Faccio un isola invece di un grid connected!

Moderatore: maxlinux2000

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6622
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da Ferrobattuto » 16 nov 2013, 14:15

iw5el ha scritto:Ho fatto 6 spire bifilari di filo da 4mmq su un toro da 1360VA che avevo recuperato anni fà da un lineare a mosfet per broadcast.....

Roba per FM da 1KW? :lol:

Bene, ma prima di misurare la densità lascia riposare un'oretta, o almeno aspetta che smettano di venir su bollicine. ;)
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 16 nov 2013, 16:18

Ferrobattuto ha scritto:]
Roba per FM da 1KW? :lol:



No da due, infatti c'erano anche due toroidi hi! :D uno l'ho adattato per i 2m :P


Comunqe la carica "selettiva" gli ha fatto proprio bene, oggi c'è stato sole e i pannelli hanno fatto 8,2 kWh, mezz'ora fa il vaso era ad un pelino meno di 1,26 ;)

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6622
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da Ferrobattuto » 16 nov 2013, 21:34

Benissimo! Sono contento che hai risolto. :D
Per i 2m è il Kw rimanente? :P
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 16 nov 2013, 22:08

Sì ora la densità si è avvicinata molto agli altri elementi, credo che non ci sia bisogno di fare altro se non lasciar lavorare l'impianto.
Praticamente ho quasi finito, mi rimane da incanalare la parte interna della discesa dai pannelli e poco più.
Se le giornate fossero tutte come oggi!

Per il pa infatti era un 2 kW per 88-108 fatto con 8 moduli con un mosfet Philips BLF278 cadauno alimentati a 50V, ne ho recuperati quattro più un alimentatore, ho rifatto gli anelli
ibridi e il filtro passabasso.

P.S. L'alimentatore ora lo potrei togliere e attaccare il tutto al banco batterire hihi! :lol:

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7185
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da maxlinux2000 » 17 nov 2013, 1:28

da soddisfazione vero? ora prendi confidenza tu e la tua famiglia perché dovete imparare ad usare il fotovoltaico, ma arriverà il momento in cui potrete dare la disdetta all' enel :D
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6622
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da Ferrobattuto » 17 nov 2013, 12:47

iw5el ha scritto:P.S. L'alimentatore ora lo potrei togliere e attaccare il tutto al banco batterire hihi! :lol:

Potresi mantenere entrambe le possibilità con una minima modifica al sistema. ;) Ma anche tutto il resto della stazione, se per questo. Se sono apparati che vanno in CC ti basta uno switching....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 17 nov 2013, 19:12

Potrei, ma la stanza delle batterie è a 20 metri dallo shack.
Semmai potrei potenziare l'impiantino da 60Wp che ho e che ora alimenta solo il GPS che fà da riferimento in frequenza per gli strumenti. Ancora ce la fà ad alimentare il gps
Ma l'anno scorso a dicembre non ce la faceva e si è sganciato un paio di volte, ma da febbraio/marzo in poi la radio dei 2m ce la potrei anche attaccare.


Per tornare in tema del topic, oggi rialzatomi da una sonora legnata :sick: mentre facevo enduro con gli amici m'è venuta un'idea: invece di usare costosi calcolatori SOC
si potrebbe fare un galleggiante da tenere sempre immerso in un elemento del banco, farlo con un magnetino all'estremità superiore che si avvicini ad un sensore hall e tararlo in modo
che quando il galleggiante affonda perchè la densità dell'elettrolita e scesa sotto un certo valore colleghi l'enel e stacchi l'inverter.

A proposito... qual'è la densità alla quale posso considerare il banco al 30-40% ??

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 17 nov 2013, 19:19

Tipo un tubicino in pvc da impianti elettrici di quelli sottili, tappato in fondo e con dei fori nella parte immersa, con all'interno il galleggiante.
Il galleggiante però dovrebbe essere particolare per via del poco "pescaggio"

Che idee.. sarà stata la legnata!

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 17 nov 2013, 19:28

Lo sò, lo sò che il livello dell'elettrolita varia. L'aggeggio dovrebbe quindi galleggiare anch'esso..

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6622
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da Ferrobattuto » 17 nov 2013, 19:54

Diciamo che intorno a 1200g/l sei a metà carica.... Con temperatura intorno ai 20 o 25°C. Macchinoso, però, e anche facilmente rovinabile dall'acido. Ma se ogni tanto dai un'occhiata alla densità, diciamo una volta al mese, ti conviene fare un comparatore a finestra sulla sola tensione totale..... Molto più facile da fare, soprattutto per te.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 25 nov 2013, 20:21

Hai ragione, macchinoso.
E' da sabato mattina presto che sono sempre offgrid (escluse lavatrice lavastoviglie e forno elettrico), ho impostato la soglia di comutazione batterie/enel a 48V, e finora non ha mai
commutato.. ha retto anche la domenica che è il giorno della settimana che consumiamo decisamente di più, il contatore all'uscita dell'inverter si è incrementato di 10 kWh dal sabato
sera alla domenica sera!
Il solstizio d'inverno si avvicina, ma mi sà che con 3 kWp di pannelli non ce la faccio a scavalcare il 21 dicembre.. se mi riesce di farcela entrare un'altra stringa di 3 pannelli non
sarebbe male, il regolatore li reggerebbe comodamente, ho anche aggiunto il sensore di temperatura sulle batterie che mi è arrivato oggi dagli states, speriamo non mi crei problemi
con la massima tensione che l'inverter può accettare visto che ora mette freddo e sole.

Aspetto ansioso (si fà per dire) la bolletta del prossimo bimestre haha!

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 20 dic 2013, 20:23

Oggi ho fatto un pò di conti, letture del contatore alla mano.
Praticamente ho dimezzato i consumi in termini di Kwh e il tempo a parte l'ultima settimana non è certo stato favorevole.
Ho verificato che un'altra stringa ci stà comoda e andrei così a 3750 Wp... in primavera la aggiungo!
Ho anche preso un misuratore SOC (Victron) con il suo shunt allo scopo di gestire in maniera migliore la commutazione Enel/batterie, usare la tensione del banco per riferimento come
faccio ora non mi pare vada bene, infatti se viene collegato un grosso carico e la tensione cala l'inverter commuta troppo presto per poi ripassare in isola a 54V il giorno successivo il che in questo periodo dell'anno specie col nuvolo impedisce la ricarica completa del banco per troppi giorni, bisogna quindi intervenire manualmente.

Ora devo procurarmi un contattore adatto, un doppio deviatore che sarà pilotato dal relè del misuratore di soc, lascerò l'inverter sempre in isola ma con la rete collegata in modo che rimanga in fase con l'enel e la commutazione sarà gestita dal contattore.

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 9 ago 2017, 10:14

Salve a tutti, riesumo questo 3d a quattro anni dall'entrata in funzione dell'impianto. L'isola ha fatto il suo lavoro senza mai un guasto e i consumi enel si sono ridotti drasticamente,
Praticamente da aprile a ottobre non commuta mai su rete.

Rammento che l'impianto è composto da:

12 pannelli 250W in stringhe di tre parallelate con diodi;
Regolatore Outback Fm80;
Inverter pip 4048 prima serie;
Misuratore soc Victron;
Banco da trazione da 720 Ah.

L'unica noia che mi ha dato in questi anni riguarda l'ossidazione dei ponticelli del banco, spesso li devo smontare, lavare con acqua e bicarbonato e poi rimontare con grasso di vaselina.
Se non fosse per i ponticelli e i rabbocchi in quattro anni non avrei toccato nulla!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6622
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da Ferrobattuto » 9 ago 2017, 12:47

iw5el ha scritto:
9 ago 2017, 10:14
.......L'unica noia che mi ha dato in questi anni riguarda l'ossidazione dei ponticelli del banco, spesso li devo smontare, lavare con acqua e bicarbonato e poi rimontare con grasso di vaselina......
Come puoi vedere nella quindicesima foto qui: viewtopic.php?f=7&t=3287#p57350 io per me ho risolto, usando il sistema che ho descritto qui: viewtopic.php?f=7&t=162#p2203
A tre mesi di distanza dal montaggio non si vede un filo di ossidazione ne di corrosione.
Spero possa esserti utile.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 9 ago 2017, 15:37

Ciao Ferro e ben ritrovato.
Ottima l'idea di piombare i ponticelli e la viteria.
Nel mio caso ho cominciato a notare l'ossidazione un anno fà circa, prima non ce n'era traccia.
Ho l'impressione che nel mio caso il fenomeno sia dovuto ad una non perfetta sigillatura del polo batteria con il coperchio, infatti sono solo due o tre elementi da 2V ad avere il problema gli altri non sono ossidati minimamente.
Magari posto delle foto così è piu chiaro.

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 11 ago 2017, 11:14

Questo è uno dei poli ossidati:
IMG_20170811_091636.jpg
IMG_20170811_091636.jpg (88.63 KiB) Visto 285 volte
Ho fermato l'impianto e smontato il ponticello. Era molto ossidato e ho dovuto rimuovere parte della copertura in gomma dal ponticello per pulirlo.
Purtroppo il polo in piombo dell'elemento non si riesce a pulire bene dall'ossido, bisognerebbe rimuovere il soffietto.

Forse dovrei togliere il soffietto dal coperchio e spazzolare bene il polo ma poi con cosa lo sigillo? silicone? colla a caldo?

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6622
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da Ferrobattuto » 11 ago 2017, 13:10

Bhè.... Così montato e impiastricciato di vaselina non si vede un granché.....
Immagino che il polo sia cavo e filettato, ma dubito che sia di piombo, le filettature sul piombo non reggono un granché.
Dovresti smontare tutto, lavare via la vaselina con un po' di solvente (acquaragia o benzina), poi sgrassare con uno sgrassatore anche di tipo casalingo, e infine sciacquare. Gli ossidi che si formano (che in realtà sono solfati) sono tutti solubili per cui con acqua e pazienza si possono togliere completamente. Da li ricominciare a proteggere e sigillare. Tra plastica e piombo meglio colla a caldo o resina bicomponente.
Quelli che vedo come ponticelli mi paiono cavi spellati e stretti col bullone, meglio sarebbe se ci fossero dei capicorda. Magari piombati col solito sistema. viewtopic.php?f=7&t=97#p958
Occuperebbero meno spessore e sarebbe più facile proteggerli.
Insomma, hai un buon banco di accumulo, un impianto fotovoltaico che funziona bene, e ti fai fregare da quattro ponticelli?.... :woot: :D
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 11 ago 2017, 13:58

Si Ferro, l'impianto funziona benissimo, l'unica "bega" è questa!
I ponticelli sono in rame da 70 mmq e hanno il capicorda, i poli sono in piombo con all'interno una filettatura m12 in un inserto di ottone.
Il problema principale non sono i ponticelli che posso facilmente sostituire ma la progressiva trasformazione del Pb dei poli in solfato di piombo.
C'è da dire che i poli sono protetti da un soffietto di gomma ma se la tenuta tra polo e coperchio non è perfetta secondo me fanno peggio che meglio trattenendo i vapori acidi.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6622
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da Ferrobattuto » 11 ago 2017, 14:19

Forse non è il piombo che si stà trasformando in solfato, ma è l'ottone. Il solfato di piombo è grigio scuro e molto duro, mentre il solfato dell'ottone è verde-azzurro con efflorescenze biancastre. Vedi un po' tu.....
Se i soffietti sono andati potresti provare a lavare e asciugare subito bene il tutto poi provare a sigillare con resina bicomponente.
Certo, i trasudi sulle piombo-acido con elettrolita liquido sono fastidiosissimi, però con qualche prova e molta pazienza potresti venirne a capo.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
iw5el
Messaggi: 115
Iscritto il: 26 ott 2012, 20:51

Re: Faccio un isola invece di un grid connected!

Messaggio da iw5el » 11 ago 2017, 17:01

No, l'ottone è integro, l'ossido si forma intorno al polo ed è di colore marrone ma sciolgierlo con l'acqua mi pare difficile, è molto duro.
Posso provare a lavare il tutto con l'idropulitrice ma non vorrei che penetrasse acqua (piovana) all'interno inquinando l'elettrolita.

Rispondi

Torna a “Solare fotovoltaico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti