vecchia pressa con un "arduo" cuore

Moderatore: jpquattro

Avatar utente
marcobr
Messaggi: 686
Iscritto il: 22 lug 2013, 0:37
Località: Sud Puglia

vecchia pressa con un "arduo" cuore

Messaggioda marcobr » 2 nov 2015, 23:17

Mi è stata offerta una fornitura di pezzi in lamiera stampata ed ho raccolto la sfida.
Questo tipo di lavoro mi era totalmente sconosciuto fino a sei mesi fa e fino adesso ho appreso
poco tecnicamente e ancora zero realmente
Abbiamo cominciato così :
SAM_0306.JPG
SAM_0306.JPG (253.05 KiB) Visto 683 volte

Share This



Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6319
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: vecchia pressa con un "arduo" cuore

Messaggioda Ferrobattuto » 3 nov 2015, 13:09

Bene, il seguito alla prossima puntata?.... :lol:
Pressa meccanica, con volano e "cosciale" di spinta. Da quante tonnellate è?
Da ragazzo ci ho lavorato qualche giorno con una pressa così, per stampare vassoi inox destinati all'Alitalia. Come unico sistema di sicurezza aveva due pulsanti, se non li schiacciavi entrambi contemporaneamente con entrambe le mani lo stampo non scendeva. E non era possibile schiacciarli entrambi con una mano sola.
Occhio alle mani, hè?
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
marcobr
Messaggi: 686
Iscritto il: 22 lug 2013, 0:37
Località: Sud Puglia

Re: vecchia pressa con un "arduo" cuore

Messaggioda marcobr » 3 nov 2015, 22:59

Si,pressa meccanica Ettore Roche da 60 tonnellate.Appena ritirata sembrava "consumata " dall'anzianità ( 1972) ma dopo una minuziosa manutenzione e un riadattamento del quadro elettrico sembra tornata nuova.E' ora di mettere sotto lo stampo...e metterla alla frusta, come dice qualcuno.
La pulsantiera è ancora fatta cosi Ferro. I due pulsanti di innesco sono lontani tra di loro 45 cm poi tenendoli premuti con un altro dito della mano sx pigi lo start e scende la mazza, nel centro il fungo .A sinistra della mano destra sempre tenendo schiacciati i tasti più lontani si preme sul reset che riporta la mazza al punto massimo superiore magari dopo uno stop di emergenza.Con questo sistema per farsi pizzicare bisogna farsi aiutare da un amico :D

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6319
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: vecchia pressa con un "arduo" cuore

Messaggioda Ferrobattuto » 8 nov 2015, 8:39

marcobr ha scritto:......Con questo sistema per farsi pizzicare bisogna farsi aiutare da un amico :D

Bel cavolo di amico, sarebbe! :lol:
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
marcobr
Messaggi: 686
Iscritto il: 22 lug 2013, 0:37
Località: Sud Puglia

Re: vecchia pressa con un "arduo" cuore

Messaggioda marcobr » 27 apr 2016, 21:51

Quanti metalgrip son passati sotto alla pressa dall'ultimo messaggio,Mamma mia un bordello di pezzi. E non sono niente sono solo all'inizio.
Un esperienza non da poco riuscire ad assemblare un impianto che produce.

Avatar utente
marcobr
Messaggi: 686
Iscritto il: 22 lug 2013, 0:37
Località: Sud Puglia

Re: vecchia pressa con un "arduo" cuore

Messaggioda marcobr » 26 lug 2016, 15:57

https://youtu.be/M4nszi3rsBQ
Aggiorno la mia discussione con un filmatino esplicativo per il completamento della mia opera .

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 6987
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: vecchia pressa con un "arduo" cuore

Messaggioda Arex » 27 lug 2016, 7:53

Direi che ce l'avete fatta! Bravi, ottimo risultato!
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1832
Iscritto il: 19 apr 2011, 8:05

Re: vecchia pressa con un "arduo" cuore

Messaggioda eneo » 27 lug 2016, 9:54

Ottimo e pure computerizzato.....bravo
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
marcobr
Messaggi: 686
Iscritto il: 22 lug 2013, 0:37
Località: Sud Puglia

Re: vecchia pressa con un "arduo" cuore

Messaggioda marcobr » 21 ago 2016, 18:34

Buona sera . Ciao eneo,si c'è un arduino mega che comanda in automatico quasi tutto.Lo srotolamento della lamiera tramite l'aspo
non è comandato da arduino perchè era impossibile regolare lo srotolamento in quanto riducendosi piano piano il diametro
cambia la misura del materiale srotolato.
Oggi come un po di tempo fa ho nuovamente grippato ma senza danni.La prima volta il grasso vecchio aveva intasato il passaggio
nel tubicino di rame .Il grasso arriva sulla mezza luna superiore e quella si era incollata,oggi è capitato nella parte inferiore.
L'ho aperta senza toglierla e si è scollata subito,riempita di grasso e richiusa.E' un po troppo facile aver risolto cosi.
Devo trovare il tempo di smontare la biella e fare un foro dall'esterno verso il centro centrando la ragnatela e mettere
un ingrassatore di supporto .Probabilmente il grasso non segue la ragnatela verso il basso perchè ne esce molto dai lati della parte superiore
SAM_0368.JPG
SAM_0368.JPG (110.52 KiB) Visto 443 volte

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 6987
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: vecchia pressa con un "arduo" cuore

Messaggioda Arex » 21 ago 2016, 20:01

:rolleyes:
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Share This


Torna a “attrezzatura home made”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite