Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Moderatori: jpquattro, unimatrixzero

Rispondi
Avatar utente
loop4633
Messaggi: 10
Iscritto il: 12 ott 2014, 18:38

Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da loop4633 » 12 ott 2014, 18:47

Ciao a tutti, come da titolo ho una pompa abbastanza potente 18cv diesel, il motore in ottime condizioni utilizzato fino a qualche mese fa.
Adesso non servirà più, però non voglio venderlo (vanno una miseria) piuttosto vorrei ricavarne un generatore di corrente, qualcuno sa dirmi che alternatore montare al posto della pompa e soprattutto cosa mi serve nello specifico? Spero qualcuno voglia aiutarmi

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7256
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da maxlinux2000 » 12 ott 2014, 20:16

ciao

ho fatto qualche cosa del genere mesi fa, ma il mio già era un generatore a cui ho adattato un altro alternatore:

http://faidateoffgrid.altervista.org/fo ... ore+diesel

Ma il tuo è un lavoro differente.... prima di tutto devi stabilire a quanti rpm perché devi stabilire se è a 1500 o 3000 giri.
Poi vedere come accoppiare l' alternatore, se coin puleggia o giunta elastica.

Puoi usare anche un grosso motore trifase come alternatore, e qui bisogna sentire Ferrobattuto che è l' esperto nel campo :)

In italia ci sono due ditte molto buone che fanno alternatori monofase "Mecc Alte" e "Linz".
A mio parere un alternatore moderno con sistema AVR a migliore.... certo che se trovi un grosso motore trifase a poco prezzo...
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7283
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da Ferrobattuto » 12 ott 2014, 21:07

Quel motore è in grado di portare un alternatore da circa 8Kw. Usarlo con un generatore più piccolo non conviene, sarebbe solo uno spreco di carburante, per cui conviene accoppiarci un alternatore commerciale, perché tentare di ricavare un alternatore da un motore trifase di quella potenza è MOLTO difficoltoso.
Poi bisogna sapere se al nostro amico serve un trifase o un monofase.... E motori monofase di grossa potenza sono difficilissimi da trovare.
Quanto all'accoppiamento, trattandosi di due oggetti di origine diversa e non previsti originariamente per funzionare insieme, conviene che sia realizzato tramite cinghie e pulegge, in modo da poter realizzare la giusta proporzione tra i due numeri di giri. A meno che non si abbia la fortuna di avere il motore con regime di coppia massima proprio di 1500 o 3000 giri al minuto. In questo caso basta acquistare (o rimediare usato) un alternatore con gli stessi giri e accoppiarlo tramite giunto elastico o giunto cardanico.

@Loop4633:
Facci sapere le caratteristiche tecniche del motore, in modo da poter capire che generatore accoppiarci. Se hai un manuale del motore meglio ancora.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
loop4633
Messaggi: 10
Iscritto il: 12 ott 2014, 18:38

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da loop4633 » 12 ott 2014, 21:48

Come prima cosa grazie tante a tutti e due, pensare che non volevo neanche fare la domanda perchè pensavo di essere considerato pazzo mentre vedo che c'è gente preparata in merito quindi mi viene da pensare che tanto folle l'idea non era.
Per quanto riguarda i giri del motore se non vado errato dovrebbero essere esattamente 3000, come dati forse c'è scritto pure la corsa e l'alessaggio ma i giri dovrebbero essere quelli, non ho documenti, stiamo comunque parlando di un motore del nonno, anche se è perfetto sia esteriormente che di motore ha comunque un po di anni, l'unica fonte di dati che ho è una targhetta d'alluminio rivettata davanti.

Per quanto riguarda l'alternatore e il giunto cardanico dove potrei trovarli? Su che prezzo ci aggiriamo? Monofase o trifase... li ho studiati in elettrotecnica ma nella pratica (mai usato trifase) sbaglio o col trifase poi dovrei andare ad inserire un trasformatore per ottenere il classico monofase?

Ps: sarebbe difficile realizzare un sistema che regola i giri del motore a seconda della corrente richiesta in uscita?
Grazie ancora

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7283
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da Ferrobattuto » 12 ott 2014, 23:05

Se a te la trifase non serve, puoi mettere direttamente un generatore monofase. Se invece pensi che in futuro la trifase possa servirti allora ne metti uno trifase.
Con un generatore trifase, per usare corrente monofase, non c'è bisogno di nessun trasformatore (che oltretutto non è adatto) ma basta usare due delle fasi e hai la monofase. Però usando una fase sola puoi prelevare al massimo circa il 60% della potenza massima del generatore. Ad esempio, se hai un generatore trifase da 8Kw su una singola fase puoi prelevare 4800W.
Dipende tutto da cosa questo sarà destinato ad alimentare. Se è solo per la casa, per un eventuale blackout temporaneo, ti conviene un monofase, se invece prevedi di usare in futuro macchine da lavoro di una certa potenza (tornio, segha a nastro, combinata per legno, eventuali pompe acqua di una certa portata, ecc ecc), allora puoi pensare ad un trifase.
Nella targhetta sul motore in genere c'è scritto sia la potenza che il numero di giri a cui viene erogata. Se hai la fortuna di avere un motore che eroga la sua potenza a 3000 giri al minuto, ti basta trovare un generatore per quel numero di giri e montarcelo.
Se si tratta di un diesel nato per uso agricolo (specialmente quelli "vecchi"), in genere ha un regolatore di giri abbastanza sensibile interno alla pompa di iniezione, che mantiene abbastanza costanti i giri al variare del carico. Al limite cala di pochissimo, per cui regolando i giri al carico medio cui pensi di usarlo, poi li manterrà abbastanza costanti da se. Mettersi a marchingegnare con un elettromagnete sull'acceleratore, è cosa abbastanza "rognosa", anche se fattibile. Sarebbe bene sapere che motore è, marca e modello, e magari data di fabbricazione (dovrebbe essere tutto sulla targhetta, se c'è). Tra l'altro sapendo questi dati si può cercarne le caratteristiche specifiche in rete, e a volte si trovano anche i manuali da scaricarsi.
Un cardano puoi trovarlo anche dallo sfasciacarrozze (autodemolitore.....) per quattro soldi, di solito sono dugli alberi di trasmissione di camioncini e furgoni, o di fuoristrada. Poi per l'adattamento al motore ti serve un buon meccanico, a meno che tu non abbia buone conoscenze di meccanica o un buon amico che se ne intende. ;)
L'alternatore potresti trovarlo anche usato, purché funzionante. Se sei in campagna potresti trovare usato uno di quelli che si applicano dietro al trattore, alla presa di forza, ma si deve eliminare il moltiplicatore di giri che di solito c'è annesso.
Ovviamente trovando qualcosa nell'usato, ci si deve accontentare di ciò che si trova, specie se abbastanza economico. Allora se è un trifase, basta che da una sola fase tu possa ricavare la potenza per la casa, forse sei a posto. Sempre nello stesso caso, se è un generatore a 1500 giri invece di accoppiarlo con cardano lo accoppi con pulegge, purché quella sul motore sia di diametro la metà di quella che monti sul generatore.
Insomma, di soluzioni ce ne sono tante, devi capire bene cosa vuoi, cosa trovi, e.... Quanto puoi spendere. :lol:
Naturalmente per il nuovo basta cercare in rete o dai rivenditori....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7256
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da maxlinux2000 » 13 ott 2014, 5:01

metti foto del motore in allegato.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
loop4633
Messaggi: 10
Iscritto il: 12 ott 2014, 18:38

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da loop4633 » 13 ott 2014, 10:20

Grazie tante veramente per le risposte, i dati e le foto del motore ve le darò il prossimo weekend (quando potrò tornare in campagna).
La mia domanda sul prezzo è legata al fatto che 8Kw sono parecchi, ho già un gruppetto benzina da 5cv per le emergenze (produce intorno a 2kw se non ricordo male) ma 8kw sono veramente esagerati, se devo spendere tanto evito ecco... o trovo un altro uso per questo motore o se trovo un buon acquirente lo vendo, di sicuro non mi va di svenderlo... preferirei adattarlo a qualcosa che mi serve :)
Grazie ancora, vi aggiorno non appena possibile

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7283
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da Ferrobattuto » 13 ott 2014, 11:12

Vedi, che se il motore non ti serve, può servire a quanti si autocostruiscono pellettatrici, o a qualcun'altro del forum.
Se fosse stato di 8 o 10 HP lo avrei preso volentieri io, ma 18 sono proprio troppi..... Infatti mi serve per sostituire un vecchio motore a benzina di un generatore da 2,5Kw... :lol:

Comunque puoi abbinarci anche un generatore da 5Kw, tramite pulegge, e scegliere un regime di giri che ti consenta di trascinarlo bene e non consumare troppo.
Se solo per la casa, ovviamente un monofase.....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
loop4633
Messaggi: 10
Iscritto il: 12 ott 2014, 18:38

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da loop4633 » 13 ott 2014, 11:38

Non so se vado ot, spero che gli admin possano perdonarmi in tal caso... pellettatrice non me ne farei niente ho riscaldamento a metano con caldaia che ha 6 mesi di vita sarebbe un peccato sostituirla, invece mi veniva un'altra idea che potrebbe farmi veramente comodo. Per farci un mulino? Troppa potenza comunque? Sarebbe troppo impegnativo e troppo costoso?

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7256
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da maxlinux2000 » 13 ott 2014, 12:31

un mulino di che?

cmq puoi abbinare tranquillamente un altenatore o un motore della potenza che vuoi tu.
Se hai problemi per sapere il mumero di giri, puoi comprare ad un prezzo molto basso un contagiri ottico laser su ebay.com.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
loop4633
Messaggi: 10
Iscritto il: 12 ott 2014, 18:38

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da loop4633 » 13 ott 2014, 12:48

Ne sapete una più del diavolo :D
comunque intendevo un mulino che possa macinare granaglie per gli animali e il malto per birrificare :)

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7283
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da Ferrobattuto » 13 ott 2014, 13:42

loop4633 ha scritto:.......Per farci un mulino?.....

Per quell'uso sarebbe ottimo.
Farti un mulino da solo è piuttosto impegnativo, servono buone conoscenze di meccanica, ma puoi trovarne di già fatti usati, quelli che si collegano alla presa di forza del trattore. Anche a questo però dovresti eliminare il moltiplicatore di giri.
Troppa potenza non direi, dipende da quanto materiale vuoi macinare in un'ora.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
loop4633
Messaggi: 10
Iscritto il: 12 ott 2014, 18:38

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da loop4633 » 13 ott 2014, 14:45

Ma scusa la domanda stupida ma il moltiplicatore di giri di cui parli di preciso a cosa serve? E soprattutto un mulino di questi ce l'ha e io devo toglierlo?

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7283
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da Ferrobattuto » 14 ott 2014, 14:10

Allora: normalmente i mulini, i generatori, le pompe per l'acqua, e quant'altro viene collegato alla presa di forza di un trattore, ha un moltiplicatore di giri che di solito moltiplica i giri della presa di forza più o meno per 6. Questo perché la presa di forza di un trattore normalmente fa circa 300-500 giri al minuto. Invece gli utilizzatori che ho detto sopra in genere funzionano a 2500-3500 giri al minuto. Ma tu hai già un motore che esce con 3000 giri al minuto, se attacchi quel motore al moltiplicatore di giri finisce che spacchi tutto. E non puoi far funzionare il motore al minimo perché così non eroga potenza.
Scommetto che la pompa per l'acqua che era prima montata su quel motore, era collegata direttamente all'asse, e faceva gli stessi giri del motore. Se invece fosse stata prevista per essere collegata alla presa di forza di un trattore avrebbe avuto il suo bel moltiplicatore di giri.
Ovviamente, se il mulino che trovi funziona direttamente a 3000 giri al minuto, non hai bisogno di togliere niente.
Spero di essermi spiegato bene......
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
loop4633
Messaggi: 10
Iscritto il: 12 ott 2014, 18:38

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da loop4633 » 17 ott 2014, 20:59

Grazie per la spiegazione, chiarissimo niente da dire :) Comunque si, la pompa è direttamente collegata all'asse ed è pure parecchio potente...
Spero domani di poter fare la foto e postarla, nel frattempo questa settimana ho dato uno sguardo a dei mulini usati sul web, i prezzi sono parecchio variabili ma proprio questa sera mi è sorto un dubbio... in un mulino in vendita leggo:
"...il molino lavora a 500 giri ed può essere usato con un mezzo da 30-40 cv..." sbaglia lui la descrizione o sono ignorante io? 500 giri? 30-40cv? non è che intende 5000 giri?
Grazie ancora
ciao

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7283
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da Ferrobattuto » 18 ott 2014, 13:36

Per 500 giri potrebbero alludere ai giri della presa di forza, più che ai giri effettivi del trituratore che c'è collegato.
Se posti il link possiamo darci un'occhiata, immagino che ci siano delle foto, e li si vede se c'è un moltiplicatore o meno.
Nel moltiplicare i giri si perde un sacco di potenza negli attriti degli ingranaggi, per cui se dice di usare 30 CV, senza moltiplica ne servono molto meno, e comunque la potenza necessaria è proporzionale alla quantità di materiale che vuoi macinare, se hai un po' meno potenza ne metti un po' meno per volta.

Comunque, un mulino di quel genere non è altro che un setaccio circolare in cui girano delle lame. Il setaccio è fatto con robusta lamiera bucherellata, di diametro adatto alle dimensioni della granulazione che vuoi ottenere, più fino è quello che esce dal mulino, più sottili debbono essere i fori del setaccio. Ti conviene andartene a vedere qualcuno in una rivendita di attrezzature agricole.
Naturalmente un mulino del genere è adatto per farinaccio e frantumato per alimentazione animale, non per fare farina per alimentazione umana, per il pane o la pasta. Se invece la tua idea era questa...... è tutta un'altra faccenda. :rolleyes:

P.S.
Quì nel forum ci sono descritti dei "raffinatori" per triturare segatura truccioli e cippato, per fare pellet. Funzionano nello stesso modo, chiedi a chi si occupa del pellet. Vedi Arex cosa ne pensa.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
loop4633
Messaggi: 10
Iscritto il: 12 ott 2014, 18:38

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da loop4633 » 18 ott 2014, 14:33

il link è questo: http://www.trattoriusati.com/7463008_mo ... reali-.php
so come funzionano questi mulini ne ho già visto qualcuno di presenza pure e per quanto mi hanno detto con il setaccio piccolo riesci a fare pure la farina (al nord fanno la farina per la polenta)...
A me servirebbe un po' per gli animali un po' per quando devo macinare il malto :)
Su questo link qualche foto della pompa -> https://dl.dropboxusercontent.com/u/11645906/pompa.zip

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7283
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da Ferrobattuto » 18 ott 2014, 19:45

Ecco, nella terza foto nel link si vede benissimo che c'è un moltiplicatore di giri a cinghie, probabilmente 4 cinghie. La grossa "ruota" in basso dietro è una grossa puleggia che probabilmente si attacca alla presa di forza del trattore tramite il solito albero coi cardani, mentre sopra, coperta dal carter, c'è una puleggia molto più piccola, ad occhio direi proprio 1/6. Tolta la ruota grossa, e collegando il motore (ci vuole un meccanico.....) direttamente al posto della puleggia piccola, hai il tuo mulino con i 3000 g/min del motore.
Bhè, poi ci fai quello che ti pare..... ;)
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
loop4633
Messaggi: 10
Iscritto il: 12 ott 2014, 18:38

Re: Creare un gruppo elettrogeno da una pompa

Messaggio da loop4633 » 18 ott 2014, 21:04

Grandissimo, grazie :)

Rispondi

Torna a “Veicoli”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti