trasformare un gruppo elettrogeno

Moderatore: jpquattro

Rispondi
Avatar utente
pino73
Messaggi: 4
Iscritto il: 17 dic 2018, 20:08

trasformare un gruppo elettrogeno

Messaggio da pino73 » 17 dic 2018, 20:21

Buona sera sono nuovo del forum vorrei chiedervi se posso sostituire l'alternatore del mio gruppo elettrogeno trifase forse 7 kw , il quale ha un motore ruggerini tipo 950 2000 giri , vorrei montare un'alternatore nuovo da 8kw monofase pure 10kw , secondo voi il motore va bene oppure che motore mi serve ? questo nuovo generatore mi serve per far funzionare una macchinetta intonacatrice che assorbe 3,4 kw monofase (contatore di casa ) grazie .

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7448
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: trasformare un gruppo elettrogeno

Messaggio da Ferrobattuto » 17 dic 2018, 20:31

Se il motore è dimensionato per un alternatore da 7KW molto difficilmente potrà tirarne uno più potente. Non c'entra niente che sia trifase o monofase, è la potenza che conta. Puoi montarcene anche uno più grande, ma non potrai sfruttarlo completamente perché il motore non ce la fa. Anche mettendo quello da 8KW o quello da 10KW se il motore ha quella potenza difficilmente erogherà più di 7KW.
Se la macchina intonacatrice assorbe 3,4KW a cosa serve mettercene uno da 10? Ne basterebbe uno da 7 monofase.....

P.S.
Una piccola presentazione nella sezione apposita sarebbe molto gradita.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 596
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: trasformare un gruppo elettrogeno

Messaggio da unimatrixzero » 18 dic 2018, 2:00

mah.. do pienamente ragione a ferrobattuto ,
dico la mia opinione, cercando un momento su google ho trovato le caratteristiche di quel motore li e le allego sotto,
è un 18 cavalli decisamente simile come caratteristiche al Lombardini 720i che ho sotto la sega a bindello..
per l'esattezza dovrebbe essere il motore che montavano sul Goldoni 718

http://iservice.lombardini.it/documents ... 950_IT.pdf

viewtopic.php?f=105&t=3550&p=62093&hili ... llo#p62093

http://www.likesx.com/motoagricola-goldoni-718-rpt/

da come la vedo io un alternatore da 7kw su un motore simile è sottodimensionato,
se consideri che i generatori diesel di adesso con un motore da 10 CV producono 6 kw il calcolo è preso fatto,

https://www.agrieuro.com/generatore-di- ... -8622.html

insomma secondo me se il motore che hai è buono puoi arrivare a far girare tranquillamente un 10kw
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7448
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: trasformare un gruppo elettrogeno

Messaggio da Ferrobattuto » 18 dic 2018, 13:17

Il fatto è che di solito la potenza dei motori rispetto a quella degli alternatori che ci sono accoppiati è dimensionata in modo da poterli far lavorare in servizio continuo anche a piena potenza elettrica. Certo, se il motore ce la fa ci si può accoppiare un alternatore più grosso, ma poi pretendere di tenerlo "tirato di collo" per tutto il tempo significa farlo sopravvivere poco.
Comunque un calcolo approssimativo è che la potenza massima erogabile in KW è la metà di quella in cavalli del motore. Per cui nel caso presente, se il motore è da 18HP l'alternatore al massimo potrà essere da 9KW, e probabilmente non potrà tirarli tutti.
Questo perché un HP è equivalente a 736W, ossia a 0,736KW, mentre la potenza erogata dall'alternatore è sempre in KW.
Nel caso specifico 0,736 x 18 = 13,25KW circa, ma il rendimento meccanico di un alternatore così piccolo si aggira intorno al 60-65%, per cui fatti due conti stiamo intorno agli 8-8,6KW, MA col motore a piena potenza...... Ossia in servizio intermittente.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
pino73
Messaggi: 4
Iscritto il: 17 dic 2018, 20:08

Re: trasformare un gruppo elettrogeno

Messaggio da pino73 » 18 dic 2018, 20:16

Buona sera non avevo scritto che sulla targhetta del motore motore c'è scritto 10 hp, sull'alternatore la targhetta è inleggibile volevo capire quanti kw è , per capirlo posso fare la formula 0,736 *10 ? sulla targhetta del motore c'è scritto pure 2000giri quindi non 'è un 18 hp . Secondo voi per far funzionare la macchinetta inferiore a 7 kw ce la posso fare ?

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7448
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: trasformare un gruppo elettrogeno

Messaggio da Ferrobattuto » 19 dic 2018, 10:13

10HP fanno 7,36KW. Ponendo un rendimento meccanico intorno al 65% credo che al massimo possa darti 4,76KW.
Molto dipende dalla qualità dell'alternatore. Comunque i 3,4KW della macchina che dovresti usarci insieme dovrebbero starci dentro.
Sicuro che sulla targhetta dell'alternatore non si legga proprio nbiente?
2000 giri al minuto sono una velocità un po' strana...... Gli alternatori funzionano o a 3000 giri o a 1500 giri, se sono calettati direttamente sull'asse del motore, altrimenti per usare numeri di giri differenti debbono essere trainati da cinghia e pulegge di diametri rapportati.
Una foto del gruppetto aiuterebbe parecchio, come anche una foto dell'alternatore e della sua targhetta.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
pino73
Messaggi: 4
Iscritto il: 17 dic 2018, 20:08

Re: trasformare un gruppo elettrogeno

Messaggio da pino73 » 19 dic 2018, 19:56

Sulla targhetta ci sono i numeri ribattuti ma non si sa a cosa corrispondono , proverò a mettere qualche foto. Se rimedio qualche motore bicilindrico 3000 giri appartenente a qualche mezzo agricolo tipo ruggerini RD 901/2 si puo usare per creare un gruppo elettrogeno?

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7448
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: trasformare un gruppo elettrogeno

Messaggio da Ferrobattuto » 20 dic 2018, 12:20

Metti una foto del gruppo elettrogeno che hai, e se possibile una foto chiara della targhetta dell'alternatore, poi ne riparliamo.
I gruppi elettrogeni si possono anche autocostruire, ma ci vuole un po' di "dimestichezza" con numeri di giri, rapporti pulegge, potenze ecc, altrimenti si rischia di fare dei fiaschi e spendere di più che a comprarselo già fatto.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Rispondi

Torna a “attrezzatura home made”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti