Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2035
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Dolomitico » 8 gen 2017, 19:46

Aggiungo che anche senza saperlo il positivo si vede subito dal colore rosso scuro,e grigio chiaro il negativo,
Si vede chiaramente che l'acqua a ridotto in pappetta le positive,e quindi non cè molto da fare,curiosa configurazione con i collettori cosi ravvicinati,di solito sono al lato più esterno,evidentemente la Fiamm usa questo approccio.
Se vuoi andare oltre per farti un'idea devi prendere uno scalpello piatto o un cacciavite largo e battere tra il collettore grigio e la plastica,vengono collegati tramite puntatura elettrica,e bisogna scardinarli,da li dopo potrei estrarre la cella e farti un'idea di come è ormai ridotta.
Le considerazioni che si sono fatte in questi anni sono che ormai i produttori sanno al millimetro quanto durano le loro batterie,in base allo spessore delle griglie positive sia senza che con impasto (intendo la robustezza della griglia di supporto prima,e lo spessore poi con l'impasto applicato) e per ultimo l'elettrolita contenuto.
Se non muoiono per secchezza,muoiono per formazione completa delle piastre.
Non so quanto conosci della chimica delle batterie al piombo acido,ma ogni volta chele ricarichi consumi un piccoo strato di piombo metallico che si trasforma in ossido,aumentando progressivamente un pò la capacità,ma ovviamente una volta "formato" tutto il piombo metallico non resta nient'altro che ossidi.
Da qui il discorso che la capacità cè ancora tutta,gli ossidi sono ancora tutti lì,ma ormai la struttura conduttiva e meccanica si è dissolta,molti dicono corrosa,ma in realtà è tutto ossido.

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 93
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da PiomboFuso » 8 gen 2017, 21:47

@Dolomitico
Grazie ,, direi che con l'ultimo post hai risposto a tutto . Mi chiedevo del colore del piombo e cosa si intendesse per , finite . Quindi le posso buttare. Ma comunque sia è un bel guaio , perché anche se 5 anni di vita può essere considerato un traguardo positivo , ho fatto i conti (euro) e non ci siamo tanto. Spero che presto inventano batterie che costano poco e durano tanto .

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2035
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Dolomitico » 9 gen 2017, 15:01

Beh,guarda,sul"che costano poco" mi sa che è pura fantascienza per adesso.
Le piombo acido sono già fra le batterie più economiche in circolazione,sono le più vecchie ma anche le più collaudate.
Come ti ho lasciato intendere se le case costruttrici sanno come tarare una batteria,va da sè che si riesce anche a migliorarla.
La batteria al piombo di lunga durata esiste,si chiama Plantè,e consiste nell'avere una pistra positiva che invec che una griglia con applicato un'impasto è letteralmente una barra di piombo da 1 cm,ovviamente all'inizio la capacità è bassina,ma è anche l'unica tipologia che man mano che passa il tempo incrementa la sua capacità fino al punto massimo in cui ovviamente finisce il piombo e diventa tutto ossido.
Non so se hai girato per il forum,abbiamo nel tempo fatto parecchie scoperte in merito,abbiamo trovato vecchi manuali che erano delle vere bibbie di questo accumulatore,uno nello specifico è questo del 1922:
http://www.zetatalk.com/energy/Rebuildi ... -Witte.pdf

Se vai a pagina 316 cè un grafico sulla curva di ricarica,e non so se conosci l'inglese,ma cmq il grafico ti fa vedere per bene che la tensione di fine carica non sono i valori classici che vengono usati,bensì un tantino più alti.
Una batteria a liquido va caricata a ben 2.7v per cella,che su una batteria da 12V significano i famosi (per noi) 16.2V.
Perchè non è cosi?
Ovvio,per far durare meno le batterie,ora le agm sono una variante un pò diversa delle liquido,ma alla fine il loro problema è semplicemente la perdita di acqua nella fase finale della ricarica.
Se ti prenderai la briga di leggere un pò la discussione ne salta fuori che ricaricando le batteria a una tensione di oltre i 15v,la resa e la salute di queste migliora nel tempo.
Occhio che non significa passare ore e ore a 16v,io per esempio ho 3 inverter steca che brontolano se oltrepasso i 15.4v,e ho impostato il regolatore che si fermi lì,a 15.38v per 45min,e in tutto l'inverno ho le batterie che vanno come un violino,sono a 4 anni a marzo.
Io le batterie vecchie non le getterei via,possono tornare utili come fonte di materia prima se ti metti a smanettare....potendo o volendo.
Ora ti ho messo un bel pò di carne al fuoco,Se intendi cambiare batterie saresti sempre dell'idea di rimanere sulle agm o puoi passare a quelle a liquido?Costano meno e sono più longeve,magari delle tubolari,per indicare dei parametri,una agm la danno per 200 cicli completi,una piastre piane a liquido siamo sui 5/600 cicli,e una tubolare si va sui 1200 cicli,sui conti che fai devi tenerne conto.

Qui la discussione sulla ricarica a voltaggio maggiorato,la discussione vera comincia a pagina 7,cè stato un pò di smarrimento lungo la via.... ^_^
viewtopic.php?f=7&t=104 anche se la discussione vera comincia qui:
viewtopic.php?f=7&t=104&start=120

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 93
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da PiomboFuso » 11 gen 2017, 9:59

@Dolomitico
Ho girato un po' il forum , al momento solo fotovoltaico e batterie . Per le batterie non sono interessato al recupero del piombo, un poco armeggio ma non più di tanto, perché poi ci vuole tempo. Ho già sostituito 4 batterie lo scorso anno con nuove AGM , adesso ho qualche dubbio. Non dico che non funzionano , anzi , da nuove tengono molta energia, ma pensavo duravano di più . Dopo averla vista dal vivo al interno, sono un po' dubbioso sul fatto che il megapulse riesca a fare qualcosa di buono. Anche alcune operazioni tipo carica di equalizzazione mi lasciano un po perplesso. Mentre lo vedo bene per quelle a liquido con rimescolamento del elettrolita. Se è immobilizzato che vuoi che si muova? Comunque , per informazione queste sono le nuove, spero facciano come dice il costruttore. Modello da 100ah 12FGL100
Allegati
FIAMM Batteria FGL.pdf
(176.93 KiB) Scaricato 46 volte
fgl_10anni.jpg
fgl_10anni.jpg (63.86 KiB) Visto 543 volte

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2035
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Dolomitico » 11 gen 2017, 11:19

10 anni in Float,ovvero in tampone,non in uso...
Il megapulse funziona su tutte,anche le Gel,io lhoprovato su tutte e 3 le tipologie,e con ottimi risultati.
Il suo compito è quello di sviogliere i grumi di acido che isolano le piastre,questo crea delle tensioni...degli stress meccanici sulla piastra che lavora in maniera non omogenea fino a portare anche delle curvature delle piastre stesse.
Io le agm le ho usate perche le ho trovate gratis,ma non mi sogno di usarle apposta,durano meno di quelle a liquido e sono più noiose nella manutenzione.
200 euro costa un banco da 48v singolo,tu ne hai 3,ti compravi un bel banco con delle tubolari da 350ah a 48v,e la durata era maggiore...poi non so,ogn uno vede come sistemarsi meglio..

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6414
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Ferrobattuto » 11 gen 2017, 12:02

L'unico vantaggio delle AGM rispetto alle piombo-liquido è che se capovolte o se si rompe il contenitore non emettono liquido acido. "In teoria" non dovrebbero neanche emettere gas, anche se poi alla lunga si asciugano come tutte le altre, per cui dal gas deve uscire per forza.
10 anni in "uso tampone" significa usarle come nel caso degli antifurti, o degli UPS, ossia in leggerissima carica di mantenimento per la tensione, con scariche molto sporadiche e piuttosto improbabili, non per uso "ciclato" come per fotovoltaico. In quel caso anche se scaricate solo del 20 o 30% subiscono dei "cicli" di carica e scarica che comportano una usura sia dell'elettrolita che delle piastre.
Come hai notato anche tu tra le piastre si sono una sorta di "feltri minerali" compressi, per cui di elettrolita ce n'è molto di meno che in quelle a liquido, e anche se questo in teoria dovrebbe permettere la "ricombinazione dei gas" in realtà in uso ciclato un po' di quei gas sfugge ugualmente e si asciugano prima delle altre.
Per uso stazionario le piombo-liquido restano imbattibili, specialmente se usate entro parametri contenuti.

@Dolomitico:
Ho visto che ora c'è la tendenza a montarle di serie anche sulle auto....... Stanno tentando di fregarci in tutti i modi!
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2035
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Dolomitico » 11 gen 2017, 15:28

Ferrobattuto ha scritto:@Dolomitico:
Ho visto che ora c'è la tendenza a montarle di serie anche sulle auto....... Stanno tentando di fregarci in tutti i modi!


Si,ho visto,ce l'ho anch'io sullo scooter,una Agm da 12Ah,non è che siano malaccio,ma da quando gli ho aggiunto il desolfatatore si sente eccome la differenza all'avvio,non un megapulse ovviamente,un aktivator che avevo qui in giro... ^_^
Sulle auto è probabile che lo vogliono fare per una questione di "inquinamento",ovvero se cè un'incidente non cè sversamento di acido,almeno credo visto l'andamento a fare tutto ambientalmente corretto.
Di batterie a acido libero ne trovi quante ne vuoi,anche se è probabile che in futuro caleranno se il mercato dell'auto si rivolge a queste ultime.
Addirittura stanno provando a rimpiazzarle con le lifepo,ma costano troppo per una tecnologia ancora relativamente giovane....

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6414
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Ferrobattuto » 11 gen 2017, 17:40

Quattro elementi LiFePo? Potrebbe essere un'idea......
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2035
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Dolomitico » 11 gen 2017, 20:14

Ferrobattuto ha scritto:Quattro elementi LiFePo? Potrebbe essere un'idea......

Bah,per dire la prima che ho preso:
http://www.ebay.it/itm/Batteria-Litio-M ... SwPhdVAtSY

Sono batterie da 4Ah,con bms,dicono che hanno uno spunto pari alle piombo,e ovviamente sono più leggere....
Il che potrebbe essere,ma a noi serve una grande capacità,lo spunto vien da sè.
Prendi una nicd da 1.5ah,quelle degli avvitatori,hanno un C10 di scarica,quindi 15A per una pila,se ne metti 10 in parallelo hai 150A di c di scarica,rivaleggiano con le lifepo,lasciamo stare la quantità di celle che serve che sono tante.
Io resto dell'idea che le piombo ci accompagneranno ancora per molti anni,almeno finchè non sviluppano le fuell cell in maniera più efficace.
Tornando alle Agm io le uso,sono ottime per essere trasportate e non hanno le noie delle Gel,sono meno rognose con le tensioni di ricarica,e se opportunamente proporzionate potrebbero durare molto a lungo.
A me una cosa che ha incuriosito sulle batterie di PiomboFuso è che è effettivamente riuscito a "usare" per intero la capacità che la batteria poteva erogare,e senza finire l'elettrolità,questo è indice che l'elettrolita è tarato per bene per durare il tempo di finire le piastre,quindi se usate in tampone si secceranno per l'elettrolisi,se usate in uso ciclico si consumeranno e fine.
Resterebbe un'altra prova da fare,siccome lui non ha usato desolfatatori per l'intera vita delle batterie,sarebbe da vedere se con un desolfatatore sempre operativo la cosa avrebbe un esito simile o diverso....
Per quello che se estrarrebbe una cella almeno si potrebbe vedere se è completamente corrosa o se ci sono parti ancora integre...

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 93
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da PiomboFuso » 11 gen 2017, 21:30

@Dolomitico ,, vorrei vedere cosa stati usando di batterie o cosa potresti consigliare. Puoi rimandarmi ad una discussione del forum se c'è già . Oppure mettere qui qualche documento . Oppure il nome di uno o più costruttori e i modelli . Vorrei fare dei paragoni e ricerche in rete per documentarmi un pò. Grazie

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2035
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Dolomitico » 12 gen 2017, 5:29

Io ho un impianto a 24v,con delle trojan T125 a piastra piana.
Se cerchi ci sono anche le L 16 che hanno capacita fino a 480 ampere.
Di Italiane ci sono le Nba tubolari,o le Sma a piastra piana,queste ultime è sconsigliatissimo il parallelo...
Guarda su e bay,o su google le trovi facilmente la fiamm anche le fa le tubolari,roba seria,anche da 100 a
2000ampere se non ricordo male

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 93
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da PiomboFuso » 13 gen 2017, 9:38

Ok ,, grazie delle info . Comunque , stavo pensando. Tante informazioni tecniche nel forum, ma poi questa roba va anche comprata alla fine. Ho cercato una discussione ma non ho trovato niente. Del tipo, modelli e prezzi . Parlo delle Batterie. Così da avere dei riferimenti e termini di paragone. Spesso uno pensa di avere fatto un buon acquisto e poi il giorno dopo si accorge di avere preso una fregatura. Non so se mi capite. Chiaramente , non si dovrà agevolare in più o meno un sito internet per vendere. Ad esempio ,,, della foto che allego ,,, ?chi mi dice che è presa bene o è una fregatura? il costruttore è affidabile? qualcuno le ha già usate, danno problemi o sono ottime ... che ne dite si può fare o è vietato dalle regole del forum.
Allegati
Trojan 24TMX 12V-100ah.jpg
Trojan 24TMX 12V-100ah.jpg (55.27 KiB) Visto 493 volte

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6414
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Ferrobattuto » 13 gen 2017, 14:24

Non possiamo permetterci di fare pubblicità a questa o quell'altra marca. Al massimo chi ne ha in uso può dire se si è trovato bene o meno. Chi ne ha esperienza diretta dire "a suo giudizio" quali marche per lui sono migliori e quali considera più scadenti.
Non posso dirti che quella o quell'altra batteria (o qualsiasi altra cosa) sono le migliori in assoluto, anche perché a te potrebbe capitare per fatalità quella difettosa (ed è successo.......) e poi mi screditeresti su tutta la rete. Oppure potresti rimanere convinto dalle cretinate di qualcun altro e fare altrettanto.
Si gira in rete, ci si documenta, si chiede a chi ne ha esperienza diretta, poi si fanno le proprie scelte.
"Modelli e prezzi", tanto per citare le tue parole, sono tantissimi e cambiano in continuazione (soprattutto i prezzi.....), per cui ciò che è valido adesso tra tre mesi potrebbe non esserlo più.
Dolomitico si è trovato bene con le Trojan, Fotosettore si è trovato male con chi commercializza le Piombo-Silicio, nonostante siano delle buone batterie,, Max usa solo batterie di recupero, altri hanno le NBA o le SNA, altri ancora le Fiamm, e via discorrendo. Ogni impianto ad isola è una storia a se, un esperimento diverso con casi e modi diversi.
Purtroppo succede che molti si mettono con le mani in pasta a metter su un impianto di questo tipo senza prima prendere "tutte" le dovute informazioni, magari fidandosi delle parole di amici o delle lusinghe dei rivenditori, poi si trova ad avere dei problemi e si rende conto degli errori, ma a quel punto è difficile e costoso rimediare.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 93
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da PiomboFuso » 13 gen 2017, 17:02

@Ferro
Aprire una nuova discussione ,, Batterie ACIDO LIBERO ,, non l'ho trovata , esiste per le AGM , che dici si può fare ?
Manca un contenitore che raccolga le informazioni per questa tipologia.
Allegati
Discussione.jpg
Discussione.jpg (12.57 KiB) Visto 470 volte

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2035
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Dolomitico » 13 gen 2017, 17:29

Non capisco di cosa non riesci a trovare,di informazioni sulle batterie ad acido libero ne è pieno il forum nella sua sezione,con tanto di vademecum e prove di autocostruzione e libri.
Una discussione che raggruppi tipologie e prezzi sarebbe inutile,i prezzi e i modelli cambiano.
Spiegati meglio...Hai usato il termine "una fregatura"....in realtà non vedo fregature,si ha ciò che si paga,tu hai avuto un banco agm che ha durato 5 anni,il che sono ottimi per gli standard Agm.
Marko ha appena postato le foto delle sue batterie che hanno durato anche 5 anni,e si vede che avrebbero durato di più senza la noia al regolatore (probabilmente) stabilire una classifica con prezzi e tipologie è un bel lavoro,e chi lo fa?
Poi anche dopo avere tutta la lista chi testa la reale resa?
Alla fine le batterie al piombo sono vecchie di 150 anni,e si sono analizzate in lungo e in largo,in base alle esigenze di ogn'uno si sceglie la batteria più idonea,meglio liquido,se non si hanno problemi di areazione e di sversamenti accidentali,poi arrivano le agm per soluzioni parzialmente ermetiche,e senza sversamenti,più costose e meno durevoli,e poi le Gel,ultime,ermetiche,nessun gas,e durata relativa,molto più delicate delle agm.
Da qui se uno sceglie quelle a liquido puoi puntare sulle tubolari o piastra piana,cambiano i costi,quella che hai postato tu,una Trojan da 90Ah,è di sicuro di qualità,ma simile alle mie...fino a 260Ah sono costruite cosi,sono ottime,ma sono un compromesso,se prendi una L16,da 330ah in su sono ancora più robuste,e se prendi quelle da 1100ah sono dei mostri super rinforzate con tutta una serie di separatori a prova quasi di bomba,cambia ovviamente il prezzo.
Quello che paghi HAI.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6414
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da Ferrobattuto » 13 gen 2017, 19:03

Questa: viewtopic.php?f=7&t=104 se hai il coraggio di leggerla tutta ti da la maggior parte delle risposte.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 93
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da PiomboFuso » 13 gen 2017, 20:43

@Ferro @Dolomitico
Scusate forse mi sono spiegato male. Va bene così. Grazie

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1839
Iscritto il: 19 apr 2011, 9:05

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da eneo » 13 gen 2017, 23:57

Piombofuso per i prezzi le sma a piastre piane maggiorate costano meno di 1 euro ad Ah, esempio batteria 12v 240ah prezzo 215 euro iva compresa
le nba a piastra positiva tubolare costano un po' di piu', batteria 12v da 157ah prezzo 172 euro iva compresa. Le trojan saranno anche ottime ma costano un botto.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 240Ah SMA, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 93
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da PiomboFuso » 14 gen 2017, 9:08

@Eneo ,,, grazie . Ma come ho detto sopra, forse non ci siamo capiti. Per i prezzi riesco a trovarli da internet, non era quello che intendevo. Ne fare pubblicità, lo avevo scritto. Pensavo forse ecco tipo una raccolta di Data Sheet di tutto quello che offre il mercato, potrebbe essere interessante, se lasciata una traccia, vedere anche l'evoluzione che hanno certe batterie nel tempo e le innovazioni proposte dai vari costruttori. Poi uno cerca e compra quello che vuole. In Internet come sappiamo, c'è tutto e niente .

Avatar utente
PiomboFuso
Messaggi: 93
Iscritto il: 5 gen 2017, 17:26
Località: Lucca

Re: Le batterie agm e gel,desolfatarle e rilevare le anomalie

Messaggio da PiomboFuso » 14 gen 2017, 9:16

@Dolomitico ,,, Te che sei un esperto di megapulse , intanto ti confermo il fischio , ne ho uno fermo e volevo farlo lavorare. Chiedevo , su una serie di 4 batterie 12+12+12+12 sono delle AGM . Sono collegate ai pannelli solari , non con il caricabatteria. Vorrei collegarlo ad 1 batteria (il megapulse è 12v ) lo posso fare o si rompe qualcosa? Allego una foto per capirsi , ma non sono quelle le batterie . Grazie
Allegati
Megapulse_1.jpg
Megapulse_1.jpg (59.43 KiB) Visto 436 volte

Rispondi

Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti