LiFePO4 38120S , una potenza...

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Rispondi
Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 517
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

LiFePO4 38120S , una potenza...

Messaggio da unimatrixzero » 29 lug 2018, 2:31

girovagando su youtube son capitato su uno dei 100000000 video del .. jehugarcia,
comunque una robetta così la ritengo decisamente rispettabile !! io ci son rimasto brasato... :ph34r:

allego link.. giudicate voi

PS non costano nemmeno esagerato

https://www.youtube.com/watch?v=MdhyOFeOqyE

https://www.batteryspace.com/lifepo4381 ... roved.aspx

cioè in confronto a tutte le altre tipologie comuni di batterie (acido, agm, gel) .. qua c'è un abisso ... :ph34r: giudicate voi...
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7202
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: LiFePO4 38120S , una potenza...

Messaggio da Ferrobattuto » 29 lug 2018, 10:16

Hanno sicuramente una densità di potenza molto superiore a tutti gli altri tipi. Con ugual volume e ugual peso hai molta più potenza a disposizione.
Però per come la vedo io sono ancora un po' troppo "capricciose". Anche per pochi elementi in serie necessitano di un circuito simmetrizzatore che mantenga le tensioni equalizzate, altrimenti si rischia di bruciarle, con conseguenze disastrose, visto che dentro come elettrolita hanno liquidi infiammabili. Poi si deve stare molto attenti alle soglie di tensione, minima e massima, per lo stesso pericolo. Se non vado errato, invecchiano anche non usate, però potrei sbagliare, comunque in rete ci sono tutte le notizie necessarie, cercando bene.
Vanno bene per droni e aeromodelli, per dispositivi portatili in cui necessitano forti correnti di spunto, ma insomma, a meno che non si abbia necessità di molta potenza con poco spazio e poco peso, per mia mentalità sono ancora troppo "complicate".
Nei cellulari vanno benissimo, perché c'è un solo elemento e il ricaricatore è "dedicato". Come anche nei pc portatili, in quanto nella batteria ci sono tutti i circuiti necessari, e avendo 3,7V di tensione ogni singolo elemento dentro ce ne sono pochi.
In un'auto elettrica ci sono tutti gli accorgimenti necessari perché non si producano danni, però i costi in quel caso lievitano parecchio, e comunque non saprei in caso di incidente grave quello che potrebbe succedere......
Comunque, io in casa mia un banco da 200 o 300Ah a 24 o 48V di quelle cose li non me lo metterei...... Come trovo pericolosissimi tutti quei banchi fatti con tante 18650 messe in parallelo e poi in serie per arrivare a fare dei grossi accumuli. Un elemento che va in corto e prende fuoco tutto.
Chiaramente questo è quello che penso io, e non è necessariamente condivisibile, ognuno è libero di fare le proprie scelte.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2194
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: LiFePO4 38120S , una potenza...

Messaggio da Dolomitico » 1 ago 2018, 12:08

Beh, le lifepo soni fra le litio più sicure, non prendono fuoco, e non hanno tendenze esplosive. Poi secondo me l evoluzione andrà in quella direzione, ovviamente le piombo dureranno ancora parecchio, ma la richiesta per veicoli elettrici sarà principalmente dalle litio.

Avatar utente
giuseppe
Messaggi: 377
Iscritto il: 5 ago 2013, 1:15
Località: arsie belluno

Re: LiFePO4 38120S , una potenza...

Messaggio da giuseppe » 1 ago 2018, 15:15

Ferrobattuto ha scritto:
29 lug 2018, 10:16

Comunque, io in casa mia un banco da 200 o 300Ah a 24 o 48V di quelle cose li non me lo metterei...... Come trovo pericolosissimi tutti quei banchi fatti con tante 18650 messe in parallelo e poi in serie per arrivare a fare dei grossi accumuli. Un elemento che va in corto e prende fuoco tutto.
Chiaramente questo è quello che penso io, e non è necessariamente condivisibile, ognuno è libero di fare le proprie scelte.
Non penso che vadano a fuoco anche se un elemento va in corto non é come un banco al piombo nelle litio c'e il bms che interviene ,,,,, altrimenti sai quanti compiuter portatili avrebbero arso :lol:

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7202
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: LiFePO4 38120S , una potenza...

Messaggio da Ferrobattuto » 1 ago 2018, 21:45

Giuseppe, forse sono io che non ho le idee chiare, ma li hai visti quei banchi fatti con centinaia di 18650 messe in parallelo a formare un elemento da 3,7V e poi messi in serie a formare un banco da 12 o 24V nominali? Tutte quelle pile sono messe brutalmente in parallelo, il BMS in quel caso non c'entra un tubo. Riesci ad immaginare se una singola pila va in corto e tutte le altre ci si scaricano sopra?
Una litio messa in corto ti da una valanga di corrente, lo dimostra il fatto che vengono usate per la trazione dei droni e durano pochi minuti.
Il BMS serve a tenere equalizzata la tensione dei singoli elementi in una SERIE, non tra gli elementi messi in parallelo.
Il paragone col computer non calza, in quanto nelle batterie da computer gli elementi sono messi in serie, non ci sono elementi in parallelo, e li il BMS fa il suo lavoro mantenendo stabili le tensioni della serie.
Guardando bene il filmato si vede che il tipo ha messo in serie quattro elementi al litio di discreta capacità, ottenendo i fatidici 12V nominali, MA, con tanto di BMS che li equalizza. Immagina di dover mettere in parallelo-serie tanti di quelli per arrivare a 48V 500 o 1000Ah, hai fatto "un'astronave da guerra"...... Senza contare il costo di tutto ciò.
Altra cosa fare una serie "semplice", ossia di elementi di grande capacità posti esclusivamente in serie. In quel caso il pericolo non sussiste, o comunque è molto meno probabile, e il relativo BMS fa il suo lavoro.
http://www.uttei.enea.it/veicoli-a-bass ... e-al-litio
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 517
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: LiFePO4 38120S , una potenza...

Messaggio da unimatrixzero » 1 ago 2018, 23:01

:ph34r: effettivamente mi è già bastato il botto di un'acido libero non sarei proprio tentato a sperimentare anche l'esplosione di una LiPO :ph34r:
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7202
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: LiFePO4 38120S , una potenza...

Messaggio da Ferrobattuto » 2 ago 2018, 13:30

Se il banco che vuoi comporre è, poniamo, da 200Ah a 24V, ed è composto da singoli elementi da 200Ah, allora il problema è relativo. Non ci sono paralleli strani, solo elementi in serie col relativo (o relativi) BMS che li mantengono equalizzati.
Credo che ne parli più estesamente Badgir qui: viewtopic.php?f=7&t=1914#p32468
Se cerchi le sue discussioni credo che le descriva in più di qualche caso.
Al momento non so quanto possano costare per un banco di una certa consistenza. Se sei interessato puoi informarti.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2194
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: LiFePO4 38120S , una potenza...

Messaggio da Dolomitico » 2 ago 2018, 15:33

A dire il vero di pacchi litio che ho smontato sia da pc che di solito ci sono 3 serie e 1 parallelo, ovvero 6 cella per arrivare a 10.8v tipicamente sui 4400mah,oppure parecchi pacchi litio a 18v che appunto hanno 5 serie e 2 paralleli tutti secchi, ora sele celle hanno fatto tutte la stessa vita il problema ma non credo si ponga, altra cosa di celle prese un po' a caso e poi messe insieme, ho trovato anch io celle che sembravano tenere la carica, salvo poi trovarle completamente scariche, immaginando cosa significhi su pacchi grandi, Ferro intende questa eventualità, il bms può esserci come no, ho un avvitatore tedesco che è tutt'ora in commercio che non li usava, anzi, caricava le celle solo a 4,1v per allungare di più la vita operativa.

Rispondi

Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti