Il banco di accumulo di Ferrobattuto

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6626
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Il banco di accumulo di Ferrobattuto

Messaggio da Ferrobattuto » 2 giu 2017, 14:18

La prova di scarica preferirei evitarla, con batterie "anzianotte". D'altra parte mi basterà tenere sott'occhio la tensione per verificare abbastanza bene la capacità residua. Oggi ho misurato la densità, ed è risultata perfetta, per cui non dispero per lo stato degli elementi, però non mi sento di sfotterli troppo.
L'inverter potrebbe essere ad onda quadra, ma filtrato. L'importante è che non dia problemi col motore monofase da 1HP della pompa dell'acqua o per i motori dei frigoriferi. Per il resto non penso ci siano particolari problemi.
Nel caso la realizzazione sia troppo lunga o onerosa vedrò di ripiegare su qualcosa di usato o di compatibile. Gli UPS mi allettano, ma di solito hanno consumi a vuoto un po' più elevati dei normali inverter.
Ho stima degli APC in quanto ne ho uno a 12V che funziona benissimo e ne ho avuti per le mani altri ugualmente ottimi.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6626
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Il banco di accumulo di Ferrobattuto

Messaggio da Ferrobattuto » 12 ago 2017, 13:32

Piccolo aggiornamento.
Agli inizi di giugno sono riuscito a mettere altri due pannelli (perciò per un totale di quattro) in parallelo a quelli già esistenti, ovviamente parallelati con diodi.
In questi giorni ho avuto la soddisfazione di poter misurare, nell'ora di maggior insolazione, 58,4V e constatare una leggera elettrolisi in tutti gli elementi, nonostante la corrente fosse ridotta a circa 4,5 - 5A.
Disconnesse dal parallelo e dai pannelli, sulle tre serie ho letto praticamente la stessa tensione con meno di 0,1V di differenza sui circa 50V totali. Segno che gli elementi sono tutti integri e praticamente equalizzati.
Non vedo l'ora di poter montare tutti gli altri pannelli a dimora, ma per questo ho l'impressione che mi ci vorrà ancora un po'...... In parte perché non ho ancora tutto il materiale occorrente, e in parte perché sono stato molto occupato coi soliti lavori di "manutenzione & ammodernamento". :rolleyes:
Però sono soddisfatto. :D
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Alain
Messaggi: 239
Iscritto il: 16 set 2015, 8:47
Località: prov. di MN

Re: Il banco di accumulo di Ferrobattuto

Messaggio da Alain » 12 ago 2017, 17:38

Evvai Ferro! biggrinthumb.gif
Spero che il freschetto che sarà già arrivato anche lì da te ti possa aiutare nel prosieguo della tua installazione, sono ansioso anch'io di saperti all'opera! :D

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6626
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Il banco di accumulo di Ferrobattuto

Messaggio da Ferrobattuto » 12 ago 2017, 18:18

Grazie Alain!
Si, il freschetto è arrivato tra ieri e oggi, purtroppo qui dove sto io di piovere non ne vuol sapere..... E siamo in forte carenza d'acqua. Altri due o tre giorni e forse dovrò andare a caricare acqua per l'orto con trattore e carrello. :cry:
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Hal9000
Messaggi: 860
Iscritto il: 14 lug 2011, 12:52

Re: Il banco di accumulo di Ferrobattuto

Messaggio da Hal9000 » 29 ago 2017, 7:29

Belle equalizzate e ansiose di entrare in opera, ma già con 4 pannelli hai una discreta potenza a disposizione, in attesa di installare tutti i pannelli e procurarti/costruirti l'inverter non potresti iniziare a sfruttare la tua fonte rinnovabile con carichi minori come illuminazione o roba simile?

Ti capisco sui tempi di messa in opera, quando avevo 20 anni ogni pannello che arrivava a casa era montato sul tetto ancora prima di scendere dalla macchina, vuoi perchè all'epoca costavano talmente tanto che se ne prendevano pochi per volta o vuoi per l'energia che avevo in corpo e l'ansia di vedere l'idea del solare in azione... mentre adesso è un pò diverso gli ultimi 2Kw che avevo preso ci hanno messo 8 mesi a finire sul tetto, un pò per volta.... :)

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 6626
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Il banco di accumulo di Ferrobattuto

Messaggio da Ferrobattuto » 29 ago 2017, 13:11

Hal9000 ha scritto:
29 ago 2017, 7:29
.........gli ultimi 2Kw che avevo preso ci hanno messo 8 mesi a finire sul tetto, un pò per volta.... :)
Alla tua età...... Figurati io che ho l'età di tuo padre...... :rolleyes:
Comunque sto pensando di usarle almeno per l'illuminazione del laboratorio. Ma i pannelli purtroppo sono esposti male, meglio non potevo metterli, il sole ci arriva tardi e se ne va presto, e sono troppo verticali. Vedremo un po'.....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
unimatrixzero
Messaggi: 169
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Il banco di accumulo di Ferrobattuto

Messaggio da unimatrixzero » 23 set 2017, 1:25

mai viste tante stazionarie tutte insieme :O grande ferrobattuto (Y)
Riposa in pace Bob Harte .

Rispondi

Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite