Tritatutto o tritaplastica

Moderatore: jpquattro

Rispondi
Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 968
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da jpquattro » 3 nov 2015, 13:22

...è un argomento su cui torno a intervalli regolari, perché è uno strumento di cui sento il bisogno ma, almeno fino ad ora, non sono riuscito ne a procurarmi ne a costruirmi...

Con la raccolta differenziata mi trovo continuamente alle prese con enormi sacchi pieni di scatolette e recipienti in plastica vuoti.
Il trasporto di detti sacchi al cassonetto apposito è almeno scomodo.
Con la raccolta porta a porta che sta arrivando qui da me, mi aspetto che la cosa peggiori: tutto deve essere messo nei contenitori appositi distribuiti...

Se non dico le scatolette di latta, ma almeno la plastica fosse tritata in pezzi anche non piccolissimi, il volume si ridurrebbe a 1/10 forse meno.

Per risolvere il problema servirebbe uno strumento SICURO in grado di sminuzzare bottiglie di plastica, vassoi di plastica, bicchieri, contenitori da supermercato cose di questo genere. Non serve una grandissima potenza, ma certamente un sistema provvisto di sicurezze adeguate si... Bisognerebbe che fosse anche compatto, non deve stare in garage, ma vicino alla pattumiera di casa...

Io in giro sulla rete ho visto i grossi "macinatutto" industriali in grado di macinare un armadio quattrostagioni in 10 secondi... ma cose adatte all'uso domestico niente... forse cerco nel posto sbagliato.

Qualcuno ha risolto il problema per caso?

Paolo

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 7334
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da Arex » 3 nov 2015, 13:43

Ciao, guarda mini shredder su YouTube ... Stasera se vuoi ne parliamo.
Arex
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 968
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da jpquattro » 3 nov 2015, 18:06

L'ho visto. è praticamente identico a quelli "grossi", il produttore vende il kit (solo meccanica, senza motore, ne accessori, ne carrozzeria) se non sbaglio a 350 € e lo vende solo ad aziende (perché?)...
A parte il prezzo che mi sembra alto io non riesco ad immaginarmi un modo per costruire quelle ruote senza macchine a controllo numerico... e poi le ruote e le lame fisse debbono essere costruite in acciaio di specifiche elevate... mica cartone.
Fuori della portata del mio Myford...
forse le ruote si potrebbero tagliare con una macchina EDM fatta in casa... ma non l'ho mai costruita...

Non si riesce a costruire qualcosa di diverso con una tecnologia di livello più basso?

Paolo

P.S. domanda di riserva non si riesce ad ottenere risultati con materiali alternativi? Che so ingranaggi commerciali, pignoni per catene...

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7195
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da Ferrobattuto » 3 nov 2015, 20:13

Quella dei pignoni per catene è una buona idea, però quelli hanno gli spigoli smussati e non tagliano, al limite strapperebbero e macinerebbero ugualmente, ma con molto sforzo di più. Io penso che limitandosi alla sola plastica delle bottiglie o degli imballaggi alimentari, il ferro vada bene ugualmente.
La macchina a controllo numerico mi pare proprio un po' troppo..... Io penso che delle specie di "stelle" fatte un po' come gli speroni dei cowboy si possano tagliare anche con la smerigliatrice da un pezzo di lamiera spessa. Che sia un lavoro abbastanza "tosto" non ci piove, ma tanto si fa una volta sola. Se poi vuoi proprio "strafare" puoi tagliarle da vecchie balestre d'auto (allo "sfascio" si trovano ancora), e quelle una volta lisciate e affilate, si possono temprare in olio, e dopo macinano anche l'alluminio.
È solo qualche idea, hè. Senti bene anche cosa ne pensano gli altri....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 968
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da jpquattro » 3 nov 2015, 21:16

Ci sarebbero le frese a disco a 3 o 4 denti... ma mi sa che costino una cifra....

Altrimenti ci sarebbero le rondelle di 10 mm di spessore a meno di 1€ l'una... da ritagliare con la smerigliatrice... bisogna inventarsi un bloccaggio sull'asse (chiavetta? saldatura?)

Paolo

Avatar utente
mastrovetraio
Moderatore
Messaggi: 2852
Iscritto il: 25 nov 2012, 14:01
Località: provincia di Ferrara
Contatta:

Re: Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da mastrovetraio » 3 nov 2015, 21:17

Calma. Siete sicuri che poi la plastica sminuzzata venga accettata dai "raccoglitori differenziati" ??? Dove abito io la differenziata si fa da 1 anno circa, e ci fanno diventare matti. Questo va bene,anzi no è sbagliato, questo oggi va bene qui, domani no, è riciclabile, no ho scherzato.....all'italiana, come sempre.
E comunque perchè non una pressa ?? Molto più semplice, e meno energia.

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 7334
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da Arex » 3 nov 2015, 21:28

Jp4, lo shredder è un attrezzo di per sé semplice e funzionale.
Avete pensato al taglio laser o alla waterjet? Costano poco e fanno un lavoro ottimo (in quanto a che acciaio utilizzare ... io gli metterei le placchette)!
Io mi farei tagliare sia le lame che la carcassa ... poi gli ingranaggi ci sono commerciali!
Che c'è di complicato?
Se invece lo si vuole realizzare riutilizzando rottami bisogna pensarci su un pochino ...
(La pressa qui è OT)
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 968
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da jpquattro » 3 nov 2015, 21:31

Mastro, Io ho il manualetto, stampato dal comune diversi anni fa, di cosa si butta e come si butta... Ho anche un sistema superautomatizzato a energia solare a due passi da casa per i rifiuti speciali (lampadine, olio, toner, batterie...) Non scherzo, c'è davvero.

Il tritato, se è del materiale giusto non me lo possono rifiutare... se lo avessi tritato a mano? Ho una pressa a mano per schiacciare le bottiglie di plastica, ma da risultati modesti... Una pressa più seria produrrebbe un cubo o un cilindro compatto e che mi accettino anche quello, specie quando arriverà il porta a porta, qualche dubbio mi viene...

Forse ci vorrebbe una pressa in grado di creare cubetti di piccole dimensioni, pacchetto di sigarette o meno tanto per capirsi...
Forse bisogna lavorarci su...

Paolo

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 968
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da jpquattro » 3 nov 2015, 21:34

Arex ha scritto:Jp4, lo shredder è un attrezzo di per sé semplice e funzionale.
Avete pensato al taglio laser o alla waterjet? Costano poco e fanno un lavoro ottimo (in quanto a che acciaio utilizzare ... io gli metterei le placchette)!
Io mi farei tagliare sia le lame che la carcassa ... poi gli ingranaggi ci sono commerciali!
Che c'è di complicato?
Se invece lo si vuole realizzare riutilizzando rottami bisogna pensarci su un pochino ...
(La pressa qui è OT)


Che sia semplice e funzionale non discuto, il problema è come procurarsene uno adatto all'uso.
Secondo te quanto può costare farsi tagliare le ruote dentate dello shredder in acciaio adeguato? Che acciaio? direi per il momento di soprassedere per le placchette...
Perché la pressa è OT?

Paolo

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 7334
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da Arex » 3 nov 2015, 21:42

Non so nemmeno quanto grande lo vuoi fare, come faccio a dire quanto costa.
Mi immagino uno simil shredder piccolino con una bocca da 10x15 ... Secondo me con 100€ ci prendi pure i cuscinetti oltre a tutto il resto...
Perché è OT? Perché la pressa non tritura ma comprime ... Casomai rivedere titolo!
(Assomigliamo ai politici, iniziano un discorso e finiscono sempre con il non portarlo a termine)
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 968
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Tritatutto o tritaplastica

Messaggio da jpquattro » 3 nov 2015, 22:45

Grande quanto? deve ingoiare bottiglie di plastica da 1,5 o 2 L, scatolette, lattine di birra... cose del genere.
Lo schiacciabottiglie che ho vicino alla pattumiera e 12 cm di diametro... diciamo una bocca utile di 12x12? Se pensiamo a ruote dentate di 10 mm di spessore (troppo?) ce ne vogliono 12... le ruote saranno fra i 6 e gli 8 cm di diametro... giusto?
Ci vogliono anche 12 "scivoli" o come cavolo chiami le parti fisse che riempiono gli spazi fra una ruota e l'altra...
Insomma ci vogliono 24 pezzi tagliati...

Paolo

Rispondi

Torna a “attrezzatura home made”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti