sono kilowatt consigli su impianto

Moderatore: maxlinux2000

Rispondi
Avatar utente
kilowatt
Messaggi: 5
Iscritto il: 21 dic 2018, 12:39

sono kilowatt consigli su impianto

Messaggio da kilowatt » 28 dic 2018, 9:49

Sono kilowatt.premessa ho dimenticato di salutare il forum nella presentazione lo faccio adesso.saluti a tutti.come gia detto ho 2 inpiantini di cui uno con 260 watt di pannelli e2 batterie da 100 amper auto in serie 24 volts l. quale fa il suo dovere h 24 da circa 5 anni che mi manda avanti servizi minori senza apporti esterni,amplificatore condominiale tv ed apparatini vari .e fino a qui tutto bene.secondo inpianto con qualche problema.però a questo punto dovrei raccontare la storia del mio inpianto,ma non so se la cosa la posso fare e se puo interessare qualcuno,ditemi voi. altrimenti mi limito ad illustrare i problemi.grazie a tutti ciao.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7444
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: sono kilowatt consigli su impianto

Messaggio da Ferrobattuto » 28 dic 2018, 12:41

Ti sei presentato il giorno 24, come si vede qui: viewtopic.php?f=16&t=3601#p62667

Se non proprio la "storia", ma una buona descrizione di com'è realizzato e un minimo di notizie su eventuali peripezie è meglio che ce le illustri, in modo da avere chiaro ciò di cui hai bisogno.
Poi si sa, che si può imparare anche dalle difficoltà degli altri.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
kilowatt
Messaggi: 5
Iscritto il: 21 dic 2018, 12:39

Re: sono kilowatt consigli su impianto

Messaggio da kilowatt » 28 dic 2018, 18:28

Come gia detto la storia comincia 10 anni fà con 6 pannelli da 140 watt 2 batterie agm cinesi da 140 amper buonissime devo dire durate 6 anni usando solo illuminazione poi ho messo le prese vicino agli interruttori ed è arrivato l aspirapolvere cosi dopo un anno kaput. visto che l appetito vien mangiando ho comprato 4 batterie da 270 amp aperte ed inverter sinusoidale 3000 pwm pip, e via con i consumi era molto meglio potevo attaccare di tutto.finchè i soliti ignoti si sono dati da fare intorno a me, compreso il sottoscritto,alchè i consumi sono aumentati a dismisura collegando allarmi luci esterne telefono internet ecc ecc.Adesso le batterie non ce la fanno più,mi ricordo di aver letto un tuo post caro ferro, ti leggo da molto,dove spiegavi di usare un traformatore di adeguata potenza con ponte di diodi, pero avrei bisogno di sapere per filo e per segno cosa devo usare per collegare mamma enel alle batterie, perchè di rifare tutto non è possibile.E di ampliare forse ma come? ringrazio te e chi altro voglia suggerire,ciao

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7444
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: sono kilowatt consigli su impianto

Messaggio da Ferrobattuto » 28 dic 2018, 19:16

Hè si...... L'appetito vien mangiando...... Specialmente per le nostre signore, sempre pronte ad usare corrente, "tanto ce la facciamo da noi".....
Dunque, se ho ben capito hai due impianti, il primo non ti da problemi e funziona bene da tempo, evidentemente ben proporzionato a quello che deve alimentare.
Il secondo è costituito da 6 pannelli da 140W e quattro batterie da 270Ah "spompate". 840W "teorici" sono un po' pochi per sostenere tutto quello che hai detto tu, anche se 540Ah a 24V nominali consentono carichi abbastanza pesanti, intorno ai 1500W continui e 2500-3000W di picco per qualche minuto.
Se le batterie non fossero spompate e i carichi ben distribuiti nelle ore (e nei giorni) di maggior sole, potresti risolvere aumentando il numero dei pannelli. A questo punto mettere più pannelli significherebbe ricomprare anche le batterie. Sempre se ho capito bene.
Potresti mettere quel famoso trasformatore con ponte di diodi che funga da caricabatterie, però se le batterie non reggono a questo punto ti conviene commutare direttamente isola-enel e enel-isola secondo il tempo meteorologico e la tensione del banco di accumulo.
Quando le batterie invecchiano a causa dei ripetuti cicli di scarica profonda e vanno giù di efficienza, il loro rendimento cala drasticamente, per cui rimettere loro dentro corrente significa buttarne una grossa percentuale. Con un sistema che commuti automaticamente a certe tensioni massime e minime (tipo UPS da computer, insomma) risparmieresti molto di più, durante i distacchi il banco verrebbe ricaricato dai pannelli, e se anche l'efficienza è bassa l'energia intanto è gratuita.
A questo punto però dovresti descriverci bene che tipo di pannelli hai, non solo la potenza, ma le tensioni e le correnti a vuoto e sotto carico, o almeno il numero delle celle per pannello. Dove sono montati, come sono collegati, se hai spazio per metterne altri. Poi sarebbe buona cosa sapere esattamente che tipo di inverter e regolatore. Sempre se ho capito bene dovrebbe essere un "ibrido", inverter-regolatore-caricabatterie.
Se non ti stanca, non aver timore di fare un post lungo con una descrizione dettagliata di ciò che hai realizzato, e soprattutto di spiegarci quanti e quali sono i consumi "effettivi" continui e di picco (anche con discreta approssimazione) che devi sostenere.

Sono lusingato, e ti ringrazio, per avermi detto che mi leggi da molto tempo.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
kilowatt
Messaggi: 5
Iscritto il: 21 dic 2018, 12:39

Re: sono kilowatt consigli su impianto

Messaggio da kilowatt » 29 dic 2018, 7:42

Buongiorno ferro grazie della risposta,dunque le batterie non credo siano messe male ho detto non ce la fanno più perchè ritengo siano troppo piccole per i consumi che ho adesso, ce le ho da due anni ,non ho mai fatto l equalizzazione e forse ho fatto male non so ,sono tubolari,e proprio ieri mi sono accorto controllando con il densimetro che un pò tutti gli elementi sono disallineati ,a batteria abbastanza carica ritengo oscilla tra 127-125-123.I pannelli sono i kyocera 140gh-2pu con 72 celle e tensione a vuoto di 22.1 v corrente potenza nominale 7.91corrente di corto 8.68.Riguardo l inverter è un ibrido edison 3000 24 v pwm 50 amper.Dimenticavo,i pannelli sono tutti esposti senza ombre e li regolo secondo le stagioni da 30°a 60.I miei consumi non sono uno scherzo credo non scendo guasi mai sotto i 200 watt con punte nassime di circa 470 watt,sono messo un po male vero.per il momento non mi viene in mente altro.Grazie ciao °

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7444
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: sono kilowatt consigli su impianto

Messaggio da Ferrobattuto » 29 dic 2018, 13:30

Se i pannelli sono questi:
KYOCERA-KD140GH-2PU-datasheet-EN.pdf
(412.57 KiB) Scaricato 31 volte
Sono pannelli a 36 celle e non a 72. Spero che tu li abbia almeno messi in serie due a due. Altrimenti con un PWM le batterie non le carichi....
Se le batterie sono delle tubolari stazionarie e le densità sono quelle indicate (1.270-1.250-1.230 sono grammi per litro.....) non dovrebbero essere rovinate ne solfatate, soltanto scariche.
Ma coi consumi che hai tu di pannelli te ne servirebbero 60, non 6...... Se hai un consumo medio continuo intorno ai 300W nell'arco delle 24 ore fanno 7200W, e immagino che nel frattempo ci scappi anche l'aspirapolvere, la lavatrice, il ferro da stiro, il forno elettrico..... Non so, magari anche il phon e il caldobagno, con punte di assorbimento molto alte. Dovresti avere abbastanza pannelli per permettere al tuo ibrido di erogarti quei 50A che dice di poter caricare.
EDISON-scheda-tecnica.pdf
(102.07 KiB) Scaricato 32 volte
Edison-manuale_inglese.pdf
(1.17 MiB) Scaricato 27 volte
Tra le altre cose secondo il manuale e la scheda tecnica dovrebbe già lui poter fare funzione di UPS, e commutare i carchi sulla rete mentre ricarica le batterie.
Come potenza effettiva sei un po' al limite, ma gestendo i carichi in modo oculato, evitando di usare elettrodomestici "pesanti" tipo lavatrice o forno elettrico o ferro da stiro insieme, dovresti rientrarci abbastanza bene.
Non so in che zona stai, e dire 60 pannelli è buttarla giù un po' così, ma nel tuo caso un impianto solare da 5 o 6Kw non sarebbe mica eccessivo. Poi si dovrebbero gestire i carichi durante le ore centrali del giorno e lasciare le batterie solo per la notte, con l'intervento tipo UPS se necessario, settando bene i valori di tensioni e correnti.
Purtroppo come temevo hai scelto il tipo di pannelli più costoso e meno reperibile, o quantomeno adibito ad usi partricolari, come impianti su camper o barche da diporto, per cui se devi ampliare il banco di pannelli e portarlo ad una potenza adeguata ai tuoi consumi, puoi scegliere due strade: o seguiti a mettere in parallelo quel tipo di pannelli (36 o 72 celle, indipendentemente dalla potenza) o venderli e prenderne altri di tipo differente, e possibilmente più economico.
E comunque, con il valore di consumi che dici di avere io personalmente ti consiglierei di passare ai 48V...... Per le batterie non hai problema, le metti tutte in serie ed hai la stessa potenza, il problema semmai è l'ibrido e il numero dei pannelli. Ma nessuno vieta di rivenderli in rete. Ebay si farebbe in quattro per darteli via.
Mi ripeto, e rischio di diventare prolisso: ma la migliore delle energie rinnovabili è il risparmio energetico e la buona gestione dell'energia consumata.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
kilowatt
Messaggi: 5
Iscritto il: 21 dic 2018, 12:39

Re: sono kilowatt consigli su impianto

Messaggio da kilowatt » 30 dic 2018, 10:26

Buongiorno aspettavo con avidità la tua risposta.I pannelli sono da 36 celle messi in serie di due perciò tre stringhe,Assolutamente non collego niente di pesante sono tutti carichi leggeri che messi insieme fanno un male terribile ho solo il frigorifero collegato ma non ne ho potuto fare a meno altrimenti non potevo collegare allarme e luci esterne,purtroppo l impianto risale a 40 anni fà, e si non sono più giovincello purtroppo ,l impianto fatto da me quando di solare non si parlava nemmeno.Riguardo la zona è roma e di sole ne abbiamo abbastanza,i pannelli li ho presi alla dea di giulianello su loro consiglio,non ne capivo niente allora,ora non esiste più.Mettiamo il caso che voglio aggiungere altri pannelli quanti altri ne potrei mettere? sarebbe la via più facile per me,per non finire povero ,scherzo ma non tanto,e le batterie so che ci sono parametri precisi,nel mio caso?forse erroneamente ho pensato che un aiuto nei momenti di maggiore assorbimento sarebbe bastato,oramai dopo certi fatti accaduti non posso più permettermi di restare al buio,vuoi per batterie scariche o altro,capisci a me, perciò via col solare sempre.Riguardo ad aggiungere altre batterie le mie hanno già due anni metterne altre nuove in serie si può,oppure mettere altre nuove in parallelo con i diodi?ammesso che le facciano ancora da 270 amper,altro non mi viene in mente per il momento,alla prossima e grazie per la risposta.

Rispondi

Torna a “Solare fotovoltaico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti