Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Avatar utente
Roby
Messaggi: 178
Iscritto il: 5 ago 2012, 22:58
Località: L'Aquila

Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da Roby » 1 ott 2012, 14:39

Ciao Eneo.

Sto guardando anch'io con un certo interesse i regolatori morningstar. In particolare sto guardando con un certo interesse i TS-45 e TS-60. Hai uno di questi due? Se si vorrei farti alcune domande.

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1979
Iscritto il: 19 apr 2011, 9:05

Re: Mi è morta una cella delle mie trojan

Messaggio da eneo » 1 ott 2012, 15:06

ho il ts45 consigliatomi da hall9000. fai pure le domande che vuoi.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 157+157Ah SMA tubolare, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Hal9000
Messaggi: 865
Iscritto il: 14 lug 2011, 12:52

Re: Mi è morta una cella delle mie trojan

Messaggio da Hal9000 » 1 ott 2012, 17:33

I regolatori Morningstar TS-45 e TS-60 sono identici cambia solo lacorrente massima, attenzione a specificare bene la versione PWM poichè da un paio di anni è uscita anche la versione TS-xx MPPT.
La versione a cui fai riferimento è la PWM, ovvero la più semplice e meno costosa, non fà altro che modulare il duty-cycle a 300Hz da 0 a 100% in base a quanto deve limitare la corrente proveniente dai pannelli per mantenere la giusta tensione di carica, ha un banco mosfet in opposizione di fase per impedire il ritorno verso ipannelli, è un semplice ma ottimo regolatore, credo che l'onda quadra generata dall'intervento della regolazione PWM unita ad un'ottima gestione da parte del programma sul microcontrollore permettano a questo regolatore di desolfatare lentamente le batterie se lasciato lavorare per un annetto, anche io ho sentito di gente a cui l'avevo consigliato riferirmi di trovare le batterie in ottimo stato l'anno successivo dove stavano per cambiarle usando il vecchio regolatore (non morningstar).

Creo che nelle nuove versioni MPPT questo effetto "desolfatante" non sia più presente o sia molto meno marcato, poichè sono convinto che fosse un effetto secondario derivante dagli spigoli delle commutazioni della configurazione economica PWM in quel circuito con quel pilotaggio.

Ad ogni modo anche io uso un TS-60 PWM in baita da circa 5 anni, ho usato anche il remote sense in modo che sentisse la tensione delle batterie in maniera precisissima, e devo dire che negli ultimi 2 anni non ho ancora fatto un rabbocco, il livello è ancora su max e le piastre positive sono nere come la pece, zero segni di solfatazione.

Avatar utente
Roby
Messaggi: 178
Iscritto il: 5 ago 2012, 22:58
Località: L'Aquila

Re: Mi è morta una cella delle mie trojan

Messaggio da Roby » 1 ott 2012, 19:10

Eneo ha scritto:ho il ts45 consigliatomi da hall9000. fai pure le domande che vuoi.

Hal9000 ha scritto:I regolatori Morningstar TS-45 e TS-60 sono identici cambia solo lacorrente massima, attenzione a specificare bene la versione PWM poichè da un paio di anni è uscita anche la versione TS-xx MPPT.
La versione a cui fai riferimento è la PWM, ovvero la più semplice e meno costosa, non fà altro che modulare il duty-cycle a 300Hz da 0 a 100% in base a quanto deve limitare la corrente proveniente dai pannelli per mantenere la giusta tensione di carica, ha un banco mosfet in opposizione di fase per impedire il ritorno verso ipannelli, è un semplice ma ottimo regolatore, credo che l'onda quadra generata dall'intervento della regolazione PWM unita ad un'ottima gestione da parte del programma sul microcontrollore permettano a questo regolatore di desolfatare lentamente le batterie se lasciato lavorare per un annetto, anche io ho sentito di gente a cui l'avevo consigliato riferirmi di trovare le batterie in ottimo stato l'anno successivo dove stavano per cambiarle usando il vecchio regolatore (non morningstar).

Creo che nelle nuove versioni MPPT questo effetto "desolfatante" non sia più presente o sia molto meno marcato, poichè sono convinto che fosse un effetto secondario derivante dagli spigoli delle commutazioni della configurazione economica PWM in quel circuito con quel pilotaggio.

Ad ogni modo anche io uso un TS-60 PWM in baita da circa 5 anni, ho usato anche il remote sense in modo che sentisse la tensione delle batterie in maniera precisissima, e devo dire che negli ultimi 2 anni non ho ancora fatto un rabbocco, il livello è ancora su max e le piastre positive sono nere come la pece, zero segni di solfatazione.


(woot)


Ho letto il manuale d'uso del ts-45 ts-60, avevo capito fosse un PWM ma meglio avere conferme precise... d'altronde ho visto il 45 a 180€ e non poteva certo essere un MPPT... ho anche visto sempe il ts-45 dallop stesso venditore a 100€ di più... ora, o ha sbagliato a scrivere ed era il ts-60... oppure ... booo...

Le domande sono queste...

1) Ho letto nel manuale (pag.39)

Codice: Seleziona tutto

5.4.1 Inverters
Gli inverters non vanno mai collegati al TriStar.


:?

Intendeva direttamente senza le batterie? Sembra una banalità ma leggendo il manuale invece che togliermi dubbi ho trovato un sacco di punti oscuri (sicuramente dovuti alla mia ignoranza in materia). Tra l'altro negli esempi non si faceva mai cenno a configurazioni che usano un inverter :( ...

2) Ho visto che il ts-45, ed anche il 60, possono essere configurati per funzionare anche in 3 modi... ma questi modi non li ho capiti.
      1) Controllore di carica solare
      2) Controllore del carico
      3) Controllore di carica deviata

Il primo suppongo sia la tipologia normale, pannelli-> Regolatore -> batterie ... e a queste (le batterie) si collega l'inverter ... giusto
Il secondo non ne ho idea...
Il terzo... eolico???? Booo....

Altra cosa... ma questi si possono parallellare? Sempe sul manuale pare si possa fare (come non si evince) ma dice anche che non si può fare per grossi carichi... Cioè????

Codice: Seleziona tutto

5.4.2 TriStar in parallelo
Per i grossi carichi non mettere mai in parallelo due o più TriStar. Il controllore non potrà ripartire il carico.


Ma che significa...

[EDIT]
La differenza di 100 euro di cui parlavo prima era per il fatto che a 180 il ts-45 viene venduto senza display... con display 280... ho fatto fare una traduzione dal tedesco... prima non l'avevo fatta... :blushing:

Avatar utente
Hal9000
Messaggi: 865
Iscritto il: 14 lug 2011, 12:52

Re: Mi è morta una cella delle mie trojan

Messaggio da Hal9000 » 1 ott 2012, 19:43

Ciao Roby,
quando dice di non collegare un inverter al tristar intende di non collegare l'inverter sull'uscita di pilotaggio del carico del regolatore, anche se tu ti chiederai: quale uscita per il carico? visto che ci sono solo 4 morsetti di potenza e non 6????

Tranquillo, a tutto c'è una spiegazione semplice, questo regolatore ha solo 4 morsetti di potenza che possono essere usati in modo diferente a seconda della configurazione.
In pratica il regolatore viene visto come uno uno stadio generico, vedilo come un grosso e singolo interruttore da 45 o 60A (in base al modello), quindi ha un ingresso ed un uscita, poi a seconda di cosa devi fare lo configuri opportunamente.
Lo costruiscono in questo modo così che sia di uso generico e poi su impianti complessi ne prendi più di uno e li configuri in maniera variegata dove ciscun TS-XX svolge un compito ben definito in un punto dell'impianto, in questo modo si produce un unità identica e si abbattono i costi e per chi li usa in caso di guasti in emergenza può prenderne uno da un altro punto dell'impianto meno critico, riconfigurarlo ed usarlo dove serve di più in attesa della riparazione, o almeno eusto è il concetto di base per cui questo modello è stato progettato così.

Per fare un esempio esagerato: potresti avere 2 tistar come regolatori di carica che gestiscono 120A di pannelli, un terzo che devia energia in eccesso verso un boiler da 50A ed un quarto che pilota una linea in corrente continua di carichi da spegnere quando la batteria si scarica troppo.
In origine questo modello era nato per applicazioni indistriali nel campo delle telecomunicazioni, poi si è diffuso anche per uso privato.

Ma teoria a parte, torniamo al pratico:
1) controllore di carica solare --> è la modalità che interessa a tè ovvero regolatore di carica PANNELLI->TRISTAR->BATTERIE->INVERTER
2) controllore di carico ---> a lato pannelli (connettore giallo) invece dei pannelli colleghi un carico a bassa tensione che abbia un assorbimento inferiore alla corrente massima del regolatore e tale carico verrà spento sotto una certa soglia di tensione per evitare scariche profonde delle batterie BATTERIE->TRISTAR->CARICO_DC
3) controllore di caricha deviata -> serve a riversare l'energia in eccesso verso un carico resistivo per uso secondario, che può essere a perdita come una resistenza in aria (una stufetta) o a riciclo ovvero un boiler per il preriscaldo, a prescindere di cosa ci farai con il calore generato è un sistema alternativo per la regolazione di carica, ovvero mandi l'energia dei pannelli direttamente in batteria con un diodo e poi il tristar accende gradualmente la resistenza tenendo al guinzaglio i pannelli in modo da prevenire la socvrccarica della batteria PANNELLI+EOLICO->DIODO->BATTERIA->TRISTAR->BOILER

Nel caso n.3 è importante rispettare due regole importantissime, pena la distruzione della batteria:
A) il carico di diversione (stufetta, boiler ecc ecc) deve essere di potenza superiore alla somma di tutte le fonti (pannelli + eventuale eolico) alla massima potenza (sole di mezzogiorno e tornado)
B) il carico non si deve mai bruciare (lampadine) o staccare (termostato boiler) se no viene a mancare il carico zavorra tramite il quale il tristar dissipa l'energia in eccesso evitando che la batteria frigga a fine carica

Avatar utente
Roby
Messaggi: 178
Iscritto il: 5 ago 2012, 22:58
Località: L'Aquila

Re: Mi è morta una cella delle mie trojan

Messaggio da Roby » 1 ott 2012, 19:55

Ecco cosa mi mancava...
Beh in effetti così è un signor "regolatore"...

Sono sempre più attirato... 180€ (senza display... ma è necessario per il corretto funzionamento del regolatore?) per un 45A a 48V mica male... con la possibilità di prenderne un'altro e raddoppiare (magari anche triplicare)... o fare altro... Stupendo...
Ho visto che si può escludere l'Equalizzazione automatica. Quando parlavi del fatto che agisce anche da desolfatatore, intendevi senza l'uso dell'equalizzazione... ma grazie alle caratteristiche proprie di questo tipo di regolatore, giusto?

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1979
Iscritto il: 19 apr 2011, 9:05

Re: Mi è morta una cella delle mie trojan

Messaggio da eneo » 2 ott 2012, 8:24

vorrei aggiungere due cose, secondo me il tristar lavora meglio in configurazione 1 ovvero come regolatore solare, conviene fare un deviatore di energia in eccesso a parte come ha fatto hall...
la seconda cosa ho eliminato l'equalizzazione, anche perche' ho notato che la tensione di carica rimane costante sui 28.8v fino a quando c'e' il sole e la carica giusta, questo perche' quando ho dei carichi in accensione come il congelatore il tristar sente un'abbassamento della tensione, prima quando avevo solo le luci dopo tre ore la fase di carica andava sulla posizione di mantenimento....ecco perche' ho escluso l'equalizzazione per me basta e avanza avere per piu' di 5 ore la batteria a 28.8v il rimescolamento del liquido anche se in maniera minore avviene lo stesso.
siamo ot. chiedo scusa a dolomitico forse meglio spostare alcune risposte da qualche altra parte.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 157+157Ah SMA tubolare, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Roby
Messaggi: 178
Iscritto il: 5 ago 2012, 22:58
Località: L'Aquila

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da Roby » 2 ott 2012, 10:25

Grazie Eneo!
Questo regolatore mi sta facendo impazzire... nel senso che sto fremendo per acquistarlo... solo devo aspettare di mettere qualche soldino nel salvadanaio... oO

Ho notato che il costo del "controller" (chiamarlo solo regolatore a questo punto mi sembra riduttivo), è di 100€ superiore con il display. Tu hai la versione con o senza? Mi interessa sapere se la mancanza del display crea qualche difficoltà nel uso generale, oppure è solo di contorno e se quindi il risparmio di quei 100 euro è opportuno o va a detrimento di qualche funzione del tristar.

Hai mai provato a collegare il TriStar al PC e ad usare il Software per il monitoraggio?

Eneo ha scritto:conviene fare un deviatore di energia in eccesso a parte come ha fatto hall...


Cioè?

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7176
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da Ferrobattuto » 2 ott 2012, 13:57

Roby ha scritto:
Eneo ha scritto:conviene fare un deviatore di energia in eccesso a parte come ha fatto hall...


Cioè?

Il circuito che gli attacca i boiler dell'acqua calda quando il banco di accumulo è carico: http://www.offgrid2.altervista.org/view ... &t=56#p348
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1979
Iscritto il: 19 apr 2011, 9:05

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da eneo » 2 ott 2012, 14:20

Roby ha scritto:Grazie Eneo!
Tu hai la versione con o senza? Mi interessa sapere se la mancanza del display crea qualche difficoltà nel uso generale, oppure è solo di contorno e se quindi il risparmio di quei 100 euro è opportuno o va a detrimento di qualche funzione del tristar.
Hai mai provato a collegare il TriStar al PC e ad usare il Software per il monitoraggio?


ho la versione senza, spendere 100 euro per il display non ha senso, so che il regolatore funziona e fa il suo dovere anche senza.
purtroppo ancora no, ho le prese con i pin da saldare sul cavetto ma sono passati mesi, l'ho sistemato appesa al muro alla buona e li e' rimasto, pensa che ancora devo sistemare un pannello...figuriamoci...pero' sono curioso di leggere quanti ampere ha totalizzato...
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 157+157Ah SMA tubolare, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Roby
Messaggi: 178
Iscritto il: 5 ago 2012, 22:58
Località: L'Aquila

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da Roby » 2 ott 2012, 16:29

@Ferrobattuto
Grazie... Sarà una delle prossime cose che dovrò vedermi per benino...


Eneo ha scritto:ho la versione senza, spendere 100 euro per il display non ha senso, so che il regolatore funziona e fa il suo dovere anche senza.
purtroppo ancora no, ho le prese con i pin da saldare sul cavetto ma sono passati mesi, l'ho sistemato appesa al muro alla buona e li e' rimasto, pensa che ancora devo sistemare un pannello...figuriamoci...pero' sono curioso di leggere quanti ampere ha totalizzato...


:mrgreen:

Si, immagino... dovresti vedere dove sto stipando tutto il materiale che ho... mia moglie prima o poi mi fa nero.... (:)

Tu dove l'hai preso? Parlo, chiaramente, del TriStar...

Avatar utente
Hal9000
Messaggi: 865
Iscritto il: 14 lug 2011, 12:52

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da Hal9000 » 2 ott 2012, 22:48

Confermo che il display è solo uno sfizio aggiuntivo, io i due tristar ts-60 che ho preso li ho sempre usati senza display, serve solo per vedere tensioni e correnti ma il regolatore funziona benissimo anche senza.
A dire il vero se hai il display non puoi usare la porta seriale perchè il display si collega proprio lì, comunque la porta seriale funziona benone, con 4/5 saldature ti sei fatto il cavetto seriale è veramente banale, con il loro software (che puoi scaricare dal sito) puoi leggere i valori del regolatore o cambiare le soglie di lavoro, ma alla fine è una comunicazione in protocollo modbus se sei capace di programmare sul pc puoi farti anche tu un software che legge tutti i valori in tempo reale del regolatore, di fatti io nella prima versione "ufficiale" dle mio impianto fotovoltaico avevo usato la porta seriale del tristar per leggere, oltre ai classici valori di tensione delle batterie e corrente di carica, anche il valore del PWM 0-100% e così quando leggevo un PWM inferiore a 100% accendevo il boiler per la diversione dell'energia in accesso.

Ora uso l'uscita appositamente studiata del regolatore outback che funzione megio per i boiler, ma anche quel sistema funzionava discretamente.

Io in baita la funzione di equalizzazione l'ho lasciata abilitata, ti consiglierei di lasciarla abilitata, pensa che in 2 anni le batterie sono rimaste praticamente la massimo, forse 1 millimetro sotto il livello max, hanno mangiato quasi 0 acqua.

Una cosa che suggerisco a tutti i possessori di regolatori tristar qualsiasi versione, se avete più di 3 metri di cavo tra regolatore e batterie usate l'ingresso di remote sense, in pratica tirate due fili sottili (per esempio dell 1) che partono dal + e - delle batterie e vanno ai morsetti + e - del remote sense del regolatore, in questo modo il regolatore stabilizza le tensioni in maniera molto precisa sulle batterie senza risentire di eventuali perdite sia in positivo che in negativo sul cavo di potenza che và alle batterie da regolatore e migliora l'accuratezza della carica.
Tato il remote sense c'è giù su a gratis, non c'è motivo di non sfruttarlo, basta collegare i cavi e il regolatore capisce in automatico di compensare con questo ingresso.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7259
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da maxlinux2000 » 2 ott 2012, 23:19

Hal9000 ha scritto:...
Dato il remote sense c'è già su a gratis, non c'è motivo di non sfruttarlo, basta collegare i cavi e il regolatore capisce in automatico di compensare con questo ingresso.



senza contare che nel caso di roby, che qvuole usare un banco a diodi, il remote sense è in gradi di compensare la perdita di tensione indotta dai diodi.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Roby
Messaggi: 178
Iscritto il: 5 ago 2012, 22:58
Località: L'Aquila

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da Roby » 3 ott 2012, 10:28

offgrid2 ha scritto:senza contare che nel caso di roby, che qvuole usare un banco a diodi, il remote sense è in gradi di compensare la perdita di tensione indotta dai diodi.


8)

In effetti stavo cercando proprio uno di questi regolatori con il sensore delle batterie. Questo poi, il TriStar, ha anche il sensore della temperatura... peccato che sia opzionale... cioè da comprare separatamente... :(

In ogni caso questo regolatore è favoloso!!!! Lo prenderò, appena avrò la possibilità di farlo... sto mese, e anche il prossimo ... sto messo male.... :*(

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7259
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da maxlinux2000 » 3 ott 2012, 14:55

a quanto ne so, anche il tristar ce l'ha incorporato... pensa che il ps30 che è un giocattolino a confronto ce l'ha!
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Roby
Messaggi: 178
Iscritto il: 5 ago 2012, 22:58
Località: L'Aquila

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da Roby » 4 ott 2012, 10:27

offgrid2 ha scritto:a quanto ne so, anche il tristar ce l'ha incorporato... pensa che il ps30 che è un giocattolino a confronto ce l'ha!

Parli del sensore da applicare esternamente alle batterie? Non ho ancora chiesto ai vari venditori, ma sul manuale del tristar ne parla come di qualcosa opzionale...

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7259
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da maxlinux2000 » 4 ott 2012, 11:08

a quanto ho capito, l'opzionale è il cavetto.... prendi un cavetto qualsiasi da 1 mm2, e lo attacchi a una delle batterie.
Il sensore è interno, ma è opzionale l'uso.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Roby
Messaggi: 178
Iscritto il: 5 ago 2012, 22:58
Località: L'Aquila

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da Roby » 4 ott 2012, 11:22

offgrid2 ha scritto:a quanto ho capito, l'opzionale è il cavetto.... prendi un cavetto qualsiasi da 1 mm2, e lo attacchi a una delle batterie.
Il sensore è interno, ma è opzionale l'uso.


No offgrid2.... Non il sensore del voltaggio... Parlo del sensore della temperatura (il RTS: Sensore Remoto Temperatura)

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7259
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da maxlinux2000 » 4 ott 2012, 11:56

opss!! ho capito male.... e si, in ogni caso il termometro è importantissima, a meno che tu non vada ogni tanto a ritoccare i parametri leggendo una tabella e un termometro. Costa cara la sonda termica?

Dipende anche se ci sono molti sbalzi di temperatura tra estate e inverno nel locale dove metterai le batterie.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Roby
Messaggi: 178
Iscritto il: 5 ago 2012, 22:58
Località: L'Aquila

Re: Regolatore TriStar ts-45 & ts-60

Messaggio da Roby » 4 ott 2012, 12:02

offgrid2 ha scritto:opss!! ho capito male.... e si, in ogni caso il termometro è importantissima, a meno che tu non vada ogni tanto a ritoccare i parametri leggendo una tabella e un termometro. Costa cara la sonda termica?

Dipende anche se ci sono molti sbalzi di temperatura tra estate e inverno nel locale dove metterai le batterie.


La sonda costa intorno ai 50 euro... (escluse le spese di spedizione...)
Ho piazzato un sensore di temperatura (tipo quello che si usa per le auto, 10€ circa acquistato un anno fa circa) nel locale dove vorrei mettere Batterie, regolatore e inverter, mi riporta anche i minimi e i massimi. Monitorerò la situazione, così mi rendo conto degli sbalzi di temperatura che ci sono.

Rispondi

Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti