Cb, radioamatori & co.

Moderatore: Ferrobattuto

Avatar utente
StarFalcon
Messaggi: 65
Iscritto il: 18 set 2015, 22:11
Località: Sondalo

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da StarFalcon » 13 giu 2018, 13:48

Io sono ancora adesso un possessore del mitico President Jackson,
quanto ho risparmiato per averlo!
Ma poi quante soddisfazioni!
Passare dalla normale AM a 40 canali alla SSB è stato un enorme salto di qualità,
è stato lì che ho cominciato a fare DX.

Io avevo la Concessione (allora si chiamava così) ma era valida solo per l'apparecchio in AM/FM max 5 Watt,
la usavo per il CB in macchina, inoltre avevo l'autorizzazione per il Radioascolto, che almeno permetteva l'installazione di antenne direttive e lunghissime filari,
inutile dire che trasmettendo col Jackson ero un vero pirata! :ph34r:
ma almeno a mia discolpa posso affermare che usavo solo la potenza del trasmettitore (21 Watt di picco) ed ero ad almeno 400 metri di distanza in linea d'aria da qualunque abitazione.

Le lunghe ruote in CB locale le ho sempre trovate un po' noiose, anche perchè c'era sempre il "flammatore" che arrivava a rompere le scatole a tutti appositamente, un po' come succede al giorno d'oggi sulle chat e i forum.
Per me contava solo il DX, riuscire a fare collegamenti per via ionosferica, e col CB non era poi così scontato!
se'l ghe né ca ìnt... al ne ven ca fò!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7223
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da Ferrobattuto » 13 giu 2018, 14:03

Bhè, un Pace Sidetalk 1000 in SSB ce l'ho ancora...... E anche un baracchino in FM, però ho anche un Icom IC 7000, che uso con la Windom in ricezione. Sintonia continua da 1MHz piu o meno fino a 500MHZ.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 973
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da jpquattro » 13 giu 2018, 19:07

StarFalcon ha scritto:
13 giu 2018, 13:29
....
il principio della Yagi-Uda,
mi ci divertivo moltissimo pure a progettarle e a costruire adattatori a Gamma Match di vari tipi.
....
No, anzi il contrario... La radio libera in questione era proprio in centro, l'antenna doveva essere omnidirezionale e con un lobo di radiazione basso. Non so se ci avete fatto caso ma il lobo di radiazione di una ground plane guarda un po' verso l'alto... una parte importante dell'energia viene persa nelle nuvole... la collineare sono tre dipoli sullo stesso asse verticale, di cui e alimentato solo quello piu alto... lo scopo e' di mantenere la radiazione omnidirezionale, ma con un lobo molto piu basso, quasi parallelo al suolo...

Paolo

Avatar utente
StarFalcon
Messaggi: 65
Iscritto il: 18 set 2015, 22:11
Località: Sondalo

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da StarFalcon » 14 giu 2018, 8:21

ah ho capito, un'antenna collineare...
quelle non le ho mai fatte.

La GP è in effetti un'antenna scarsa adatta per cominciare con QSO locali,
meglio trafficare con dipoli messi in verticale, ci sono moltissime soluzioni,
ad esempio per abbassare il lobo di irradiazione mantenendo l'onnidirezionalità io ho adottato la soluzione dell'antenna a "J"

un dipolo a onda intera ripiegato ed alimentato a 3/4 d'onda con Gamma Match in cavo coassiale

Immagine

io la usavo quasi solo per collegamenti locali, ma dava discrete prestazioni anche in DX,
da considerare pure il fatto che io l'ho montata molto in basso, vicino al terreno, essendo completamente rigida ed autoportante
avrei ottenuto migliori prestazioni alzandola a quota maggiore.
se'l ghe né ca ìnt... al ne ven ca fò!

Avatar utente
trattore
Messaggi: 149
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da trattore » 14 giu 2018, 19:37

Ma se non vado errato di dipoli ne esistono di due tipi, il tipo aperto che ha 2 o più elementi scollegati tra loro (emettitori,riflettitori) che viene preferibilmente impiegato per le frequenze più basse, ed il dipolo chiuso che sembra un anello in corto circuito,con bobina di caricamento e adattamento impedenza, che viene spesso impiegato per la FM , frequenze alte VHF-UHF, o la ricezione delle frequenze televisive, mi spiegate meglio i pro e i contro di tali dipoli, grazie.

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 973
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da jpquattro » 14 giu 2018, 20:18

il dipolo in se e' una stecca di metallo lunga 1/2 lunghezza d'onda. Poi c'e' il problema dialimentarlo, cioe' di trasferirci l'energia del trasmettitore. Qui viene fuori il problema dell'adattamento di impedenza. se il dipolo e' isolato, cioe' non fa parte di una yagi o cose simili, l'impedenza al centro del dipolo circa 75 ohm, bilanciati. quindi possiamo alimentarlo tagliandolo nel mezzo e connettendoci un cavo da 75 ohm bilanciato (bisogna inserire qualcosa per adattare da sbilanciato a bilanciato). Possibile alternativa e' la connessione sbilanciata che talvolta viene indicata come j. in sostanza la calza del cavo va al centro del dipolo, il centrale a uno spezzone di conduttore parallelo al dipolo a cui e' connesso con un ponticello mobile, spostandolo si aggiusta l'adattamento di impedenza.
il dipolo "ad anello" sono due dipoli conessi in parallelo alle estremita. l'impedenza al centro in questo modo quadruplica, si puo alimentare con una linea a 300 ohm (piattina) interrompendo al centro uno dei due dipoli.
viene usato spesso nelle yagi, perche' l'aggiunta di dipoli passivi (direttori e riflettore) abbassa sostanzialmente l'impedenza dell'elemento radiante.
spero di essermi capito...
Paolo

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7223
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da Ferrobattuto » 14 giu 2018, 23:03

jpquattro ha scritto:
14 giu 2018, 20:18
spero di essermi capito...
Paolo
:woot: :D
Ti sarai capito sicuramente. ;) La realtà è che una spiegazione più semplice non è possibile, non conoscendo qualche rudimento di radiotecnica. A meno di fare un lungo panegirico cominciando "dall'inizio" tirando giù un post lungo come la Divina Commedia col rischio di confondere ancor di più le idee.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
StarFalcon
Messaggi: 65
Iscritto il: 18 set 2015, 22:11
Località: Sondalo

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da StarFalcon » 15 giu 2018, 11:08

trattore ha scritto:
14 giu 2018, 19:37
Ma se non vado errato di dipoli ne esistono di due tipi, il tipo aperto che ha 2 o più elementi scollegati tra loro (emettitori,riflettitori) che viene preferibilmente impiegato per le frequenze più basse, ed il dipolo chiuso che sembra un anello in corto circuito,con bobina di caricamento e adattamento impedenza, che viene spesso impiegato per la FM , frequenze alte VHF-UHF, o la ricezione delle frequenze televisive, mi spiegate meglio i pro e i contro di tali dipoli, grazie.
oltre alle spiegazioni tecnico-radiantistiche, io direi che c'è un'altra caratteristica che trovo molto interessante riguardo all'alimentazione dei dipoli:
solitamente si alimenta il dipolo a mezz'onda col cavo (piattina o coassiale) collegando un braccio ad un polo e un braccio ad un altro polo,
tralasciando gli inevitabili problemi di bilanciamento/sbilanciamento della linea coassiale, questo metodo comporta un problema pratico,
i due bracci del dipolo devono essere separati ed isolati.
Alimentando invece il dipolo con un adattatore a Gamma (adattatore molto semplice anche da costruire, tutto sommato) è possibile utilizzare una mezz'onda con un tubo intero, neppure isolato dal palo portante o dal Boom, l'asta orizzontale dell'antenna.
Con questo metodo il montaggio del dipolo risulta anche più semplice soprattutto se si utilizza dell'alluminio
e tutta la struttura dell'antenna può addirittura essere messa a terra (non dimentichiamoci dei fulmini)
Un esempio è nelle mie antenne in foto, sia la Yagi che la J verticale, entrambe alimentate con gamma match autocostruito, i dipoli sono cortocircuitati col palo stesso, a vantaggio della robustezza dell'antenna, dobbiamo pure tenere presente che negli 11 metri (la banda CB) le dimensioni delle antenne cominciano ad essere proibitive
se'l ghe né ca ìnt... al ne ven ca fò!

Avatar utente
trattore
Messaggi: 149
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da trattore » 15 giu 2018, 19:41

Ringrazio entrambi per i chiarimenti, mi ricordo che il primo dipolo l'ho fatto insieme a mio zio, nel cortile tra due pali di legno avevamo steso 11+11 mt di filo di rame ed al centro e ai due lati avevamo fissato gli isolatori (pezzi di plastica),saldando direttamente il cavo coassiale sul centro del dipolo, praticamente avevamo fatto un mega-stendibiancheria, che oltretutto funzionava così, così, comunque la frequenza CB dei 27 Mhz, era pessima sia in ricezione, che in trasmissione, in ricezione bastava che passasse nelle vicinanze una autovettura a benzina che potevi sentire lo scintillio delle candele, se il vicino accendeva un phon, fine della ricezione, con annessa parolaccia, in trasmissione invece se per caso dal baracchino usciva una armonica superiore andava a disturbare i tv vicini, e noi giù a sforzarci di mettere filtri anti tv interference, la vita del CB era dura ai tempi....

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7223
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da Ferrobattuto » 15 giu 2018, 21:17

Perché 11+11 metri? Sarebbero bastati 5,5m...... Il dipolo deve essere lungo 1/2 onda, non due onde intere.
Con buona probabilità i problemi derivavano dal disadattamento di impedenza relativo alla lunghezza eccessiva.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
StarFalcon
Messaggi: 65
Iscritto il: 18 set 2015, 22:11
Località: Sondalo

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da StarFalcon » 16 giu 2018, 16:48

esatto! me lo chiedevo pure io...
la lunghezza d'onda si trova con la semplice formula
velocità della luce (in KM/sec) diviso frequenza (in Khz)
300.000 / 27.000

risultato 11,1 metri (circa)
la mezz'onda è quindi la metà
5,5 metri (circa)
un dipolo normale di solito è formato da due bracci ad un quarto d'onda
2,7 m (circa)

Comunque i dipoli filari hanno anche il grosso problema degli isolatori,
ad esempio, alle estremità del dipolo a mezz'onda abbiamo corrente minima e tensione massima,
a differenza del centro del dipolo, dove abbiamo corrente massima, tensione minima,
quindi gli isolatori alle estremità devono essere particolarmente buoni, di solito si usano isolatori di ceramica,
inoltre il dipolo va messo decisamente in alto, considerando che il terreno agisce come un vero e proprio riflettore sarebbe bene che la distanza minima da terra (o dal tetto) fosse di almeno un'altra mezz'onda, meglio un'onda intera, quindi minimo 5 metri e mezzo, ma meglio almeno 10,
altrimenti la minima direttività del dipolo (direttività avanti/dietro) va a farsi friggere e la taratura diventa davvero ostica.
se'l ghe né ca ìnt... al ne ven ca fò!

Avatar utente
trattore
Messaggi: 149
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da trattore » 17 giu 2018, 9:16

Scoprire dopo 40 anni di aver fatto una grossa cavolata, non ha prezzo,....grazie.

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 973
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da jpquattro » 17 giu 2018, 10:00

Insomma... come faceva notare Ferro le cose sono più complicate di così... Se parli di antenne poi...
Il dipolo base risuona (insomma "funziona") sulla sua frequenza base e sui multipli dispari... Se fai una antenna lunga 22 metri risuonerà sui 44 metri (molto vicina ai 40 metri, banda OM) ma anche su 14,6 metri, su 8,8 metri e così via... la cosa importante è che nel punto dove attacchi il cavo ci sia un massimo di corrente e un minimo di tensione, questo richiede che si formi un'onda stazionaria composta da in numero dispari di mezze lunghezze d'onda.
Comunque un pezzo di filo è sempre un'antenna, il problema è fornirgli l'energia (se trasmetti, altrimenti estrarne...)
Esistono antenne alimentate ad un'estremo, a L rovesciata, dove un pezzo della discesa fa parte dell'antenna esistono dipoli con discesa risonante, per cui il cavo o la piattina fanno parte integrante dell'antenna, per alimentare antenne del genere ci vuole un adattatore di impedenza (e non sempre il solito Pi greco basta)
La tua antenna forse funzionava come un allineamento di due dipoli lunghi lambda (quindi risonanti su armonica pari...) alimentati ad un estremo...
In quelle condizioni la discesa è sicuramente risonante, chissà come facevi ad accordarla...

Non chiedermi come era fatto il lobo di radiazione... non lo so.

Paolo

Ma leggersi uno di questi https://www.amazon.com/s/ref=nb_sb_noss ... +HANDBOOK+
oppure questo http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9 ... kwiamMBKH6

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7223
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da Ferrobattuto » 17 giu 2018, 21:48

jpquattro ha scritto:
17 giu 2018, 10:00
Non chiedermi come era fatto il lobo di radiazione... non lo so.
E come ha fatto a salvare il finale del baracchino! :D
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 527
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da unimatrixzero » 19 giu 2018, 0:23

cavolo pur essendo un po più giovane e di certo nn ai vostri livelli radioamatoriali , mi avete fatto tornare in mente vecchie piacevoli esperienze, tempo fa avevo pubblicato un post a riguardo su facebook, essendo a tema lo incollo anche qua .

"sto facendo una riflessione prima della notte suprema, insomma parlando da persona che lavora nella tecnologia fino sopra, nn il naso ma la testa, . e della quale sono sinceramente stufo ... sto facebook è chiaramente un fattore di svago !! e qua ci sta !!
ma per noi "anziani" che abbiamo provato altro, quando internet non esisteva .. ecc, nella fattispecie i collegamenti con il CQ fatti dai colli qua e la con (..X..) e altri amici vari che adesso nn ci sono più (..X... te eri un grande ) erano un qualcosa di supremo !! insomma una soddisfazione diversa !!
(per chi nn capisse di cosa parlo , i colli da noi sono montagne alte , piu eri alto e piu prendevi segnale radio)
belina raga rimpiango quelle nottate spersi magari in mezzo alla neve a ca del dio .. con il rischio di rimanerci anche piantati e solo per poter fare un buon QSO !! purtroppo le situazioni.. i tempi.. tutto cambia ..
sento che anche (..X..) è nostalgico di questa situazione.. ciao anche a te amico :) "
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
StarFalcon
Messaggi: 65
Iscritto il: 18 set 2015, 22:11
Località: Sondalo

Re: Cb, radioamatori & co.

Messaggio da StarFalcon » 19 giu 2018, 9:35

Tutto questo mi ricorda pure un vecchio esperimento con la moto da Trial, la mia mitica Aprilia Climber (ce l'ho ancora adesso!)
avevo creato una piccola antenna telescopica in alluminio lunga un quarto d'onda, da montare sul telaio della moto in posizione verticale,
l'idea era di arrampicarsi in cima alle montagne col President Jackson alimentato con batteria a 12 volt brandeggiabile in zaino, da ricaricare con adattatore dalla moto stessa, oppure con piccolo pannello fotovoltaico.

C'era anche la possibilità di sfruttare la Croce di Storile, una croce metallica alta 15 metri posta in cima alla montagna che sovrasta Sondalo, il mio paese, ad una quota di 2400 metri.
Un posto raggiungibile solo a piedi o con la moto da trial (ad essere bravi!)

Purtroppo le vicissitudini della vita mi hanno impedito di portare a termine l'esperimento, e con l'avvento dei cellulari e di Internet
tutto è caduto nel dimenticatoio.
se'l ghe né ca ìnt... al ne ven ca fò!

Rispondi

Torna a “Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti