi o intendi prendere batterie singole ma più capienti?
Insomma,come mai hai optato per una configurazione che solitamente da delle noie?
Insomma se ti va di raccontare un pò la tua configurazione con dei paralleli se sono con diodi,oppure se sono semplicemente collegate in parallelo secco.
Ci sono tante configurazioni possibili sui paralleli.
Per le batterie sul megapulse le puoi collegare fino a 3 senza problemi in parallelo.

Ps:per le foto vai nell'editor completo e sotto ci sono 2 caselline con scritto opzioni e allegati,su allegati cè la casella "aggiungi file" e si apre la finestra di scelta sul tuo pc....

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 89
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda PiomboFuso » 7 gen 2017, 9:18

Faccio una prova di carica immagine della batteria . grazie
Allegati
fiamm.jpg
fiamm.jpg (65.76 KiB) Visto 923 volte

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 89
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda PiomboFuso » 7 gen 2017, 9:57

@Dolomitico
Le batterie in parallelo non ho mai avuto particolari problemi , non ci sono diodi , collegati diretti ad una barratura , ho messo solo un fusibile di protezione che serve anche per aprire il circuito (poi metterò foto anche di questo). Comunque , per le batterie , la serie di 4 che dovevo recuperare , di 2 che ho provato a recuperare niente da fare , sono già al campo santo. Ti dico che le avevo lasciate con il megapulse per circa 1 mese , 1 scaldava quindi morta , l'altra non scaldava ma non ho avuto risultati , quindi l'ho buttata pure quella . La 3a che ho provato a recuperare sono le foto sotto.
Allegati
P1060260-R.jpg
P1060260-R.jpg (64.42 KiB) Visto 920 volte
P1060257-R.jpg
P1060257-R.jpg (86.46 KiB) Visto 920 volte
P1060256-R.jpg
P1060256-R.jpg (74.99 KiB) Visto 920 volte

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 89
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda PiomboFuso » 7 gen 2017, 10:05

Per questa , ho aggiunto acqua fino che non si vedeva . Poi anche questa con megapulse . La tensione in carica non superava 15v . Variava da 13,8 fino a 14,6 , dipende da come commutavo il caricabatteria . Però poi staccata dalla carica dopo 2 giorni la tensione siamo a 10,4v . Al interno si vede male perché come puoi vedere i fori sono piccoli . Ma in un elemento ho notato in sospensione una sostanza bianca che gallegggiava .

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 89
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda PiomboFuso » 7 gen 2017, 10:31

Per la 4a batteria della serie , è attualmente in carica con megapulse. Non l'ho ancora aperta . Stamattina segnava 14,3V e assorbe 3A con il caricabatteria in posizione 1 . segue foto che ho fatto ieri con il caricabatteria in posizione 2
Allegati
P1060262-R.jpg
P1060262-R.jpg (68 KiB) Visto 911 volte
P1060266-R.jpg
P1060266-R.jpg (72.28 KiB) Visto 911 volte
P1060261-R.jpg
P1060261-R.jpg (69.79 KiB) Visto 911 volte

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1985
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda Dolomitico » 7 gen 2017, 15:07

Mi sa che sono finite,se per di più hanno ceduto nello stesso periodo è segno di fine vita....
Un desolfatatore posto dall'inizio aiuta a far lavorare la batteria al meglio,usato a metà vità può prolungarne un pò la vita,molto dipende dentro da com'è messa,ma una Agm che scalda e non assorbe dopo 2/3 ore di trattamento non presenta nulla di buono.
Puoi provare a tirarle SENZA megapulse fino a 16V se hai qualcosa di adatto per farlo,ma dubito che otterrai qualcosa.

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 89
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda PiomboFuso » 7 gen 2017, 20:54

Visto che tanto anche la 3a della serie finirà demolita , mi sono armato di seghetto ed ho tolto un angolo per vedere dentro come era messa. E mi sembra male , non riuscivo a trovare le piastre di piombo , usciva una poltiglia che da bianca e diventata marrone scura. E' il materiale che viene messo tra le piastre, non saprei come chiamarlo. Spugna o feltro ? Domani se ho tempo cerco di aprirla di più per vedere anche gli altri elementi come sono messi . Allego foto
Allegati
P1070270-R.jpg
P1070270-R.jpg (62.79 KiB) Visto 862 volte
P1070271-R.jpg
P1070271-R.jpg (61.3 KiB) Visto 862 volte

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6311
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda Ferrobattuto » 7 gen 2017, 22:01

Presumo che sia inutile che seguiti ad aprirla...... È andata ormai.
Quella che vedi è poltiglia di piastre sciolte per l'uso. Stai sicuro che gli altri elementi non stanno meglio.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1985
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda Dolomitico » 7 gen 2017, 22:20

Oh...finalmente ancora qualcuno che intende operare "chirurgicamente"... :)
La poltiglia è il segno che le piastre sono formate,ovvero si sono completamente trasformate in ossido,per assurdo la capacità cè ancora tutta,ma ormai non è più raggiungibile a causa della corrosione completa di tutte le griglie di piombo.
La pappetta è dovuta all'acqua che ci hai aggiunto,smuovendola ti ritrovi quella cosa lì.
Se intendi procedere scoprirari che le positive sono pappetta,mentre le negative sono per lo più integre,non so quanto hai esplorato sul forum ma c'erano dei manuali che trattavano come riparare le batterie,ma le agm sono una sfida,io ne ho smontate qualcuna,ma quel feltro è talmente aderente che toglierlo per bene è una noia..

Una cosa che visto che me l'hai fatta venire in mente,ho scoperto che le mie vecchie trojan a liquido che avevo riposto un un luogo appartato dopo parecchi mesi le ho trovate completamente asciutte,ovvero l'elettrolita è evaporato lasciado le celle completamente secche.
Nel tuo caso o cmq nel caso che qualcuno intendesse operare "a secco" basta mettere la batteria aperta al sole e lasciarla asciugare in modo che tutto si secchi per bene,una sorta di ibernazione... ^_^

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 89
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda PiomboFuso » 8 gen 2017, 15:24

Buongiorno e buona Domenica ,,, ho liberato 1 settore , allego foto.
Allegati
P1080277-R.jpg
P1080277-R.jpg (212.57 KiB) Visto 746 volte
P1080275-R.jpg
P1080275-R.jpg (225.18 KiB) Visto 746 volte

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 89
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda PiomboFuso » 8 gen 2017, 15:27

Stavo togliendo il feltro tra le piastre, ma ha fatto una scintilla, spavento, mi sono fermato e ho misurato, difatti c'è tensione.
Siccome non sono pratico io mi fermerei qui .
Allegati
P1080282-R.jpg
P1080282-R.jpg (198.23 KiB) Visto 745 volte

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 89
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda PiomboFuso » 8 gen 2017, 15:31

@Dolomitico
Lo so che magari lo hai già detto, ma potresti fare alcune considerazioni su questa foto che ho numerato , il nr.1 era il polo positivo . Grazie
Allegati
P1080278-R.jpg
P1080278-R.jpg (214.58 KiB) Visto 743 volte

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 1985
Iscritto il: 28 mag 2011, 7:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggioda Dolomitico » 8 gen 2017, 18:38

Guarda che bella vivisezione,bella pulita,con la sega a mano immagino.
Le prima considerazioni sono che sono 5 pistre positive,pensavo di più,anche i collettori sono piuttosto vicini,di solito sono più ai lati,è possibile che se dai un tirone al numero uno ti rimane in mano,è quallo su cui sono collegate le positive,adesso vado a cena poi continuo,cosè che ti interessa sapere di preciso?

Share This


Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti