Saldatrice Deca "MASTRO 518 HD"

Moderatori: Ferrobattuto, eneo

Rispondi
Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7261
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Saldatrice Deca "MASTRO 518 HD"

Messaggio da Ferrobattuto » 27 feb 2018, 18:48

Capitò che un mio amico titolare di una mini impresa dovesse riacquistare qualcosa dell'attrezzatura, tra l'altro un compressore e un tassellatore a più fiunzioni, per cui ci recammo da un grossista e io di mio aggiunsi questa saldatrice e un kit per il mio compressore.

La saldatrice è un prodotto italiano, non so dove sia fatto, ma garantito da una ditta italiane delle più serie. Ho avuto in passato per le mani già altri attrezzi della stessa marca e sono durati decenni.
Insieme.JPG
Insieme.JPG (100.06 KiB) Visto 434 volte
I dati tecnici si possono vedere nella foto sotto, spero sia abbastanza chiara.
Dati.JPG
Dati.JPG (87.27 KiB) Visto 434 volte
Può funzionare sia con semplice pinza ad elettrodo, come la uso io, che con pinza per saldatura TIG e relativo kit.
180A massimi per saldatura con elettrodo e 200A massimi con TIG.
La regolazione della corrente è digitale, praticamente ampere per ampere, e a me è stata utile in più di qualche caso per saldare roba sottile. Con la vecchia saldatrice a trasformatore erano più buchi e parolacce che altro.....
Frontalino.JPG
Frontalino.JPG (57.48 KiB) Visto 434 volte
Vista da destra.
Destro.JPG
Destro.JPG (78.72 KiB) Visto 434 volte
E da sinistra.
Sinistro.JPG
Sinistro.JPG (73.39 KiB) Visto 434 volte
Come ho detto sopra sono un paio d'anni che la uso, la garanzia è scaduta ma non ha fatto una piega.
Mi sono trovato subito benissimo anche se non ne avevo mai usate prima.
Ha la ventola a velocità variabile, secondo la corrente erogata e il calore sviluppato. Se l'elettrodo si appunta la corrente cala e basta muoverlo che si stacca, per cui è protetta contro i corti anche prolungati. La tensione a vuoto raggiunge picchi intorno ai 90 - 100V, per cui l'innesco è assicurato anche con elettrodi "riottosi", mentre durante il funzionamento il "suono" dell'arco elettrico è leggero e simile ad un forte soffio. Se la corrente è regolata bene niente schizzi e la scoria si stacca praticamente da se.
Come tutte le saldatrici inverter è leggerissima, a me pesano più i cavi, che per eccesso di entusiasmo ho preso da 50mm². :D 2,25m quello di massa e 2,75m quello della pinza.
Con la saldatrice mi hanno dato i due connettori per i cavi, ma, popolo udite, nel cavo di alimentazione non c'era la spina. Così che ho potuto mettercela io e metterne una italiana, senza dover usare i riduttori per le "solite" spine schuko o tagliare il cavo per sostituirla e rischiare di perdere la garanzia.
Il prezzo è stato di 330€ IVA compresa, e mi ritengo soddisfattissimo in quanto informandomi da un fornitore di zona per la stessa saldatrice mi è stato fatto un prezzo di 560€...... "IVA compresa, naturalmente, poi magari vediamo se è possibile fare uno sconto". Parole testuali del commesso. :rolleyes:
Che dire, sono soddisfatto. L'ho usata per saldare ferro sottile, ma anche travi a doppio "T", scatolati, ferro da costruzione, ferro zincato, tubi tipo acqua, ferro a T, ad L, angolari, ecc ecc senza trovare problemi.
Inutile dire che durante il funzionamento deve stare in un posto dove possa circolarci intorno aria tranquillamente, in modo che la ventola interna possa raffreddare i semiconduttori di potenza.
Quel tipo di saldatrici NON vuole vedere assolutamente ne smeriglio ne troppa polvere, per cui tenerla coperta quando non si usa e tenerla ben lontana quando si usa la smerigliatrice. Purtroppo ho avuto per le mani alcune di queste in cui era finito smeriglio e polvere metallica: si rischia di vederle prendere fuoco, letteralmente. La polvere metallica mette in corto le piste degli stampati e i terminali dei semiconduttori, roba che lavora a 325V di tensione continua......
Ricordarsi di staccare SEMPRE la spina quando non si usa perché la parte di potenza rimane sempre sotto tensione, e una scarica elettrostatica (fulmini sulla rete) può bruciarla. Al riguardo devo dire che quando si stacca la spina due o tre secondi dopo si accende la la ventola in modo da scaricare gli elettrolitici interni, che in assenza di consumo rimarrebbero carichi per diverso tempo.
Mi pare di aver detto tutto, nel caso sono qui per rispondere.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 535
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Saldatrice Deca "MASTRO 518 HD"

Messaggio da unimatrixzero » 27 feb 2018, 21:01

bella saldatrice inverter, la DECA fa roba buona e duratura, meno plastica e piu consistenza,
somigliano lontanamente alle Awelco , ho una Deca DECASTAR 130 AC NO GAS della quale piano piano posterò sicuramente foto (ne ho 7/8 saldatrici),
funziona abbastanza bene considerando che è NO GAS , utilizza filo animato,
ovviamente nn c'è paragone con modelli a gas, la saldatura è totalmente diversa, opaca ecc
ma nell'insieme lavora bene.

stasera (siccome ho la saldatrice a tiro, nel suo cofanetto in salotto) farò e posterò qualche foto di un modello che avevo preso anch'io in spagna , la piu piccola che abbia mai visto, è grande come mezzo mattone, inizio ad allegare il link di youtube dove viene testata e descritta (quello che mi ha fatto inammorare insomma)
https://www.youtube.com/watch?v=TuJnCa2YGRk
Riposa in pace Bob Harte .

Rispondi

Torna a “Recensioni attrezzature elettriche e manuali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti