Revamping solare termico

Moderatori: CB900RED, Marko

Rispondi
Avatar utente
trattore
Messaggi: 167
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Revamping solare termico

Messaggio da trattore » 29 ott 2018, 19:28

Salve a tutti, ho aperto questa nuova discussione e ringrazio anticipatamente chi vorrà parteciparvi, il mio dilemma è questo: ho personalmente realizzato 14 anni fa un impianto solare termico a 2 pannelli , 300 Lt di accumulo a circolazione forzata,mi ha dato grandi soddisfazioni in tutti questi anni, ma ultimamente stenta un pò a dare le sue performances, infatti solo in giornate super soleggiate riesce ad arrivare a 65 C°, mentre prima dovevo stare attento a non mandare in ebollizione l'impianto, ora di acqua ne è passata nelle serpentine e negli anni ci sono state piccole migliorie, a livello tecnologico dei pannelli, con circa 2000 euri, mi prenderei 4 pannelli piani nuovi, mantenendo l'accumulo che ho già, perchè tra l'altro ho in mente di creare una piccola integrazione al riscaldamento invernale che effettuo con caldaia a pellet, inoltre disponendo del fotovoltaico, poteri optare con la medesima spesa a uno scaldacqua a pompa di calore, da 200-300 Lt, o andando al risparmio cercare di rigenerare i vecchi pannelli, ma è una impresa ardua, sono molto indeciso sulla scelta, se avete suggerimenti ne sono molto grato, e con ciò vi porgo i miei saluti

Avatar utente
CB900RED
Moderatore
Messaggi: 835
Iscritto il: 26 mag 2013, 18:23
Località: ravenna

Re: Revamping solare termico

Messaggio da CB900RED » 2 nov 2018, 0:07

ciao trattore ;) ;)
per rispondere nel modo giusto ci vorrebbero un po piu' di notizie
comunque cosi' tanto per iniziare cominciamo con qualche domanda
poi entreremo nello specifico
come e' fatto il boiler da 300 l e' tipo commerciale oppure autocostruito <_<
la domanda piu' importante cosa c'e' all'interno dei pannelli :unsure:
cioe'' cosa hai usato in questi 14 anni acqua o liquido
l'acqua potabile nella tua zona che grado di durezza ha
perche' se ha funzionato molto bene per molti anni c'e' qualche cosa che ostruisce la circolazione
anche se c'e' una pompa :unsure: :unsure:
comunque se descrivi il tuo impianto con anche delle foto
possiamo collaborare meglio a capire cosa c'e' che non va
oookkkk per il momento un saluto cb900red ;) ;)

Avatar utente
trattore
Messaggi: 167
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Revamping solare termico

Messaggio da trattore » 2 nov 2018, 6:10

Ciao CB900RED, cercherò di essere più esauriente possibile, partendo dal boiler che è di tipo commerciale di una nota marca austriaca (non cito la marca per non pubblicizzare) con all’interno due serpentine, 2 sensori di temperatura integrati in basso ed in alto, il gruppo di circolazione e centralina di controllo sono attaccati al boiler, l’impiato è caricato con acqua + glicole puro, in percentuale tale da proteggere ad una temperatura di -20, negli anni è stato sostituito solo parzialmente e reintegrato, la durezza dell’ acqua nella mia zona è di circa 23° francesi (quindi duretta) il che fa anche presumere una incrostazione della serpentina dal lato esposto nel serbatoio, inoltre la serpentina superiore è collegata alla caldaia a pellet che oltre a provvedere ai caloriferi, si occupa di integrare il riscaldamento dell’acqua quando non si ha apporto solare, i pannelli sono sempre della stessa marca del boiler, con serpentine in rame poste dietro e saldate ad un lamierino penso di alluminio, colorato oppure lo hanno galvanizzato, con una vernice bluastra , che a distanza di anni si è leggermente sbiadita, tutto sommato a distanza di questi anni penso che sono acciacchi che ci possono stare, per cui oltre che ridare vita a questo impianto che come minimo ha fatto una piscina olimpionica di acqua calda quasi gratis (sai i figli coi frequenti lavaggi), ora vorrei revisionarlo e potenziarlo in modo tale che nel serbatoio si crei uno scambio tra serpentina inferiore e superiore in modo da mandare nella mezza stagione il calore eccedente i 45- 50 c verso i caloriferi in bassa temperatura, infatti piano piano ne sto triplicano la superficie, anche se ciò comporta piccole opere murarie da me eseguite, poi c’è ancora margine di spazio sul tetto circa 20mq, per cui appellandomi a San budget, ci si può sbizzarrire, grazie per l’interessamento.cercherò di fare foto.

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 997
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Revamping solare termico

Messaggio da jpquattro » 2 nov 2018, 8:41

trattore ha scritto:
2 nov 2018, 6:10
...verso i caloriferi in bassa temperatura, infatti piano piano ne sto triplicano la superficie, anche se ciò comporta piccole opere murarie da me eseguite, poi c’è ancora margine di spazio sul tetto circa 20mq, per cui appellandomi a San budget, ci si può sbizzarrire, grazie per l’interessamento.cercherò di fare foto.
Scusa se cambio discorso, ma questa cosa dei caloriferi con superficie triplicata mi interessa. Mi sa che via via che passa il tempo interesserà molti altri. Chi, come me, sta in città e non ha voglia o soldi per fare un impianto a pavimento, ha il problema della sostituzione della caldaia a metano con una nuova a condensazione.
Il fatto è che nelle case meno giovani i radiatori sono tutti dimensionati per lavorare ad alta temperatura, se uno prova a vedere se è possibile sostituirli con altri più grandi o allargarli aumentando il numero degli elementi, niente da fare non ci sono elementi significativamente più performanti degli esistenti e il radiatore allargato non entra nello spazio disponibile...

Tu cosa hai fatto? Mi racconti qualcosa?

Paolo

Avatar utente
trattore
Messaggi: 167
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Revamping solare termico

Messaggio da trattore » 2 nov 2018, 12:09

Ciao jpquattro, mi fa piacere che l'idea ti interessi, ho deciso di aumentare la superficie radiante nel momento in cui in alcune stanze ho realizzato il cappotto interno, siccome la nicchia dove era alloggiato il calorifero creava uno strato di muro molto sottile verso l'esterno di circa 15-20 cm ho provveduto a colmare la nicchia sia con materiale isolante (pannello in fibra di legno) sia con forati di basso spessore, infine allineando tutta la parete isolata sempre con fibra di legno e come ho già detto in altri post relativi al cappotto il muro tra cappotto interno-esterno raggiunge lo spessore di 60 cm, lo spazio risultante sulla parete mi permette di mettere caloriferi di oltre 2 mt di lunghezza (non si arrivava al metro prima) oltretutto da ghisa sono passato a quelli in alluminio, la temperatura di caldaia si è abbassata dai 65-68 gradi di prima a parità di gradi ambiente a 56-58 gradi, inoltre devo ancora modificare i caloriferi del corridoio, ora ce nè uno ho lo spazio per metterne due da circa due metri, in quanto ho anche tolto delle pareti divisorie e creato una specie di open space, con numerosi vantaggi in termine di distribuzione del calore in casa, ho fatto questa scelta perchè: 1 sarebbe stato troppo oneroso rimuovere e rifare i pavimenti con il riscaldamento a pavimento; 2 la caldaia a pellet ha temperature di esercizio relativamente elevate per i tubi sottopavimento, sarebbe rischioso,3; gli impianti a pavimento sebbene siano molto validi non mi convincono del tutto, perchè penso che nonostante gli isolamenti una piccola percentuale di calore si perda nel terreno o vespaio sottostante, 4,; questa soluzione è molto fai date, come dico io poca pesa e tanta resa.Ciao

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 997
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Revamping solare termico

Messaggio da jpquattro » 2 nov 2018, 12:40

In sostanza hai sfruttato lo spazio disponibile per allungare i termosifoni esistenti.
Il problema che avrei io è che in un paio di stanze ho lo spazio per allungare il termosifone, in altre no... avevo pensato di raddoppiare il termo sovrapponendone due uguali... Non so come si comporterebbero, sia come resa che come distribuzione del calore.
I termosifoni lunghi come si comportano? il mio timore è che il lato "lontano" dai tubi rimanga freddo...

Paolo

Avatar utente
trattore
Messaggi: 167
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Revamping solare termico

Messaggio da trattore » 2 nov 2018, 13:04

In quelli lunghi più di 2 metri la mandata è in alto da un lato e il ritorno è in basso dall'altro se la pompa di circolazione è ben dimensionata non ci sono problemi di differenza di temperatura considera che la mia è 90 w di potenza e magari nel dubbio un pò di potenza in più non guasta perchè per sfruttare al massimo la superficie radiante l'acqua deva circolare velocemente, il radiatore di alluminio ha il pregio anche come ben sai di uniformare di suo le temperature essendo un materiale molto trasmissivo, considera anche che oltre alla dispersione termica causata dalla nicchia vero l'esterno a causa del limitato spessore del muro, il fatto di posizionare il calorifero più verso la stanza ne migliora la circolazione dell'aria nell'alettatura e anche questo fa molta differenza, l'aria tende a ristagnare sotto la nicchia anche se non vi sono tendaggi.

Avatar utente
CB900RED
Moderatore
Messaggi: 835
Iscritto il: 26 mag 2013, 18:23
Località: ravenna

Re: Revamping solare termico

Messaggio da CB900RED » 4 nov 2018, 0:33

ciao trattore
dalla tua descrizione dei vari accessori in parte si deduce che gia' i pannelli hanno calato la resa
si dovuti anche dall'eta' (visto che giustamente hai usato antigelo all'interno dei pannelli )
questo indica che il calcare non ha incrostato l'interno dei serpentini dei pannelli, della pompa
e dell'interno del serpentino del boiler
pero' visto che ormai in tutti gli acquedotti la durezza dovrebbe essere intorno hai 23° francesi
pero' vista l'esperienza ti allego le foto che ho fatto del mio boiler tutto in acciaio inox
all'inizio avevo solo un pannello e il serbatoio fatto con un tubo da 40 cm di diametro
e 150 cm di lunghezza il serpentino fatto con del tubo inox da 14 mm
il tutto a circolazione naturale e come hai fatto tu con mix di antigelo al 50%
con vaso d'espansione aperto in cima al tetto
premetto che all'ingresso della tubazione dell'acqua c'e' un filtro di filo avvolto per proteggere i vari rubinetti dell'impianto idraulico
come vedrai il deposito che si vede si e' formato in una decina di anni dal passaggio dell'acqua sanitaria calda
ora ho modificato anche questo
comunque tornando al tuo problema se hai anche la tua serpentina ricoperta da calcare anche li c'e' un calo
io direi di manutenzionare i pannelli poi controllare la resa e poi controllare se possibile con due termometri uno all'ingresso del serpentino del boiler e l'altro in uscita se la temperatura non cala di molto allora e' possibile che sia incrostata anche la serpentina interna del boiler
oookkkk poi ci aggiorniamo
Allegati
boiler in fase di montaggio.JPG
boiler in fase di montaggio.JPG (115.22 KiB) Visto 1300 volte
Foto465.jpg
Foto465.jpg (43.73 KiB) Visto 1300 volte
25102011211.jpg
25102011211.jpg (90.22 KiB) Visto 1300 volte
25102011751.jpg
25102011751.jpg (105.9 KiB) Visto 1300 volte

Avatar utente
trattore
Messaggi: 167
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Revamping solare termico

Messaggio da trattore » 4 nov 2018, 6:38

Osservando le foto la tua è più fanghiglia che solido calcare, da noi si nelle autoclavi collegate al pozzo, c’è un mix di poca sabbia e abbondante ferro e manganese, rilevate dalle analisi,tende a formare una pietra nei tubi, abbiamo provato ad installare un addolcitore con effetti più nefasti che utili, infatti anche miscelando gli ingressi la durezza si abbassava troppo (12-15°) ed è noto che con tale durezza l’acqua calda diventa aggressiva nei confronti di tutto ciò che tocca fatto di ferro, infatti sui lavandini si era formata una specie di riflesso iridescente dovuto al ferro asportato dalle tubazioni, quindi eliminati subito gli addolcitori, tornando all’impianto le cose che penso fattibili sono: rimuovere il liquido antigelo ed effettuare un lavaggio impianto con pompa ad acqua come si fa nei caloriferi, ripristinando poi liquido nuovo, bisognerebbe vedere se nel boiler c’è (anche se piccola di solito c’è) una piastra tonda di accesso alla parte interna e osservare lo stato delle serpentine, infine non credo sia possibile intervenire sui pannelli perchè la cornice è stata mandrinata sul bordo, sarebbe un’odissea toglierla e fare un qualsiasi intervento, grazie, saluti.

Avatar utente
CB900RED
Moderatore
Messaggi: 835
Iscritto il: 26 mag 2013, 18:23
Località: ravenna

Re: Revamping solare termico

Messaggio da CB900RED » 5 nov 2018, 0:22

ciao trattore ;) ;)
sono convinto che le serpentine dei pannelli non abbiano bisogno di controllo visto il lavoro dell'antigelo
pero' il superficie scura del pannello quella si che sarebbe opportuno trattare
per rendere piu' funzionale la cattura dei raggi solari
per il serpentino del boiler quello secondo me sarebbe quello che ha piu bisogno di controllo
non la parte interna ma quella esterna dove e' a contatto con l'acqua da scaldare
per controllare basterebbe anche una telecamera endoscopia
tipo https://www.ebay.it/i/362169165409?chn=ps
sempre tramite un tappo d'ispezione
oookkkk un saluto cb900red

Avatar utente
trattore
Messaggi: 167
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Revamping solare termico

Messaggio da trattore » 29 nov 2018, 9:06

Di nuovo salve, qui le cose nel frattempo sono progredite, ho scelto di effettuare un lavaggio del circuito pannelli e rinnovare il liquido circolante, un pò di sporco c'era, per ottimizzare anche l'uso del fotovoltaico ho integrato l'impianto solare affiancando uno scaldacqua a pompa di calore, mettendo i due serbatoi in serie in modo che d'inverno quando il solare scalda poco l'uscita del suo serbatoio va all'ingresso del serbatoio della pompa di calore che integrerà il calore mancante, mentre in estate sarà sufficiente mandare l'uscita del solare all'utilizzo diretto, e di conseguenza spegnere la pompa, un saluto a tutti a alla prossima mia mattata.

Rispondi

Torna a “Solare termico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti