Le batterie 18650........

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2220
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da Dolomitico » 2 set 2018, 20:29

Non c'è di che, se vuoi puoi fare una prova, controlla quelle pile che hai li che siano tutte allo stesso voltaggio, di solito si scopre che una coppia è sbilanciata rispetto alle altre, e siccome si usano caricabatterie rapidi il risultato è che non si ricaricano a fondo,poi si scaricano presto e il bms interviene a fermare la scarica.
Cmq non c'è niente di troppo complicato, il tuo pacco è facile da intervenire magari sarebbe prima da controllare lo stato di carica, poi collegare le pile, e poi il bms,quello è proprietario, sempre la solita menata, complicano le cose ma alla fine la minestra è quella, collegamenti e contatti a fantasia pur di non renderli compatibili.
La batteria da ebike che ti dicevo non è difficile a vederla, ma per smontare le celle bisogna fare un bel lavoro, taglia tutte le lamelle di collegamento, possono essere a 3 o 4 paralleli, e poi sono 10 serie, ovviamente ognuna ha il so cavo bms, e la sua scheda, che se non é proprietaria si potrebbe anche sostituire, se impari la tecnica ci fai belle cose, ma sempre con la dovuta prudenza.

Avatar utente
luciano74
Messaggi: 5
Iscritto il: 26 ago 2018, 10:33

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da luciano74 » 6 set 2018, 20:43

:rolleyes: grazie Dolomitico!
Ho provato quelle batterie ma sono da buttare, una soltanto mi segna 0,4 volt le altre 0.
Le nuove batterie devono ancora arrivare, copio tale e quale quello originale.
Ho ordinato anche un bms, tanto per capire come funziona (se riesco a collegarlo!!). :ph34r:
Per la batteria e-bike la lascio stare, in attesa di capire il sistema di funzionamento... a tal proposito se c'è una guida\video\ qualcosa per capire il funzionamento delle batterie bms...
Ciao a tutti :D

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2220
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da Dolomitico » 24 set 2018, 12:38

Una cosa che ho notato ultimamente, ennesima dimostrazione di come l obsolescenza arriva dappertutto sono i Bms.
Oggi stavo tagliando su delle vecchie finestre di legno, e come per magia a un certo punto non funziona più il gattuccio a batteria..
È la seconda batteria in ordine di tempo che salta sotto minimo sforzo, nulla di eccezionale, è un utensile da noto discount.
Aperta la batteria anche in questa circostanza (é la seconda) scopro che a cedere è il Bms, le celle sono a posto, e allora mi viene in mente che su aliexpress quando li vendono c'è scritto che la durata è di tot ore, adesso non ricordo se 3.000 o 30.000 ma cmq la durata è definita. Quindi che si usino o che rimangono a scaffale il conto alla rovescia trotta.
Ora ovviamente sono bms proprietari, e difficilmente si troverà il ricambio, ovviamente basta fare un pacco esterno con un nuovo bms e si risolve tutto, ma anche queste nuove tecnologie favoriscono lo spreco di risorse, chi non ci capisce granché vede che non va più la getta e ne prende una nuova, oppure getta anche l utensile intero... Per una schedina da 2 soldi.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2220
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da Dolomitico » 3 ott 2018, 18:12

Allora giusto per dare un dato,ho riscontrato che entrambe le batterie sono non funzionanti....solo per causa del bms.
Le celle sono a posto,tutte bilanciate e l'unica cosa è il mosfet vicino al cavo negativo che è saltato.Se si fa un ponte con un cavo dal negativo all'aletta tutto riprende a funzionare,adesso ho preso dei mosfet simili,per provare a sostituirli,mi secca che solo per un componente siano saltate 2 batterie,non sono fatto per essere usate troppo a lungo.Omagari lo fanno a posta che dopo un tot salti proprio un componente,le 2 batterie differivano solo per la capacità,una aveva una fila sola,l'altra una fila doppia di celle da 5.
Allegati
bms parkside.jpg
bms parkside.jpg (77.82 KiB) Visto 1625 volte

Avatar utente
metroman
Messaggi: 26
Iscritto il: 10 nov 2018, 15:37

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da metroman » 10 nov 2018, 15:41

ho circa un migliaio di queste celle recuperate, sto facendoci un "powerwall".

purtroppo i tp4056 non caricano in serie, altrimenti sarebbero molto interessanti.

mi / ci siamo fatti un circuito per testare la capacità e siamo molto soddisfatti


https://ibb.co/jSdMaA
https://ibb.co/dNfChq
https://ibb.co/mvS3oV
https://ibb.co/hhaZvA
https://ibb.co/hDEioV

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 589
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da unimatrixzero » 30 nov 2018, 0:58

mastrovetraio ha scritto:
23 set 2017, 17:16
Qui è spiegato per filo e per segno come saldare a stagno le 18650. Mi dispiace sia in inglese, ma con Google traduttore è chiaro come il sole. Ma sopratutto è GIUSTO. Chi lo ha scritto ha perfettamente ragione. Basta allenarsi un minimo, applicando la quantità di calore/energia necessaria e sufficiente a saldare il connettore alla batteria e non 1/100 in più. Ci si può allenare saldando un filo di rame su un dischetto di ferro posto su un pezzo di candela (spenta). Vi assicuro che ci si riesce senza danneggiarla minimamente. Leggete l'articolo, dice cose interessanti. https://xaeus.wordpress.com/2014/04/20/ ... damage-en/
-
dalla teoria alla pratica..
-
https://www.youtube.com/watch?v=AFoZZQzvT_I
-
https://www.youtube.com/watch?v=OtHw-RNyl3g
-
https://www.youtube.com/watch?v=e67byImYuL0
-
consiglio comunque di utilizzare il casco integrale ... :woot:
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 589
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da unimatrixzero » 30 nov 2018, 2:03

comunque sti russi son dei veri mostri.. wah che roba.. :woot:
-
https://www.youtube.com/watch?v=rZ_inuiuRg0
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
metroman
Messaggi: 26
Iscritto il: 10 nov 2018, 15:37

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da metroman » 30 nov 2018, 20:12

io ho la saldatrice a spot. saldare a stagno non mi pare sicuro...
se domenica inizio a assemblare le."cartucce" posto alcune foto

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 589
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da unimatrixzero » 9 dic 2018, 1:18

ho un dubbio che mi sorge :huh:

Premessa:
mi sto interessando a questa tipologia di batterie perchè mi è presa la fissa delle torce (xeno e led) ,
insomma la costruzione delle stesse, ed è uscito anche qualcosa di carino, tipo una grossa torcia alogena che montava un 55 watt auto convertita in xeno, una costruita da zero utilizzando un faro led profondità da fuoristrada abbinato ad una agm 12v 7a ecc ecc (se a qualcuno puo interessare posso postare le foto), comunque tutte agm e a tensione di lavoro 12V, con le litio il peso sarebbe decisamente inferiore per cui perchè nn provare :woot:

Venendo al dunque :
ho recuperato uno scatolone di 18650 da vecchie batterie di notebook , ho notato fin da subito che il problema alla maggiore stava nel micro circuito delle bms integrate, nella fattispece il mosfet saltato...

dopo averle sezionate ho provveduto alla ricarica di ogni singola cella utilizzando i vari XTAR (VC4 , VC2, VP2) che uso regolarmente per la sigaretta elettronica (fumo poco niente quindi ho solo 3 caricabatterie... :ph34r: )

ho acquistato le bms per il bilanciamento di carica, nella fattispece queste qua :

https://www.ebay.it/itm/Li-ion-Lithium- ... rk:53:pf:0

https://www.ebay.it/itm/3pcs-3S-11-1V-2 ... 0005.m1851

domandona..

cosa devo usare alimentare le suddette BMS (in fase di ricarica ovviamente) ? un comune alimentatore a 12,6 V (nel caso 3S che è quello che mi interessa) ? oppure qualche altra faccenda con controlli integrati particolari ? :alienff:
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
giuseppe
Messaggi: 385
Iscritto il: 5 ago 2013, 1:15
Località: arsie belluno

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da giuseppe » 9 dic 2018, 9:02

Ciao ti serve un comune alimentatore che arrivi a piu di 12.6 tanto è il bms che taglia caso mai la tensione ....sto facendo delle prove con un 4 s con 18 litio x cella in parallelo tot 72 celle tutte recuperate e adesso voglio provare con elementi nuovi da usare in parallelo al banco del fv

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2220
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da Dolomitico » 10 dic 2018, 17:41

Si,nel tuo caso un alimentatore come dice Giuseppe da 12.6v è sufficente,corrente in base alla capacità della batteria.
Io ultimamente ho rimesso in funzione i 2 pacchi che avevo del gattuccio (5s) e della smeriglio a batteria (5s 1p ovvero 5 serie e doppia fila in parallelo).
Ho provato a cambiare il mosfet,ma il bms è morto,non da segno di vita,allora l'ho sradicato,gi ho montato un sistema a cavetti come le lipo con bilanciatore esterno sul Imax e ho tenuto l'indicatore led che ti dà un idea di quando la pila è finita e va caricata,morale della favola le pile sono perfette e secondo qualcuno andava buttto tutto per 2 bms difettosi.
Tornando alle li ion,in linea di massima ci sto ragionando anch io come ottimizzarle,non sono male,anzi,averne di più,l'ideale per un fotovoltaico sarebbe averne un 7s cosi la tensione di fine carica arriva a 29.4v,io consiglierei cmq di non superare i 4,1v a cella,si hanno molti più cicli senza stressarle troppo.
Tornando alla saldatura a stagno,io mi sono rotto e l'ho tentata prima su un trapanino a singola pila,con il disosidante e cercando di non insistere troppo e non ci sono state troppe storie.
Interessante la storia di convertire un faro,ma non converrebbe montare una luce led al posto dell'alogena come consumi?

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 589
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da unimatrixzero » 14 dic 2018, 23:10

Dolomitico ha scritto:
10 dic 2018, 17:41
Interessante la storia di convertire un faro,ma non converrebbe montare una luce led al posto dell'alogena come consumi?
no, probalmente mi son spiegato male, la vecchia torcia era alogena di fabbrica e l'ho convertita in XENO , mentre la seconda l'ho messa su da zero usando un faro led profondità da fuoristrada abbinato ad una AGM 12V 7A
-
oggi ho completato il mio primo prototipo litio di banco batterie / torcia (se nel frattempo non esplode posterò poi le foto),
è composto da 15 x SAMSUNG ICR18650 di recupero ma in ottimo stato da 2600 mA (precedentemente caricate singolarmente con un XTAR VC4) configurati in modalità 3S,
come BMS ho utilizzato questa :
https://www.ebay.it/itm/3pcs-3S-11-1V-2 ... 0005.m1851
riguardo all'alimentatore che fornisce la tensione diciamo di ricarica un comunissimo switching regolato a 12,6 da 5 A (non è però regolabile in corrente ) questo:
https://www.ebay.it/itm/Alimentatore-5A ... :rk:1:pf:0
il faro vero e proprio invece è uno di questi:
https://www.ebay.it/itm/2-FARO-FUORISTR ... :rk:4:pf:0
le batterie le ho saldate , le prime 5 usando la pasta come illustrato nei vari video e poi considerando che creava solo un gran impiastro secondo me senza chissa quali vantaggi ho continuato senza, morale il tutto è riuscito e anche meglio e pare che la faccenda sia funzionante, anzi devo dire di esser rimasto stupito dalla durata, insomma ho lasciato il tutto con un carico di 80 watt e trascorsa mezz'ora il pacco batterie era sceso mi pare di soli 0,3 volt

ci sono un po di cose che però nn ho ben capito :
- da che parametro va dimensionata la BMS ? insomma quella che ho utilizzato è una 25 A ,
ma quegli ampere massimi a cosa corrispondono ? alla massima corrente prelevabile dagli utilizzatori oppure la massima corrente nominale del pacco batterie ossia tipo nel mio caso 2,6 A x 5 ?
nel calcolarla bisogna tener conto dell'amperaggio di picco delle batterie (es le sony VTC5 danno mi pare 30A) oppure la corrente nominale delle stesse ?
- come avviene il ripartimento di carica sulle singole batterie ? es. con bms da 25 ampere e alimentatore es. da 50 A si occupa la bms stessa a dimensionare la massima corrente per ogni batteria (e o pacco) e se si in quale maniera ?
- l'alimentatore che ho utilizzato nn è limitato in corrente.. insomma se esageri con la corrente semplicemente va in protezione e si spegne, va bene uguale oppure ci va qualcos'altro ? la potenza e amperaggio dello stesso va scelto in base a quale criterio ? un C10 come per le piombo ? oppure è la bms stessa che provvede a limitare la corrente per singolo pacco batteria quindi piu ampere ci sono in ingresso e meglio è ?
- esiste un qualche sistema per capire quando il pacco è carico ? qualcosa di automatico tipo un led intendo, tipo con quelle dei trapani, di modo da nn dover sempre staccare e misurare con il tester ?

mi scuso per le 10000 domande ma per me questo è un ambiente nuovo e nonostante l'abbia snobbato fino a oggi per via delle varie dicerie su possibili esplosioni e pericolosità ecc ho notato che ha un rendimento davvero spaziale se confrontato ad un sistema al piombo, soprattutto in certi campi dove si ha bisogno di basso peso e alte capacità di accumulo/spunto.
(con questo nn voglio dire che cosa si sente in giro riguardo a problemi di infiammabilità siano tutte balle ci mancherebbe , son sistemi da metter su in una certa maniera, ma se tutto viene rispettato ed effettuato ad arte nn credo siano poi cosi pericolose, perlomeno nn son fatte di nitroglicerina :woot: )
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2220
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da Dolomitico » 15 dic 2018, 18:18

Allora ti dico quello che so,quel Bms ce l'ho anch'io,mi sembra che non sopporta troppi ampere di scarica continui, i 25 sono ampere di picco,non continui,poi va valutato la capacità di bilanciamento,ovvero quando una cella ècarica quando sia la capacità di lasciar caricare le altre che fossero riamaste indietro.
Hai notato che cè scritto la vita utile? "Effective life: more than30000h" sono 1250 giorni che poi fanno 3.4 anni.
Esattamente il tempo che circa mi sono durati i miei bms...quindi sono un tallone d'achille.
Cmq pio metterne in parallelo quante ti pare,e in linea di massima si caricano a C1,ovvero una pila da 1000mah si carica a 1000.
Se tu arrivi a metterne che ne so 25A virtualmente le celle non si rovinano a caricarle a 25ah,ma anche se le carichi a 5ah non gli fai male di sicuro,ci mette solo più tempo nella ricarica.
Il bms va dimensionato in base all'uso che se ne fa,negli elettrutensili di solito montano un grosso mosfet che poi è quello che cede.
Se il tuo tiene allora può andare bene,se ho capito sono 2 da 36w in totale,che fanno 3 ampere circa,se perfettamente nei parametri.
Il bms non fa altro che proteggere le celle dalla troppa carica o scarica e in caso di necessità aiuta le celle che sono rimaste indietro a recuperare la carica se succedesse,ovviamente il tempo dipende dalla corrente che lascia passare il bms e dalla capacità che dovrebbe recuperare,ma sono cose che non succedono spesso sotto normale utilizzo,in caso basta misurare con un tester e vedi subito se succede.
Invece uno strumento molto utile è questo:
https://it.aliexpress.com/item/1-s-2-s- ... a62597fa-1

O questo:
https://it.aliexpress.com/item/Impermea ... a62597fa-0

Basta collegarli e con il pulsante o senza si vede subilo lo stato della batteria,io sulle mie che ho rimontato li ho recuperati e reinstallati,senza avere bipper o altro in un colpo vedi subito lo stato di carica senza tester.

Una domanda,ma l'alimentatore se non ricordo male ha un trimmer per il voltaggio,che range ha?Arriva a 12,6V
Questo tipo di pile ormai lo montano ovunque,quindivolenti o nolenti bisogna prenderci confidenza,permettono di recuperare anche vecchi utensili a batteria e potenziarli,Come ho detto l'unica noia è la durata dei bms,che mette fine prematuramente a molti pacchi,ma le celle sono ancora ok.

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 589
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da unimatrixzero » 16 dic 2018, 0:11

Dolomitico ha scritto:
15 dic 2018, 18:18

Una domanda,ma l'alimentatore se non ricordo male ha un trimmer per il voltaggio,che range ha?Arriva a 12,6V
-
si si , l'alimentatore ha un trimmer che permette di regolare da mi pare 11,0 a 15 o giù di li , l'ho impostato a 12,6 perchè avevo letto una risposta precedente che indicava quel voltaggio.
se come dici il bms fino a 25 A nn si rovina e le batterie possono essere caricate in C1 posso mettere un alimentatore da 10 A (ne ho disponibili fino a 200 A) cosi si ricaricano più velocemente (sperando che nn mi esplodano nei denti) :woot:
da cosa mi pare di aver capito nn bisogna solo superare la corrente globale dei pacchi per rimanere in C1 giusto ? insomma un pacco a esempio 10 A va caricato con alimentatore da massimo 10 A ?

simpatici e decisamente utili gli indicatori di tensione che hai linkato

condordo pienamente con te sul fatto che al 90% delle volte siano i BMS a danneggiarsi, dico questo perchè le batterie 18650 che ho a disposizione son tutte raccattate da batterie di portatili non funzionanti che avevo in laboratorio e ho toccato con mano sta cosa perchè ho trovato 4 batterie danneggiate su 50 buone, i problemi erano sempre nei bms che presentavano bruciature ecc
mi ha stupito anche la cosa che certi pacchi che ho demolito avevano una decina di anni e le batterie sono ancora praticamente perfette

PS. su questo pacco / pila gli ho anche collegato il trapano a batteria della valex e la bms pare che regge
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
metroman
Messaggi: 26
Iscritto il: 10 nov 2018, 15:37

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da metroman » 16 dic 2018, 9:08

per esperienza personale:
le celle vanno valutate in scarica non in carica (opus/liitokala/zanflare/IMAX)
le celle non vanno caricate a 4.2v e scaricate sotto i 3v per aumentare la longevità.
prima di assemblare verificare che non vadano in autoscarica per 15 giorni almeno..
va verificataa resistenza interna.
non vanno saldate a stagno(alcune hanno il negativo molto fragile)
meglio caricar e scaricare a bassi ampere visto che sono usate
va verificato che non scaldino troppo. se raggiungono i 60° C tendono a dissipare troppa energia in calore e c'è il rischio del termal runaaway (700+ gradi)

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2220
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da Dolomitico » 16 dic 2018, 10:43

Giuste osservazioni Metroman,sono celle che vanno trattate nella giusta maniera,aggiungerei che andrebbero caricate fino a 4.1v per aumentarne la longevità,l'imax infatti le carica solo fino a 4.1v per cella in modo da prolungare la vita utile.

Anche su molti smartphone cè un led tipicamente arancione che diventa verde appena la batteria arriva al 90% e se si stacca sempre a questo punto si ha una vita operativa più lunga.
Anche l'osservazione dell'autoscarica è giusta,ho trovato anch'io celle che si scaricavano da sole,non sarebbe il caso di usarle con pacchi misti.

Per Unimatrix:

Quel bms ce l'ho anch'io,non l ho ancora usato,ma è un pò contorto,ti scrivono di non usarlo con dispositivi di potenza,e poi ti danno 25A di scarica,che non sono proprio pochi.
https://it.aliexpress.com/item/3S-25A-L ... f500593b3b

Forse sono errori di traduzione.
Cmq fossi in te farei delle prove progressive,un pacco magari fino a 10Adi capacità,o giù di lì,non serve avere capacità troppo esagerate se la batteria tiene bene,una cosa,se non la usi lasciala a 3.7v per cella,tipicamente 3/4 di carica che si conservano meglio se le metti in rimessaggio senza usarle
Per la corrente di ricarica tipicamente è C1,quindi in base alla capacità se sono 10a di batteria puoi arrivare a 10Ah,ma non è obligatorio,anzi anche caricandole più lentamente lasci tempo al bms per gestire il bilanciamento.
Io sono dell'idea che anche in questo campo le ricriche extraveloci servono a rovinarle prima,ho trovato in passato dei pacchi dove le celle erano cmq sbilanciate,segno che il bms non ha fatto in tempo a compensare la ricarica.

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 589
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da unimatrixzero » 16 dic 2018, 18:40

ho l'imax B6 ma sinceramente nn l'ho ancora usato.. vi terrò aggiornati in merito
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
metroman
Messaggi: 26
Iscritto il: 10 nov 2018, 15:37

Re: Le batterie 18650........

Messaggio da metroman » 16 dic 2018, 22:36

per discorso BMS. se bilancia passivamente con resistori da 100 mOhm lasciate perdere. un pacco da 10 ampereora lo bilancia in una vita.

servono 300/500/1000ma di corrente di bilanciamento, altrimenti quando carica una cella va in overvoltage

Rispondi

Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti