Autoclave con impianto condominiale

Moderatore: eneo

Rispondi
Avatar utente
Pajo95
Messaggi: 10
Iscritto il: 6 mag 2017, 13:46

Autoclave con impianto condominiale

Messaggio da Pajo95 » 14 ott 2018, 11:36

buongiorno a tutti e buona domenica, avrei un quesito da porvi:

Abito in un palazzo condominiale al secondo piano con serbatoio condominiale e relativa autoclave. La maggior parte dei condomini che abita al secondo e terzo piano, escluso me, ha un ulteriore serbatoio con relativa autoclave. Il problema è che io non avendo un serbatoio e una pompa dedicata soffro di “pressione bassa”, specialmente da quando ho cambiato la caldaia, quest’ultima più sensibile alla pressione, spesso durante una doccia si spegne. Il mio quesito e’ : posso mettere una pompa personale, avendone già una condominiale, senza dover per forza mettere un serbatoio o sono costretto, forse per non togliere pressione agli altri?In caso di cosa ho bisogno per l’impianto? grazie

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Autoclave con impianto condominiale

Messaggio da Ferrobattuto » 14 ott 2018, 12:10

Innanzitutto assicurati che la caldaia funzioni bene o sia ben regolata, perché può essere strano che si spenga per bassa pressione, deve essere così bassa che l'acqua praticamente non esce.
Comunque, se gli altri hanno installato dei serbatoi con relative pompe è evidente che una ragione ci sarà.
Mettere una pompa senza serbatoio può servire solo nel caso che nell'impianto non si formino bolle d'aria, altrimenti la tua pompa alla prima bolla si bloccherà. Se invece la pompa condominiale, pur con pressione bassa ti assicura la mandata senza bolle puoi tentare con una pompa tua di alleggerirle il carico e ripristinarti la pressione.
Ma 'sta pompa condominiale deve essere proprio una ciofeca per non riuscire ad alimentare tutto l'impianto..... Se siete veramente tutti condòmini, invece di spendere tutti quei soldi per pompe e serbatoi singoli, conveniva mettere quattro soldi per uno e montare una pompa più grossa.
Strana situazione, la tua. Ma ovviamente io non sono li e forse mi sfugge qualcosa.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Pajo95
Messaggi: 10
Iscritto il: 6 mag 2017, 13:46

Re: Autoclave con impianto condominiale

Messaggio da Pajo95 » 14 ott 2018, 14:13

la caldaia e’ stata controllata ed e’ ok. sono arrivato a questa conclusione perché quando c’è più pressione riesco a fare una doccia tranquillamente senza congelarmi... non credo sia una coincidenza che quando c’è poca pressione non riesco... Diciamo che ho in progetto di mettere un domani il serbatoio come gli altri ma per non fare la spesa tutta in una volta volevo ammortizzarla comprando prima solo l’autoclave e poi il resto... bolle d’aria non ne fa... in tal caso cosa dovrei comprare? pompa con espansione o senza?press control ?

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Autoclave con impianto condominiale

Messaggio da Ferrobattuto » 14 ott 2018, 18:08

Pompa senza serbatoio di espansione e pressostato.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 993
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Autoclave con impianto condominiale

Messaggio da jpquattro » 14 ott 2018, 21:31

Mi sa che un minimo di vasca di deposito sia richiesta... Ne ho fatta una per mio figlio, un serbatoio rettangolare da 300 litri, una pompa a immersione con galleggiante, un pressostato senza pallone di espansione... un paio di rubinetti a leva per escluderla e andare in presa diretta se qualcosa va male (pompa rotta, manca corrente...). Se non metti il serbatoio la tua pompa, aspirando, "toglie" l'acqua agli altri condomini, con problemi di docce a singhiozzo e simili...
Io, solo dopo aver fatto tutto il lavoro, ho scoperto che il problema era il contatore dell'acqua, che ha un filtro a retina... era completamente intasato di sassolini e residui portati dall'acqua... pulito il filtro l'autoclave sta mettendo la ruggine...

Paolo
P.S. se il problema è la doccia, a casa mia avevo il problema della caldaia che si spegneva... la causa era il colpo d'ariete provocato dalle variazioni di flusso. Ho messo un micro pallone di espansione da 2 litri sulla mandata dell'autoclave e il problema è sparito...

Avatar utente
Pajo95
Messaggi: 10
Iscritto il: 6 mag 2017, 13:46

Re: Autoclave con impianto condominiale

Messaggio da Pajo95 » 1 nov 2018, 20:39

buonasera, ... sto facendo delle prove... ho montato una pompa da 0,6hp con press controll... ho un dubbio poiché l’erogazione arriva a 7 bar e “ora” mi sembra eccessivo.... non capisco dove sto sbagliando... ho lasciato il mio vecchio riduttore di pressione montato prima del motore ... come e’ possibile che avendo il riduttore, la pompa che preleva al max a 3 bar ne eroga 7???ora leggendo nel manuale sembrerebbe che per ridurre la pressione in uscita il riduttore va interposto tra il motore e il press control... e’ corretto?

Rispondi

Torna a “Idraulica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti